19 Dic 2012 / 18:12

Mondo Champagne/Le degustazioni

Champagne  Mesnil Expérience Grand Cru 2005  André Jacquart 
www.champagne-jacquart.com

Completamente rinnovato dalla nuova generazione di famiglia, capeggiata da Piérre e dalla sorella Chanta

http://med.gamberorosso.it/media/2012/12/331805_web.jpeg

Champagne  Mesnil Expérience Grand Cru 2005  André Jacquart 
www.champagne-jacquart.com

Completamente rinnovato dalla nuova generazione di famiglia, capeggiata da Piérre e dalla sorella Chanta

l Doyard-Jacquart, questo piccolo domaine di 18 ettari si trova a Le Mesnil Sur Oger (ma vanta anche vigne nella Valle della Marna e nell’Aube). L’Expérience Grand Cru ’05 ha complesse note floreali e gessose, ben distribuite in una bocca materica, dal finale amarognolo.

 

 

Champagne  Brut Vintage 1999 - Ayala  www.champagne-ayala.fr

Presieduta da Hervé Augustin, uno dei più celebri e apprezzati personaggi dello Champagne, questa maison di Aÿ fu fondata nel 1860 e si è distinta nel tempo per una via decisamente originale ai vini della zona. Il Vintage 1999 ha lievi note tostate in evidenza, ben amalgamate a quelle di gesso e fiori di ginestra. Bocca pungente e di bella freschezza.

 


Champagne  Brut Majeur - Ayala 
www.champagne-ayala.fr

Il Brut Majeur è uno Champagne maturo, che esprime al naso sensazioni di mela gialla, noisette e frutta candita. La bocca ne segue il profilo: è carnosa, avvolgente, puntellata da tratti ossidativi e distinta da un fine bocca amaricante ma tutto sommato gradevole.

 

Champagne  Spécial Cuvée - Bollinger  www.champagne-bollinger.com

Celeberrima maison di Aÿ, ancora oggi di natura familiare, è un autentico mito della denominazione e vanta uno stile originale, vinoso e potente (anche per via della “base” di pinot nero affinato in legno) ma di impareggiabile classe e finezza. La Spécial Cuvée, dalle note fiorite e di crosta di pane, è un ottimo viatico ai vini dell’azienda, della zona e della regione.

 

Champagne  Grande Année 2002 - Bollinger  www.champagne-bollinger.com

Grande Année, appunto. Non poteva essere altrimenti per un vino simbolo dello Champagne e un millesimo che si colloca tra quelli più interessanti degli ultimi quindici anni. Uno Champagne che grande lo è davvero per classe, complessità ed equilibrio. Al naso attacca su note di burro di montagna prima di virare su sensazioni di frutti rossi e note vinose, con cenni tostati mai invadenti. Ancora giovanissimo, ha densità, coerenza e il passo del fuoriclasse.

 

 

Champagne  Brut Assemblage 2002 Bruno Paillard

www.champagnebrunopaillard.com

Lo stile maison è ben evidente in questo Champagne millesimato, figlio di un’annata straordinaria come la 2002. Dopo una nota riduttiva, sulle prime leggermente casearia, mette in mostra un tratto burroso, di pasticceria e meringhe, seguite da cenni di caramella al miele. Un profilo aromatico chiaro, dunque, cui non poteva che seguire una bocca cremosa, molto ricca, chiusa da un fine bocca vinoso e potente.

 

Champagne  Brut Réserve - Charles Heidsieck  www.charlesheidsieck.com

È una bella sorpresa questo Brut Réserve sfornato dall’ammiraglia di Reims Charles Heidsieck. Ha profumi ricchi ma fini, incentrati su sensazioni tostate, di fiori gialli, noisette e pietra focaia. Uno spettro imponente ma profondo, almeno quanto la bocca che risulta ampia, cremosa, di gran presenza materica e puntuale trama carbonica.

 

 

Champagne Millésimé 2002 - Collet  www.champagne-collet.com

Questa maison con base ad Aÿ mette in scena un Millésimé 2002 davvero stupendo, non tradendo affatto le aspettative su un’annata tanto celebrata. All’inizio sono le note impartite dai lieviti a farsi sentire ma ben presto gli agrumi (limoni, in particolare), i fiori gialli e i profumi di nocciola prendono il sopravvento. Un tripudio ben orchestrato, mai fuori tono, capace di regalare una bocca cremosa e complessa, di bell’attacco e progressione. C’è densità, ovvio, ma anche scatto in avanti, dimensione verticale e sapidità.

 

Champagne  Brut Blanc de Blancs - Delamotte  www.salondelamotte.com

Champagne di media dimensione, caratterizzato da cenni di lievito e crosta di pane al naso, solo increspato da una leggera venatura di cellulosa. Buona invece la veste sapida, quasi salmastra che ben bilancia le note di pasticceria. In bocca è rotondo, non profondissimo e distinto da una leggera sensazione tannica.

 

Champagne  Brut Tradition - De Sousa  www.champagnedesousa.com

Tra le aziende che più si sono distinte negli ultimi anni per la crescita qualitativa non si può non citare De Sousa, piccola e bella realtà situata nel cuore del villaggio di Avize. Il patron Erick, vignaiolo rigoroso e intraprendente, produce alcune etichette gustose, perfettamente rispondenti ai terroir dove insistono le vigne (Avize, Cramant, Oger). Il Brut Tradition è semplice ma delizioso grazie ad una silhouette gusto-olfattiva incentrata sui fiori bianchi e la freschezza acida.

 

Champagne Brut Classic - Deutz 

www.champagne-deutz.com

Il Brut Classic di Deutz supera felicemente una timida riduzione iniziale e trova nel sorso una bella dimensione carbonica. La bocca è in effetti piena, addirittura grassa ma di bel sapore, letteralmente trascinata da una sferzata acida rinfrescante che consegna un finale agrumato, condito da golosi cenni di fragoline di bosco. Forse non lunghissimo ma assolutamente centrato.

 

 

Champagne Blanc de Blancs 2006 - Deutz  www.champagne-deutz.com

Una scommessa. Uno Champagne evidentemente giovane e ancora alla ricerca di un perfetto equilibrio, segnato al momento da un profilo olfattivo di legno e note tostate assortite, con importanti sensazioni di nocciola. Sotto questa coltre riposa però un frutto carnale e un ventaglio floreale che uscirà senz’altro alla distanza e sarà capace di impreziosire un sorso già denso e di ottima finezza, ancora marcato da note di pasticceria ma vivido sul fronte agrumato.

 

 

Champagne Cuvée “D” de Devaux - Devaux www.champagne-devaux.fr

Davvero una bella sorpresa da parte di questa azienda di Bar-sur-Seine, in piena Côte des Bar (la zona più a sud della denominazione) ma con vigne anche nella Côte des Blancs e a Montgueux. La Cuvée “D”, figlia di uve pinot nero con aggiunta di chardonnay (60%-40%) ha un profilo classico di crosta di pane e una bocca saporita, piuttosto vinosa. Peccato per una lieve bruciatura alcolica che ne compromette un po’ l’allungo e la finezza complessiva.

 

Champagne Brut Millésimé Exception 2005 - Drappier

champagne-drappier.com

Un milione e mezzo di bottiglie all’anno di gran livello, vigne situate in alcune splendide sottozone della Champagne, da quelle più vocate per il pinot nero alle migliori per lo chardonnay. Questo è Drappier e la conferma del livello generale arriva anche da bottiglie splendide come il Brut Millésimé Exception 2005. Naso clamoroso di magnolia, roccia, gesso e cenni iodati, bocca di impatto, forse un filo pungete nella fase carbonica ma compiuta, coerente e molto lunga. Chiude con un tocco di caffè e un’invidiabile sensazione di gioventù.

 

 

Champagne Brut Nature Rosé - Drappier  champagne-drappier.com

Bellissimo esempio di Rosé, capace di illuminare il bicchiere e di ammaliare con profumi di mandarino, agrumi assortiti e frutti di bosco accompagnati da una timbrica delicatamente speziata. Quasi un sussurro che prosegue in una bocca assai accattivante, tesa, avvolgente e molto profonda.

 

 

Champagne Robert Winer 1996 - François Bedel  www.champagne-bedel.fr

Récoltant che utilizza metodi di lavoro legati alla biodinamica, Bedel è oggettivamente tra i produttori della regione più originali e fuori dagli schemi, spesso non allineato all’idea classica e condivisa di Champagne, almeno sul piano aromatico. Questo millesimato, figlio di un’annata magica come la 1996, ha naso vinoso e tendenzialmente ossidativo, con bei profumi di mela matura, mandorla e acqua di oliva. La bocca è stupefacente per equilibrio tra sensazioni mature e richiami giovanili. È comunque uno Champagne da meditazione. Magari da salotto, divano e camino acceso...

 

 

Champagne  Rosé Grand Cru -  Henri Goutorbe www.champagne-henri-goutorbe.com

La cantina ha radici risalenti ad inizio Novecento e oggi fa parte dell’associazione dei Vigneron Independant. Si trova ad Aÿ, dove le celeberrime vigne di pinot nero regalano l’uva per questo Rosé, che vede anche una parte minoritaria di chardonnay nell’uvaggio. Uno champagne vinoso, ricco di note di bosco, dalle fragole selvatiche ai mirtilli, e distinto da un centro bocca maturo, tendenzialmente dolce, comunque capace di ripartire nel finale.

 

 

Champagne Brut Rosé - Henriot

www.champagne-henriot.com

La maison Henriot si trova Reims dove produce alcuni Champagne particolarmente seducenti, almeno per chi cerca in questi vini freschezza e tratti verticali. Il Brut Rosé ha colore ramato e un profilo olfattivo estremamente fine, per certi versi ferroso e certamente minerale. In bocca ha classe, ampiezza, profondità e una struggente vena iodata, quasi marina.

 

 

Champagne  Cuvée La Favorite Grand Cru 2005 - Herbert Beaufort

www.champagne-herbert-beaufort.com

La maison Herbert Beaufort di Bouzy produce questa Cuvée solamente nelle migliori annate, o comunque in quelle che l’azienda ritiene adatte alla produzione di uve pinot nero e chardonnay di altissimo profilo. Ne esce un vino piuttosto maturo nei toni, alternato a sfumate vegetali e sensazioni erbacee. In bocca ha qualche cenno ossidativo e una veste morbida, con carbonica accentuata.

 

 

Champagne Mosaïque - Jacquart

www.champagne-jacquart.com

La grande cooperativa Jacquart propone degli champagne sottili e leggiadri, puri e dal dosaggio minimo. Sempre una garanzia il Mosaïque, prodotto ottenuto da diversi appezzamenti sparsi nella denominazione. Ottimi i profumi di limone, cedro e erbe aromatiche; palato fresco, lungo e delizioso nella sua vena acida che ravviva la beva.

 

 

Champagne Cuvée n. 735 - Jacquesson  www.champagnejacquesson.com

È la mineralità e la profondità il tratto distintivo degli champagne targati Jacquesson. Non fa eccezione la Cuvée 735, frutto della vendemmia 2007 e di vini di riserva. I profumi sono iodati e di pietra focaia, non manca la sensazione salmastra e di agrume. In bocca è dritto e verticale, dalla bellissima acidità, con la carbonica perfettamente dosata.

 

 

Champagne Grand Cru Prestige 2002 - Jean Vesselle 

www.champagnejeanvesselle.fr

Si sente tutto il carattere di Bouzy in questa cuvée che beneficia anche dell’ottimo millesimo 2002. A partire dall’olfatto, particolarissimo, che si snocciola tra note di piccoli frutti rossi e cenni agrumati, di pasticceria e floreali. Il palato è fine e lungo, avvolgente grazie a una carbonica perfettamente dosata e cremosa che lo spinge in un bel finale.

 

 

Champagne Cuvée Royale - Joseph Perrier - www.josephperrier.com

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi della bontà e della finezza della Cuvée Royale firmata Joseph Perrier. Sono le note floreali, di margherite di campo e camomilla a caratterizzarlo di più. Sensazioni che anticipano una bocca tesa e minerale, dall’ottimo nerbo acido, e dal finale sapido che chiude con delle particolari percezioni amaricanti.

 

 

Champagne Brut LP - Laurent Perrier www.laurentperrier.com

Laurent Perrier è una grande maison a gestione familiare con più di due secoli di storia. Davvero deliziosa la gamma di Champagne presentata a partire dal Brut LP, prodotto con un’alta percentuale di chardonnay e caratterizzato da intense note floreali e agrumati e dal palato leggiadro e fresco.

 

 

Champagne Cuvée Rosé - Laurent Perrier www.laurentperrier.com

La potenza e la struttura del pinot nero non tradiscono una beva tesa e verticale in cui non manca la finezza e la cremosità degna di un grande champagne. Al naso emergono netti i sentori di fragola e ribes. Al palato è ricco e avvolgente, intenso e ricco di morbidezza che porta la beva in un finale profondissimo.

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition