Appuntamenti enogastronomici

Gli appuntamenti enogastronomici in Italia selezionati per voi da Gambero Rosso.

http://med.gamberorosso.it/media/2009/10/234121_web.jpeg

Gli appuntamenti enogastronomici in Italia selezionati per voi da Gambero Rosso.

 

Frantoi aperti
Dal 28 ottobre al 26 novembre a Campello sul Clitunno, Castiglione del lago, Giano, Gualdo Cattaneo, Spello, Trevi nell’Umbria (Pg) si terrà la XX° edizione della manifestazione Frantoi Aperti in Umbria, un evento che valorizza l’Umbria rurale, i borghi ad alta vocazione olivicola, i produttori di olio e l’Olio Extravergine di Oliva Dop Umbria, proprio durante il periodo della frangitura delle olive. Frantoi Aperti in Umbria farà arrivare, nei piccoli borghi medievali aderenti all’iniziativa, tanti appassionati gourmet per ben 5 weekend dedicati all’Olio Extravergine di Oliva (dal 28 ottobre al 1° novembre, 4 – 5 novembre, 11 – 12 novembre, 18 – 19 novembre e 25 – 26 novembre). Sarà possibile degustare i tanti prodotti agroalimentari di qualità tra cui l’olio extravergine di oliva appena franto, partecipare a vere e proprie scuole di assaggio di olio, partecipare a visite guidate, a trekking tra gli ulivi, alla raccolta delle olive e a molte altre attività per grandi e piccini. Nelle città aderenti, infatti, non mancheranno appuntamenti musicali e concerti; attività ludiche e di intrattenimento rivolte ai più piccoli; servizi navetta gratuiti che dai centri storici porteranno i visitatori nei frantoi, degustazioni d’olio, passeggiate in bicicletta, fattorie didattiche, trekking tra gli ulivi, visite ai palazzi storici e mercatini agroalimentari di prodotti tipici dell’Umbria. Cuore della manifestazione saranno gli oltre 30 Frantoi aderenti all’iniziativa, luoghi d’incontro e di socializzazione, collegati per l’occasione ai borghi aderenti da un servizio gratuito di navette.
 

4 colli per 3 sagre
Dal 5 al 26 novembre a Brisighella (Ra) Cittaslow la manifestazione che promuove le eccellenze del territorio romagnolo (maiale, pera, formaggi, tartufo, olio). Annoverato fra i Borghi più belli d’Italia, Brisighella gode di una posizione particolarmente favorevole nel cuore della verde vallata del Lamone e del Parco Regionale della Vena dei Gessi Romagnola. Il borgo medioevale è “sovrastato” da 3 colli di gesso su ognuno dei quali trova dimora l’imponente Rocca Veneziana, la Torre dell’Orologio e il Santuario della Madonna del Monticino. Brisighella è oltresì conosciuta e apprezzata da tutti i buongustai d’Italia per le prelibatezze gastronomiche che la caratterizzano. Ad alcune di esse, nel corso di un intensissimo mese di novembre, sono dedicati eventi ad hoc che compongono una gustosa rassegna dal titolo “4 sagre x 3 colli”: Le delizie del porcello il 5 novembre, Sagra della pera volpina e del formaggio stagionato il 12, Sagra del tartufo il 19 e Sagra dell’Ulivo e dell’Olio il 26. Durante le sagre, il sabato sera e la domenica a pranzo lo stand gastronomico e i ristoranti del paese proporranno menù a tema con il prodotto cui è dedicata la sagra. Inoltre, tutte e quattro le domeniche le vie del centro storico saranno percorse da un trenino turistico che farà il giro dei tre colli per ammirare splendidi panorami. 
 
 
Mostra mercato del tartufo bianco di San Miniato
Dall’11 al 26 novembre a San Miniato Città del Tartufo, Cittaslow torna, con la 47° edizione, la Mostra mercato del tartufo bianco di San Miniato, manifestazione di promozione del pregiato tubero locale. Alla corte di Re tartufo bianco ci saranno illustri cortigiani: il vino dei vignaioli di San Miniato, l’olio extra vergine d’oliva, i prelibati salumi, i dolci tipici locali, formaggi ed altri prodotti della filiera corta, grazie alla collaborazione con Slow Food e Campagna Amica. Circa 150 espositori presenteranno le eccellenze enogastronomiche locali, della Toscana, d’Italia e d’Europa, mentre l’Associazione tartufai delle colline sanminiatesi ci accompagnerà attraverso la ricerca dimostrativa del tartufo. Cuore pulsante di questa manifestazione si conferma l'Officina del Tartufo, lo spazio dedicato alla preparazione e degustazione di piatti al tartufo curati da importanti e prestigiosi chef nazionali ed internazionali. Inoltre personaggi dello spettacolo, dello sport e della cultura verranno insigniti del prestigioso riconoscimento di "Ambasciatore del Tartufo di San Miniato. Ogni fine settimana avrà un tema, un filo conduttore che porterà il visitatore in uno splendido viaggio attraverso gusto, sapore, tradizione. Il primo (11-12 novembre) sarà dedicato alla Francigena, una delle più antiche vie di pellegrinaggio d’Europa, oggi al centro di grande attenzione e investimenti da parte delle istituzioni comunitarie, nazionali e regionali. In collaborazione con l’Associazione Europea della Via Francigena, San Miniato ospiterà i Comuni che si trovano lungo il tracciato, che parteciperanno alla manifestazione con i loro produttori di tipicità locali, per dar vita al primo Festival nazionale dei prodotti enogastronomici della Via Francigena. La seconda settimana (18-19 novembre) il tema centrale sarà l’Europa. San Miniato, alla fine di settembre, sottoscriverà un nuovo gemellaggio con la tedesca Apolda, città della Turingia, nel distretto di Weimar, ed ospiterà tutti gli altri storici amici europei come Silly (Belgio), col suo ciccolato e le sue birre e Villeneuve lez Avignon (Francia), col suo vino. Torneranno anche tutti le altre città italiane amiche come Caselle in Pittari (SA), Sonnino (LT) e Mesola (FE). Non solo prodotti e degustazioni in questo week end, ma anche dibattiti e riflessioni sulle tematiche europee e sull’impegno delle istituzioni per la promozione e la difesa del “made in”. Il terzo fine settimana (25-26 novembre) sarà il “week end Slow”. San Miniato ospiterà i Comuni della Rete internazionale delle Città Slow e proporrà iniziative e laboratori sul Mallegato di San Miniato, Presidio Slow Food e protagonista nell’ultima edizione del Salone del Gusto di Torino, con un’attenzione particolare ai prodotti tipici. San Miniato, infatti, è il Comune coordinatore del Tavolo regionale di Anci Toscana che si occupa della tutela e della valorizzazione dei prodotti tipici. Grazie ad un Accordo tra Anci e l’Accademia dei Georgofili, in questo fine settimana si svolgerà a San Miniato un convegno con illustri relatori, dedicato specificatamente al tema dei prodotti e delle tipicità enogastronomiche toscane. 
 
 
#Gastroborghi
Fino al 17 dicembre a Biccari (Fg) Borghi Autentici d’Italia, Comune della Daunia, tre weekend esperenziali di condivisione gastronomica con i visitatori. Visite, workshop, passeggiate e degustazioni, animeranno il fine settimana sui Monti Dauni, attraverso un’immersione nei borghi e nel loro patrimonio culturale-enogastronomico, alla scoperta di sapori e saperi dimenticati. Ognuno dei weekend sarà legato ad un tema/prodotto specifico dell’enogastronomia locale attorno al quale ruotano le esperienze. Il fine settimana 18-19 novembre in programma la visita guidata al mulino con degustazione, e la visita guidata alla fattoria con il pranzo. Il 2-3 dicembre visita guidata al salumificio con cooking class in lingua franco provenzale, e trekking alla ricerca di funghi e tartufi. Chiusura il 16-17 dicembre con la visita guidata apistica seguita da degustazione, e laboratorio di dolci natalizia con pranzo.
www.comune.biccari.fg.it  |  www.restipica.net/
 
 
Trento DOC
Con l’autunno torna la tredicesima edizione a Trento Città del Vino, manifestazione annuale che invaderà il capoluogo trentino per tre settimane, dal 17 novembre al 10 dicembre. I produttori di prosecco presenteranno al pubblico le loro novità, esaltando il legame con la città, il territorio e i suoi prodotti. Dal 2016 e per le successive due edizioni, Trentodoc sarà partner di AIS - Associazione Italiana Sommelier - nell’ambito del concorso che assegna il titolo di Miglior Sommelier d’Italia e il premio Trentodoc. Il concorso candida il vincitore alle finali mondiali del più preparato comunicatore del vino italiano.
 
Sagra del cinghiale
Dal 26 novembre al 10 dicembre la Sagra del Cinghiale di Suvereto Città del Vino, Cittaslow in Val di Cornia (Livorno) che raggiunge il prestigioso traguardo della 50 esima edizione. La Sagra in occasione dei suoi primi 50 anni, si presenta con un programma ricco di appuntamenti che per due settimane renderà questo borgo della costa livornese un luogo ancora più speciale. Degustazioni per tutti i palati e spazi ristoro dove assaggiare piatti tipici, a base di carne di cinghiale ma non solo, come il “Banco delle zonzelle”, “L’Enoteca della sagra”, “La Cappa”, “Assaggia la sagra”, il “Banco dei dolci, castagne e vin brulè” e il “Banco dei ghiottoni” (aperti domenica 26 novembre e domenica 3, venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 dicembre).  Ma anche convegni, escursioni, rievocazioni storiche, spettacoli e tanti stand espositivi con mostre d’arte e fotografiche, laboratori artigianali e antichi mestieri. 
 
 
Feste olearie
Il 2 e 3 dicembre a Seggiano (Gr) Città dell’Olio torna Feste olearie, la manifestazione di promozione degli oli di olivastra seggianese. Degustazioni guidate di extravergine, artiginato locale, gastronomia tipica amiatina, visita guidata la Museo diffuso dell’olio: questo il programma della manifestazione 2017. Nel Museo particolare il progetto scientifico dell’Olivo del cisternone, pianta alimentata aeroponicamente collocata all’interno di un’antica cisterna.
www.restipica.net/
 
Fiera del grano saraceno e della castagna bianca
L’8 dicembre a Pamparato (Cuneo) Città del Castagno una mostra mercato dedicata all’artigianato e ai sapori a km.zero: la castagna bianca, la patata di montagna, il formaggio d’alpeggio Raschera, le paste di meliga dalla farina rustica del raro mais “ottofile”. La giornata si apre con il tradizionale mercatino lungo le vie del borgo e l’area “outdoor invernale”. Sono previste visite culturali alle cappelle campestri del circuito “Preghiera Dipinta” e alle caratteristiche fontane del borgo. Interessante anche il convegno di venerdì pomeriggio: “La dieta dei Templari”, che prevedeva già, oltre 2.000 anni fa, tutti questi sapori, che saranno degustabili nei ristoranti delle Valli Casotto e Corsaglia.
 
Festa dell’olio
Dall’8 all’10 dicembre a San Quirico d’Orcia (Siena) Città dell’Olio torna l’appuntamento con la Festa dell’Olio, un evento dedicato all’olio extravergine d’oliva. Il centro storico della cittadina valdorciana vivrà un’esplosione di sapori, profumi e folclore popolare, un’occasione unica per visitare le bellezze artistiche ed architettoniche ed i paesaggi famosi nel mondo, nonché per degustare la nuovissima annata dell’olio extravergine. Fra le novità il presidio Slow Food ospite, quello della Bottarga di Orbetello che sarà abbinato all’extravergine di San Quirico con gli show cooking, dove a cucinare saranno chef locali. Il premio Extravergine 2017 guarda al sociale e verrà assegnato a Pietro Scidurlo, che ha percorso in handbike tutta la Via Francigena. Ma la Festa dell’olio sarà già un momento per respirare l’aria natalizie nelle vie e nelle piazze medievali di San Quirico; mentre le sale rinascimentali di Palazzo Chigi saranno già avvolte nella magia del Palazzo delle Fiabe, con racconti, intrattenimento e giochi a tema.
www.lafestadellolio.comwww.restipica.net/
 
Sagra dell’olio e dell’olivo di Canino
Dal 1 al 10 dicembre a Canino (Viterbo) Città dell’Olio torna la 57° sagra dell’olio e dell’olivo. Sarà la strada dell’olio, in la collaborazione con la Pro loco, a curare le iniziative di visite ai frantoi, degustazioni guidate e show cooking  nella sede associativa  dell’Arancera all’interno degli spazi dedicati alla vetrina degli oli. Le proposte teatrali e musicali, gli artisti di strada, i mercatini e la mostra “La sfinge e le altre creature fantastiche” al Museo della ricerca archeologica di Vulci, saranno di completamento al programma.
www.comune.canino.vt.itwww.restipica.net/
 
 
 
 
In collaborazione con Res Tipica

 

 

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition