29 Gen 2015 / 09:01

Apre a Roma Finger. Assaggi monoporzione e cucina di mercato con un occhio di riguardo allo street food

Nessun menu, ma proposte diverse giorno per giorno, secondo la disponibilità di ingredienti freschi reperiti da fornitori selezionati locali. E solo finger food, dall'antipasto al dolce, per interpretare la cucina italiana in modo divertente a piccoli prezzi. Ma puntando solo sulla qualità. In cucina il giovane chef Giordano Coppari. E si punta molto sulla formula street food, con finger da asporto.
Apre a Roma Finger. Assaggi monoporzione e cucina di mercato con un occhio di riguardo allo street food
Nessun menu, ma proposte diverse giorno per giorno, secondo la disponibilità di ingredienti freschi reperiti da fornitori selezionati locali. E solo finger food, dall'antipasto al dolce, per interpretare la cucina italiana in modo divertente a piccoli prezzi. Ma puntando solo sulla qualità. In cucina il giovane chef Giordano Coppari. E si punta molto sulla formula street food, con finger da asporto.
Tutta la gallery
Chiudi gallery

Sembra destinato a collocarsi tra le nuove aperture che strizzano l'occhio alla moda dello street food, il neonato Finger, nel quartiere Portuense della Capitale. Spazio ridotto – solo 15 coperti e qualche mensola con sgabelli alti – e l'intenzione di rilanciare la formula del finger (che tanto ha imperversato nell'ultimo decennio con esiti non sempre memorabili) in versione cucina espressa di qualità.
Aperto a pranzo e cena, dalle 18 il piccolo locale proporrà una mostra di proposte stuzzicanti (rigorosamente monoporzione) fredde o calde – esposte nella vetrina riscaldata – da gustare con un calice di vino o una birra artigianale per un aperitivo veloce e vario, sul modello dei tapas bar spagnoli. Poi dalla cucina cominceranno ad arrivare i fritti, come i carciofi al profumo di cedro o le verdure in pastella di zafferano, e il servizio serale prenderà forma con una serie di proposte del giorno offerte secondo la disponibilità del mercato.
A cena, infatti, Finger non propone un menu, ma una serie di piatti (in realtà ceramiche monoporzione da finger food) ogni giorno diversi, che esplorano il mondo di antipasti, primi e secondi piatti interpretandoli in modo divertito – come le trofie con mazzancolle e cipolle di Tropea, la cacio e pepe con carciofi croccanti o il rollè di pollo con luganega porchettata - con prodotti freschi reperiti da fornitori locali. Le verdure, per esempio, arrivano dal Mercato Trionfale, mentre tutta la carne proviene da un'azienda selezionata e certificata.
Ai fornelli lo chef Giordano Coppari, con un passato nelle cucine dell'Hilton di Roma, farà propria una cucina di mercato che di volta in volta sarà cura del personale in sala introdurre ai commensali. Lo chef stesso, tra una portata a l'altra, non mancherà di interagire con gli ospiti, descrivendo i piatti e dispensando consigli. A pranzo invece, data la vicinanza con gli uffici, la formula sarà più tradizionale, con alcune proposte del giorno al piatto.
Ma quindi perché street food? L'idea dei giovani proprietari del locale è quella di incentivare il servizio da asporto – già attivo – presentando con l'arrivo della primavera pietanze ideali da consumare nel piccolo parco antistante Finger, da gustare passeggiando o da portare a casa, confezionate in contenitori biodegradabili da riscaldare in microonde.



Finger | Piazza Pietro Merolli 53, Roma | dalle 10 alle 23, chiuso la domenica | tel. 06 83796538
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition