12 Dic 2013 / 17:12

Apre Donizetti. A Milano la piazza del mercato reloaded

a cura di
Anticipazioni milanesi: nella cittadella del gusto di Porta Nuova è attesa per gennaio una nuova apertura che ripensa la vecchia piazza del mercato e la trasforma in luogo di incontro tra produttore e consumatore, con un concept che unisce acquisto, consumo e spazio gourmet.
Apre Donizetti. A Milano la piazza del mercato reloaded
Anticipazioni milanesi: nella cittadella del gusto di Porta Nuova è attesa per gennaio una nuova apertura che ripensa la vecchia piazza del mercato e la trasforma in luogo di incontro tra produttore e consumatore, con un concept che unisce acquisto, consumo e spazio gourmet.
a cura di
Continuano le aperture nella zona di Porta Nuova a Milano. Dopo Pisacco, Dry e Zazza Ramen in Via Solferino, Daniele Canzian in Via San Marco, Berton alle Varesine, non lontano dall’imminente Eataly di Piazza XXV Aprile e dal recente Palazzo Parigi con cucina a firma di Carlo Cracco; questa volta è il grattacielo della regione Lombardia ad accogliere un nuovo tassello del distretto della gastronomia milanese. Si chiamerà Donizetti, e vedrà la luce con il nuovo anno, verso la fine di gennaio.

Questa che si sta sempre più profilando come una cittadella del gusto, si appresta ad accogliere un locale dal format del tutto diverso, che si pone come anello di congiunzione tra produttore e consumatore. Nove isole tematiche in cui altrettanti artigiani, ogni giorno, porteranno in degustazione il meglio della tradizione e delle eccellenze regionali del Belpaese. Un solo produttore per ogni categoria merceologica, al fine di valorizzare alcune tra le migliori aziende gastronomiche italiane disposte omogeneamente sul territorio della penisola per permettere agli ospiti di intraprendere un viaggio alla riscoperta dei profumi e sapori autentici d’Italia, grazie all’assaggio dei prodotti, ai racconti e alle esperienze di coloro che li producono e li curano ogni giorno.

Attorno all’identità dei produttori regna ancora un alone di mistero, le uniche indiscrezioni riguardano la provenienze delle farine da un rinomato mulino campano che provvederà a produrre giornalmente pane, pizza al taglio e pasta fresca, mentre gli organizzatori ci raccontano che dal parmense proverranno, oltre a pregiati salumi e formaggi, anche una selezione di vini in abbinamento. Ci saranno poi le isole del pesce e della carne, l’ortofrutta, i dolci e il caffè, con una pluripremiata torrefazione.

Aperto dalle prime ore del mattino fino alla tarda serata, sarà un ibrido tra mercato e luogo di consumo, sulla falsariga di tanti nuovi esperimenti che finalmente anche l’Italia inizia a fare proprio sul concept del mercato sulla falsariga soprattutto di esempi spagnoli e londinesi.
Ogni giorno i produttori venderanno la loro merce direttamente ai consumatori, abbattendo al minimo la filiera. L’offerta gastronomica è organizzata per piccoli piattini gourmet preparati sul momento dagli stessi creatori del gusto che collaboreranno tra loro utilizzando gli ingredienti delle altre isole.

La mattina partirà con un buon caffè appena tostato, accompagnata da un’accurata selezione di dolci, croissant e delicati prodotti dolciari. Si potranno poi assaporare, durante la pausa pranzo sempre particolarmente affollata su questa piazza, zuppe, insalate, macedonie e centrifugati preparati sul momento nell’area ortofrutticola; dai banchi della macelleria e della pescheria si potrà scegliere direttamente i prodotti da far preparare sulla brace, per una pausa a tutto sapore, genuina e golosa, che in più rispetti al massimo le proprietà organolettiche dei prodotti.

Con il trascorrere delle ore il locale muterà aspetto diventando luogo d’incontro per eventi, aperitivi e cene. I prodotti rimarranno gli stessi, ma questa volta verranno cucinati e trasformati dalle mani dello chef Fabio Francone, già alla guida della cucina del Just Cavalli.
Una formula innovativa che pur mantenendo vivo il filo conduttore con la tradizione del mercato rionale, si adatta alle esigenze di una città sempre in movimento, che cambia anima con il trascorrere delle ore. Ecco, intanto come anticipazione, il nuovo progetto del patron Cristian Cantaluppi a Milano. Il già socio di Peck ha deciso di trasformare in questo modo il suo Pappafood.

Donizetti | Milano | piazza Città di Lombardia, 1 | tel. 02 67079149| www.donizettigustoitaliano.it

a cura di Stefania Bobbio e Tanio Liotta
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition