10 Dic 2013 / 17:12

Start-up. Sgnam, ovvero mangiare a casa con un click

a cura di
Viaggio a puntate alla ricerca di start-up innovative nel campo del cibo, del vino, del turismo enogastronomico. Idee, progetti, proposte e soluzioni che si stanno sviluppando negli ultimi mesi, ovviamente a opera di giovanissimi. Oggi incontriamo Sgnam, start-up bolognese che ha creato una piattaforma informativa per la consegna del cibo a domicilio. Semplice ed efficace. Oggi presente in quattro città.
Start-up. Sgnam, ovvero mangiare a casa con un click
Viaggio a puntate alla ricerca di start-up innovative nel campo del cibo, del vino, del turismo enogastronomico. Idee, progetti, proposte e soluzioni che si stanno sviluppando negli ultimi mesi, ovviamente a opera di giovanissimi. Oggi incontriamo Sgnam, start-up bolognese che ha creato una piattaforma informativa per la consegna del cibo a domicilio. Semplice ed efficace. Oggi presente in quattro città.
a cura di
Tutta la gallery
Chiudi gallery
La ricchezza più grande è il tempo. Quel tempo che manca sempre, tiranno e relativo, e che effettivamente fa la differenza nella qualità della vita. E meno male che a volte la tecnologia ci viene in soccorso, almeno per quanto riguarda gli acquisti, attraverso piattaforme di gruppi di acquisto o siti di e-commerce che tagliano tempi e spostamenti, senza dover rinunciare alla qualità. Una tendenza sempre più diffusa, tanto da essere oggetto del numero di dicembre del Gambero Rosso.
La notizia ancor più positiva è che a ideare e progettare queste startup informatiche, sono molto spesso dei giovanissimi. Oggi parliamo di Sgnam, start-up nata a Bologna grazie alle idee e alle energie di Marta Biffi, Giovanni Cavallo, Lorenzo Lelli e Paolo Buti; anche se ora a collaborare in questo progetto sono in otto. Età media? Venticinque anni. A raccontare di questo progetto è Giovanni.

Di che si tratta?
Sgnam è una start-up che opera nel campo della consegna del cibo a domicilio tramite una piattaforma web e mobile. Il cliente, dopo aver inserito il proprio indirizzo, trova tutti i ristoranti che consegnano nella zona. In seguito, dopo aver scelto cosa ordinare e da quale locale, si personalizza l'ordine e lo si invia al ristoratore. Quest'ultimo lo riceve su un'app mobile creata ad hoc, che permette di ottimizzare tutto il processo, sia in termini di tempo che di gestione. In pochi secondi il cliente riceve dal ristoratore un feedback sui tempi di consegna.

Come selezionate i locali che sono nella vostra piattaforma?
Ogni volta che arriviamo in una nuova città cerchiamo di reperire le informazioni dei ristoranti che effettuano consegna a domicilio sia tramite canali online che offline, provando a coinvolgere gli studenti del luogo. In un secondo momento analizziamo i ristoranti che contattiamo e se rispondono ai nostri criteri di selezione, sia in termini qualitativi che per quanto riguarda la loro organizzazione logistica, gli proponiamo il nostro servizio.

Come è nata l'idea?
Nasce da un amore per il cibo in tutte le sue forme e culture. Dopo aver viaggiato tanto abbiamo compreso la qualità e il valore della nostra cucina, e l'idea di poterla portare sulle tavole dei nostri clienti, mixandola magari con piatti da tutto il mondo, e di farlo tramite un'unica piattaforma, ci ha entusiasmato al punto tale da farci intraprendere questa avventura.

Dall'idea innovativa alla concretezza della start-up, come vi siete finanziati?
Siamo partiti autofinanziandoci. Essendo giovani, abbiamo utilizzato tutti i nostri risparmi per lanciare il progetto, chiaramente con un budget molto ridotto. Fino al momento in cui siamo stati presi in Nana Bianca. Da sempre abbiamo sacrificato tutto il tempo e tutte le nostre risorse a disposizione per sviluppare il progetto, abbiamo lavorato ogni giorno, senza guardare l'orologio, per raggiungere gli obiettivi preposti.

Che cos'è Nana Bianca?
È un acceleratore di startup, contribuisce a sviluppare progetti in fase iniziale, spesso anche con un finanziamento. Si concentra su team e progetti che hanno come campo di gioco internet e le applicazioni mobile. In poche parole produce energia e attrae giovani società in cerca di un luogo in cui mettere alla prova i propri prodotti.

Il vantaggio principale di essere nell’orbita di Nana Bianca?
In Nana Bianca ogni giorno condividiamo gli spazi con altri progetti in àmbito digitale, di conseguenza si scambiano idee e critiche che servono a farci crescere. È molto formativo e penso sia un percorso obbligatorio per chi, come noi, è alla prima esperienza. È una grande opportunità, perché ogni giorno ci fa scoprire nuovi dettagli per migliorare il nostro progetto, consolidando così la nostra esperienza.

Vi sarete trovati comunque di fronte qualche problematica...
Tantissime. Anche solo il lancio stesso del progetto è stato problematico. Dalla difficoltà iniziale di creare un team eterogeneo ma competente, al fatto di riuscire a comprendere che direzione seguire per lo sviluppo del prodotto, in tutte le sue possibili sfumature.

Avete ricevuto dei finanziamenti?
Da circa un mese abbiamo ricevuto un primo round di finanziamento da Club Italia Investimenti 2. Questo ci ha permesso di far crescere il team, al momento siamo in otto a lavorare sul progetto, e ci permetterà nei prossimi mesi di focalizzarsi sull'ulteriore sviluppo e acquisizione degli utenti.

Il segreto per avere successo?
Lo sintetizzerei con due ingredienti fondamentali: tanta passione e tanto coraggio di buttarsi. Se i nostri sogni non ci spaventano, vuol dire che non sono grandi abbastanza.

Oggi Sgnam è presente su 4 città (Bologna, Firenze, Modena e Reggio Emilia) con più di 5000 ordini consegnati ai suoi clienti, a conferma del fatto che il mercato della consegna a domicilio non conosce crisi, anzi è in continua crescita in Italia dopo essersi da tempo affermato all'estero (pensiamo ai servizi americani Seamless o Delivery.com). E stanno affacciandosi anche i ristoranti gourmet che hanno iniziato a portare le proprie specialità a casa dei clienti più affezionati.

Sgnam | www.sgnam.it



a cura di Annalisa Zordan
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition