4 Giu 2015 / 13:06

Angola a Expo 2015. I contenuti del padiglione

a cura di
Un piatto tipico dell'Angola? La polenta. E poi la bisque di aragosta e il cartoccio di pesce spada. Ma la cucina angolana è soprattutto cultura e sapere che passano attraverso il ruolo delle donne. Protagoniste a Expo nel Padiglione Angola.
Angola a Expo 2015. I contenuti del padiglione
Un piatto tipico dell'Angola? La polenta. E poi la bisque di aragosta e il cartoccio di pesce spada. Ma la cucina angolana è soprattutto cultura e sapere che passano attraverso il ruolo delle donne. Protagoniste a Expo nel Padiglione Angola.
a cura di
Tutta la gallery
Chiudi gallery

Concept: Cibo e Cultura, Educare per Innovare

L’Angola vuole mostrare al mondo la sua cultura e l'anima della sua nazione attraverso la ricchezza e la diversità delle tradizioni culinarie angolane. La visita al padiglione del Paese si traduce dunque in un vero e proprio viaggio attraverso il cibo angolano, per capire come i suoi prodotti possano essere utilizzati dalle generazioni future per raggiungere stili di vita più sani e sostenibili.
Per far questo bisogna innanzitutto educare, partendo dalle scuole e dalle università, per giungere all'elaborazione di norme che regolino la produzione dei cibi locali e l'importazione di prodotti agroalimentari. Da una parte, dunque, si deve incoraggiare alle buone pratiche locali, figlie di antichi saperi e tradizioni secolari rivelatesi sostenibili e sane, dall'altra bisogna utilizzare le migliori tecnologie che la scienza offre per un percorso di sviluppo sostenibile. La mostra angolana, “Cibo e cultura, educare per innovare”, espone entrambe le iniziative, con particolare attenzione al ruolo delle donne, in quanto detentrici della tradizione. Le donne, infatti, svolgono un ruolo molto importante nella produzione e nella preparazione degli alimenti, e sono influenti nell'educazione a casa, nella gestione familiare, nell'igiene e nell'economia domestica.

Padiglione: baobab africano posto al centro della struttura

Il padiglione dell'Angola è ispirato all’Imbondeiro, baobab africano, nonché albero sacro nella cultura angolana. Si estende su una superficie di circa 2.000 metri quadri ed è costruito in materiali sostenibili, con una struttura molto semplice che può essere facilmente smontata e riutilizzata. Il Padiglione, tra i primi che si incontrano entrando dall’ingresso Ovest, è caratterizzato da facciate in legno modulate secondo le geometrie tipiche dei tessuti del Paese, grazie alle quali la luce naturale penetra gradevolmente nelle sale, e si snoda su tre livelli sovrastati da una grande terrazza dove sono presenti il ristorante, che propone piatti tipici, e spazi verdi coltivati con piante, ortaggi e frutta tipiche del Paese.

Percorso espositivo

Prima di accedere al percorso espositivo, lungo il perimetro esterno, sono disponibili dei visori (posti a doppia altezza, per adulti e per bambini) che permettono di ammirare, come attraverso un cannocchiale, i paesaggi più belli dell'Angola. L’esposizione, fatta di gigantografie, sagome in legno e schermi interattivi, continua con le ricchezze naturali e le risorse alimentari del Paese. Il tutto articolato in quattro capitoli: origini, crescita, sostenibilità e futuro. L'origine è rappresentata da un baobab africano, in forma stilizzata, posto al centro della struttura e dedicato alle donne angolane. Qui si possono ascoltare le interviste fatte alle più celebri rappresentanti del Paese africano. Sulle pareti della prima sala sono invece illustrate le principali forme di sostentamento alimentare del Paese: pesca, allevamento, agricoltura e apicoltura. Salendo al piano superiore, già lungo le scale, è possibile scoprire come la cucina angolana permetta di rispettare appieno la piramide alimentare, in quanto la natura fornisce tutti gli alimenti indispensabili alla corretta nutrizione. Si continua con un viaggio nell’alimentazione e nella gastronomia dell’Angola attraverso i piatti locali, i quali risentono di influenze brasiliane, portoghesi e persino italiane (basti pensare che uno dei piatti tipici è la polenta). Qui il visitatore può partecipare a uno dei molti showcooking organizzati. Al terzo piano vengono rappresentate le varie metodologie per trasformare, conservare e innovare il cibo. Infine, sulla terrazza, ci sono orti botanici e il ristorante panoramico, che offre specialità ittiche tipiche comeil cartoccio di pesce spada angolano o la bisque di aragosta.


http://en.expoangola.com

a cura di Annalisa Zordan

Per leggere Gran Bretagna a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Francia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Austria a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere USA a Expo 2015. I contenuti del padiglione cicca qui
Per leggere Cina a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Italia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Brasile a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Germania a Expo 2015. I contenuti del padiglione cliccaqui
Per leggere Svizzera a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Giappone a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Cile a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Belgio a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Santa Sede a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Israele a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Messico a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Spagna a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Emirati Arabi a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Paesi Bassi a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Kazakistan a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Malaysia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Repubblica di Corea a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Russia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Colombia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Marocco a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Angola a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui 
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition