9 Dic 2014 / 18:12

Giuseppe Mango. Un saluto dalla redazione

a cura di
Salutiamo così Giuseppe Mango, con il ritratto della sua Basilicata che lui ci aveva regalato un anno fa. Il racconto di un'emozione e di un legame con una terra che è storia, sapori, tradizioni attaverso il quale vogliamo ricordarlo.
Giuseppe Mango. Un saluto dalla redazione
Salutiamo così Giuseppe Mango, con il ritratto della sua Basilicata che lui ci aveva regalato un anno fa. Il racconto di un'emozione e di un legame con una terra che è storia, sapori, tradizioni attaverso il quale vogliamo ricordarlo.
a cura di
Ha colpito molto la scomparsa di Mango, così improvvisa e sotto gli occhi di tutti, e ha suscitato grande emozione un po' in tutta Italia. Anche qui in redazione, dove avevamo avuto modo di conoscere il cantautore di Lagonegro in occasione della passata edizione della guida Foodies, per la quale ogni anno chiediamo a 20 personaggi noti, del mondo dello sport o dello spettacolo, di farci da testimonial per la loro regione. Lui ci fece un ritratto della sua Basilicata, un territorio forte, estremo, ricco, ma ancora tutto da scoprire. Ci presentò un ritratto fuori dagli stereotipi, imprevisto ed emozionante, rivelandosi una guida appassionata, capace di cogliere gli aspetti più intensi e poetici del cibo, quelli che raccontano storie, territori, tradizioni e persone. Profumi e consistenze che abbiamo deciso di riproporre, per salutare così Giuseppe Mango.


Ai suoi virtuosismi vocali capaci di regalare ogni volta emozioni nuove, siamo avvezzi da anni. Non immaginavamo altrettanti virtuosismi in campo culinario. Ma tant'è. Mango è un grande poeta dei fornelli. Musica e cucina sono due amori cresciuti parallelamente nella sua vita, fin da quando era ragazzino, al punto che è difficile stabilire dove alberga la passione più grande. Nativo di Lagonegro, in provincia di Potenza, è un cultore dei sapori lucani, prigionieri di troppi luoghi comuni: “Dici Lucania e tutti subito parlano di salsiccia e soppressata, ma questa è terra di sapori che scuotono leggende, sapori frutto di braccia e di fatica. Qui è bello cominciare la giornata con la ricotta ancora calda che il contadino ti porta dalla sua fattoria che sta lungo la strada verso il lago Laudemio, magari arricchendola con piccole foglie di menta... E che dire di un uovo "cecato" (praticamente un occhio di bue), con sopra una grattatina di tartufo bianco del lagonegrese tra i migliori d'Italia (l'avresti mai detto?). La Lucania ti sorprende se sai cercare... Pensa alla poesia di una piccola insalatina di ovoli e porcini appena raccolti che le signore delle campagne del circondario portano al mercato, di mattina presto, con le loro ceste cariche di dolcissimi gelsi bianchi o di mele annurche. Avresti il coraggio di arretrare di fronte a un tagliolino sottile, fatto in casa, cotto al dente e saltato un secondo in padella, con un filo d'olio e quattro foglie di basilico, un tuffo d'aglio, spolverizzato di pecorino e cosparso di scaglie di rafano lucano? Vedi la Lucania vera è questa”. Cuoco istintivo, Mango è felice quando può mettere le mani in pasta “almeno per 10 persone”, però qualche volta si concede con la famiglia qualche escursione fuori: “Per gli amanti della carne, consiglierei di fare un salto alla Braceria di Lagonegro dove si può assaggiare dell'ottima podolica lucana; sempre in zona farei un salto da Civale, Agriturismo Valsirino, per gustare una montagna di antipasti straordinari, maccheroni ai ferri conditi con ragù di carne e, a parte, del pecorino delle nostre montagne oppure quello di Moliterno o di Filiano e, volendo, del peperoncino di Senise. Se si ha voglia di pesce direi di spostarci sul mare, magari da Cesarino a Cersuta di Maratea, dove riuscire a calibrare la scelta tra antipasti, primi e secondi diventa problematico, tanta è la varietà di proposte interessanti. Un altro posto, secondo me, speciale è Villa Cheta ad Acquafredda di Maratea...però...” Però? “Non ti ho parlato del baccalà in amore...”. Non c'è più spazio ma tanto lo ritroveremo nel libro di cucina che Mango sta finendo di scrivere: ricette, spartiti, racconti, poesie. Il suo mondo, un mondo di suoni e sapori. Tutti d'Oro (la citazione era d'obbligo, ndr).

a cura di Laura Mantovano
Foto: Mango official page
Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition