16 Giu 2015 / 13:06

Thailandia a Expo 2015. I contenuti del padiglione

a cura di
Biodiversità, cucina e un immancabile omaggio al Re. Ecco i contenuti delle tre sale del Padiglione Thailandia. L'enorme cappello Ngob, il tipico copricapo dei coltivatori di riso ispira l'architettura del padiglione
Thailandia a Expo 2015. I contenuti del padiglione
Biodiversità, cucina e un immancabile omaggio al Re. Ecco i contenuti delle tre sale del Padiglione Thailandia. L'enorme cappello Ngob, il tipico copricapo dei coltivatori di riso ispira l'architettura del padiglione
a cura di
Tutta la gallery
Chiudi gallery

Concept: Nutrire e deliziare il mondo in modo sostenibile

L’offerta espositiva della Thailandia è suddivisa in tre filoni tematici affrontati nelle rispettive sale (A, B e C). Nella sala A, Terra d’oro, viene mostrata la biodiversità thailandese, con le sue montagne, le sue pianure e il suo mare. L'ecosistema è eterogeneo e non a caso la Thailandia è conosciuta come "il granaio del mondo" o chiamata addirittura Suvarnhabhumi (per l'appunto la terra d'oro). La seconda sala, invece, dimostra come la cucina thailandese comprenda la lavorazione, la conservazione, lo stoccaggio e l'imballaggio. E come tutti questi procedimenti vengano integrati con la creatività e la tecnologia avanzata, tanto che i loro prodotti alimentari soddisfano gli standard internazionali. Infine, l'ultima sala, è un omaggio al Re della Thailandia, considerato padre della terra e dell'acqua: “Sua Maestà ha lavorato continuamente per il suo popolo, con oltre 4.000 progetti, nel corso dei sessant'anni di regno, durante i quali ha invitato i thailandesi a vivere secondo l'Economiadella sufficienza, la quale garantisce la sostenibilità”. Così dichiarano nel sito del Padiglione.

Padiglione: Ngob, cappello tipico del coltivatore di riso

Il Padiglione della Thailandia, che si estende su uno spazio complessivo di 2.947 metri quadri, rappresenta il ngob, cappello tipico del coltivatore di riso, che viene utilizzato fin dai tempi antichi, ed è per questo l’emblema del sapere contadino e della saggezza locale. Nel disegno della pianta, al Ngob si affianca un’altra forma, quella del naga, che riprende le linee sinuose degli spiriti della natura, protettori di fonti, pozzi e fiumi, e portatori di pioggia e fertilità; tanto da essere presenti anche sullo stemma del ministero dell’Agricoltura e delle Cooperative. La base invece rappresenta la Pagoda, un vero e proprio richiamo al sentimento comunitario.

Percorso espositivo

Oltre alle tre sale, caratterizzate da proiezioni in 3D e olografiche, il padiglione ospita ogni giorno performance diverse: dalla boxe, tipica arte marziale thailandese, allo spettacolo di marionette, dalla Pee Ta Khon (sfilata di maschere giganti) al Perng Mang Kok (concorso musicale tra due bande). Essendo poi la Thailandia nota per il suo cibo di strada, che esalta la tipicità dei sapori e la varietà delle preparazioni, non poteva mancare lo spazio dedicato ai cibi. Non si tratta di un vero e proprio ristorante ma piuttosto di un supermercato dove lo staff scalda il piatto selezionato in cinque minuti, utilizzando una parete di forni a microonde allestita appositamente. Qui è possibile comprare tutti i prodotti tipici del Paese, tra cui l’immancabile il pad thai, fritto alla thailandese composto da tagliolini di riso saltati in padella con uova, salsa di pesce, succo di tamarindo, peperoncino, germogli di soia, gamberetti, pollo o tofu, guarniti con arachidi sbriciolate e coriandolo. Oppure il massaman curry: tipico piatto thailandese di origine musulmana, preparato con pollo, manzo o agnello, curry, lemongrass, noci, latte di cocco e foglie di alloro.



http://www.thailandpavilionexpo2015.com

a cura di Annalisa Zordan

Per leggere Gran Bretagna a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Francia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Austria a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere USA a Expo 2015. I contenuti del padiglione cicca qui
Per leggere Cina a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Italia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Brasile a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Germania a Expo 2015. I contenuti del padiglione cliccaqui
Per leggere Svizzera a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Giappone a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Cile a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Belgio a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Santa Sede a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Israele a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Messico a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Spagna a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Emirati Arabi a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Paesi Bassi a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Kazakistan a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Malaysia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Repubblica di Corea a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Russia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Colombia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Marocco a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Irlanda a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Angola a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Uruguay a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Slovenia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition