5 Nov 2015 / 16:11

In viaggio. Puglia, autunno tra gli ulivi

Da Ostuni a Ceglie, nel Parco delle Dune Costiere, nel paradiso degli ulivi secolari.

In viaggio. Puglia, autunno tra gli ulivi

Da Ostuni a Ceglie, nel Parco delle Dune Costiere, nel paradiso degli ulivi secolari.

Tutta la gallery
Chiudi gallery

Lontano dalle pagine del jet set di attori, vip e politici, un'altra Puglia vive negli odori che in autunno preannunciano il riposo del fico e del mandorlo, nei colori degli ulivi ancora carichi che aspettano il primo freddo per regalare il prezioso oro verde. E nei sapori di formaggi e piatti della tradizione contadina.

C'è una campagna discreta, in Puglia: ha molte facce e non tiene conto delle suddivisioni amministrative, si colloca tra le province di Brindisi, di Bari e di Taranto. Qui una striscia di terra affascinante separa i due mari e conserva autentiche memorie agresti. Il territorio è quello del Parco Regionale delle Dune Costiere, un biotipo che riunisce la zona umida, l'oliveto, il fiume, le dune fossili, percorribile anche sui circuiti cicloturistici ben segnalati o grazie a 5 sentieri pedonali i cui tracciati sono scaricabili dal sito del Parco.

 

Ostuni

Sotto Ostuni si arriva facilmente a Masseria Brancati. E si capisce subito che si entra nel Parco Agricolo degli Ulivi Secolari: c'è una vera e propria selva di alberi a perdita d'occhio. Poderosi ulivi monumentali, censiti e datati con il carbonio14, spesso sorretti da tutori in tufo, testimoniano l'incredibile abilità di questa pianta di rigenerarsi prendendo direzioni inconsuete. Qui Corrado Rodio custodisce la memoria e la presenza di un frantoio ipogeo con diverse stratificazioni visibili, che permettono di apprezzare i diversi metodi di estrazione dall'epoca messapica preromana, fino al Rinascimento. E produce un extravergine dalle piante antiche di ogliarola salentina – le più affascinanti – e un monocultivar di coratina da un oliveto più moderno; qui è possibile fare un mini corso di degustazione. Più avanti ci si ferma a mangiare nella corte della Masseria Il Frantoio tra piante cascanti e bianchissimi muri a calce, su un tipico pavimento di pietre lisce dette chianche. Armando introduce i propri ospiti raccontando quei luoghi e i suoi piatti, frutto di ciò che offre il territorio: ciò che viene dall'orto e dall'agrumeto seicentesco, la pasta di casa, ma soprattutto porta in tavola la sua interpretazione stagionale delle ricchezze alimurgiche (ovvero delle erbe selvatiche). Non solo: da qui ci si può portare a casa una bella bottiglia di rosolio che proprio di queste erbe, bacche e frutti, fa tesoro. Nella parte bassa di Ostuni, invece, è stata recuperata una tradizione orticola urbana con il progetto I giardini della Grata dove acquistare prodotti bio e a km0.

 

Martina Franca

Arrivando nella bianca Martina Franca facciamo una tappa per uno shopping goloso. È la passione di tre amici per il capocollo, prodotto che qui tradizionalmente viene fatto in casa, a dar vita all'azienda Salumi di Martina Franca. Che ancora oggi realizza a mano, artigianalmente, tutti i salumi tipici della zona. Il capocollo, affumicato in una cella che sfrutta i fumi naturali provenienti dal camino, è acquistabile in diverse stagionature: strepitoso quello stagionato sei mesi con il suoi aromi che ricordano la cantina e le note di noci e mandorle tostate; da provare anche il filetto lardellato realizzato con carni provenienti da un progetto di allevamento sociale di maiale nero in Aspromonte: ha una parte magra molto ridotta, con un bel grasso il cui colore sfuma dal rosa antico al bianco avorio, succoso, morbido e tenace insieme.

 

Torre Guaceto

Verso il mare, grazie a un’instancabile opera di valorizzazione di tutta la comunità agricola, si coltiva il pomodoro fiaschetto, dalla buccia sottile che unisce un’acidità modesta a una dolcezza naturale e non eccessiva. Mario Di Latte, nella sua azienda Calemone nel cuore della Riserva Naturale di Torre Guaceto, coltiva e lavora questo ottimo prodotto che dà grandi soddisfazioni fresco, semisecco e lavorato per diventare una saporita passata. Si può acquistare anche fresco – oltre che già lavorato – direttamente in azienda.

 

Ceglie Messapica

Verso Ceglie Messapica, tra muri bianchi e rossi, ci si può fermare a dormire presso la Dimora Antonella, un b&b di campagna in armonia con la natura con un piccolo agrumeto. Seguendo muretti a secco e campi coltivati si arriva a Masseria Aia Antica, dove Enza insieme al marito alleva vacche (pezzate rosse e brune alpine), capre e pecore che alimenta con il proprio fieno. Ogni venerdì (la produzione è limitata) si produce un bel cacioricotta (latte di vacca e pecora) ottimo da grattugiare su un piatto di orecchiette al pomodoro fresco, oltre a una caciotta dalla giusta acidità che regala note proteiche e balsamiche che richiamano il pinolo. Non mancate di assaggiare il tradizionale biscotto cegliese, oggi Presidio Slow Food: un dolcetto che ben interpreta le specificità del territorio. Morbido, realizzato con pasta di mandorle aromatizzata naturalmente con gli agrumi, poi chiusa su un cuore di confettura di ciliegie. Un tempo era il dolcetto delle feste, da offrire agli ospiti. A noi piace molto quello del forno Allegrini. La Masseria Fragnite, a qualche chilometro di distanza, prepara oltre ai formaggi – tra cui caciocavallo fresco occhiato, latticini e stagionati – anche focaccia e calzone di cipolle e pane.

Poco più in là Ceglie Messapica: un paese rurale il cui spirito è stato interpretato con amore da Pamela Filomeno: nel suo b&b Sant'Anna si alloggia in cinque camere doppie ricostruite con cura per provare un piccolo viaggio nel tempo e nei ricordi. Fino al secolo scorso dimora del signore di questo quartiere del centro storico, poi abbandonata e recuperata con intelligenza rispettando spazi e sensazioni che raccontano ancora questa storia attraverso gli oggetti. Il nome è un omaggio alla protettrice delle partorienti, vista la naturale vocazione di questo quartiere, dove un tempo i contadini avevano per sé una stanza di 30 metri destinata proprio alle partorienti.

 

Cisternino

A Cisternino invece bisogna fermarsi a mangiare nel bistrot di Giardini 36, dove Catia e Davide cucinano tapas pugliesi con i prodotti del loro orto bio. Il bancone, realizzato con vecchie assi, è stato disegnato per loro da un architetto della zona; sul tavolo centrale albergano pale di fico d'india, mentre una saletta più appartata racconta il passato di questo territorio attraverso piccoli attrezzi di campagna esposti con gusto ed eleganza.

 

GLI INDIRIZZI

 

Dormire

Dimora Antonella | Ostuni (BR) | c.da San Benedetto | tel. 393 561 0182 | www.dimoraantonella.it| doppia con colazione 60-100 euro

b&b Sant'Anna | Ceglie Messapica (BR) | via G.B. Caracciolo, 61 | tel. 333 397 8524 | www.bbsantannaceglie.it | doppia con colazione 70-130 euro

 

Mangiare

Botrus | Ceglie Messapica (BR) | via Muri, 26 | tel. 0831 377817 | www.botrus.it|prezzo medio 45 euro vini esclusi

Giardini 36 | Cisternino (BR) | via Giardini, 36 | tel. 080 2471829 | prezzo medio 20 euro vini esclusi

Masseria Il Frantoio | Ostuni (BR) | ss 16 km 874 | tel. 0831 330276 – 380 432 9301 | www.masseriailfrantoio.it| prezzo medio 50 euro vini esclusi

Ristorante Cielo | Relais La Sommità | Ostuni (BR) | via S. Petrarolo, 7 | tel.0831.305925 |www.lasommita.it | prezzo medio 80 euro vini esclusi | 2 Forchette

 

Comprare

Masseria Aia Antica | Ostuni (BR) | c.da San Benedetto Piccolo | tel.0831.308293 – 333.3702506 | chiuso mai

Masseria Fragnite | Ceglie Messapica (BR) | via Ceglie-Ostuni, 102 | tel 0831.376365 |www.fragnite.it

Azienda Apistica Alveus | Martina Franca (TA) | via Castellana zona B/2 | tel. 080.4324034

I giardini della Grata | coop. Bio Solequo | Ostuni (BR) | via Custoza, 20 | tel.0831.305303

Salumi Martina Franca | Martina Franca (TA) | s.da Tre Piantelle, 20 | Zona F | tel. 080 4490533 | www.salumimartinafranca.it | vendita diretta su richiesta

Forno Allegrini | Ceglie Messapica (BR) | via Pisanelli, 14 | tel. 0831 383050 | www.allegrinitaly.com|

Azienda Agricola Calemone | Serranova di Carovigno (BR) | c.da Baccatani, 36 | tel.0831.555807 – 333.4561929 | www.calemone.it| vendita diretta in settimana

 

Vini & Oli

Cantina Albea | via Due Macelli, 8 | Alberobello (BA) | tel 080 4323548 | www.albeavini.com| visita guidata su prenotazione | 2 bicchieri rossi

Tenute Girolamo | via Noci, 314 | Martina Franca (TA) | tel. 080 4402088 | www.tenutegirolamo.itvisita guidata su prenotazione | 2 bicchieri rossi

Vini Classici Cardone | via Martiri della Libertà, 32 | Locorotondo (BA) | tel. 080 4312561 | www.cardonevini.com| 2 bicchieri |

Olio Intini | c.da Popoleto | Alberobello (BA) | tel. 080 4325983 | www.oliointini.it| visita guidata e degustazione | 3 foglie

Profumi Di Castro | Via Lecce di Speziale - fr. Speziale (BR) | tel. 080. 4810989 | www.profumidicastro.it| 3 foglie

 

a cura di Elisabetta De Blasi

Articolo uscito sul numero di Novembre 2015 del Gambero Rosso. Per abbonarti clicca qui

 

 

Per leggere In viaggio. Il nuovo volto di Riga che riscopre la sua identità clicca qui

Per leggere In viaggio. Colombia: la cucina mas rica del mondo clicca qui

Per leggere In viaggio. Imperdibile Göteborg clicca qui

Per leggere In viaggio. Mantova, non solo sbrisolona e tortelli clicca qui

Per leggere In viaggio. Aosta, 48 ore sulla cima del gusto clicca qui

Per leggere In viaggio. Umbria mistica tra olivi e vigne sulle Strade del Cantico clicca qui

Per leggere In viaggio. Gansu, la Cina dei monaci: spiritualità e sapori nel segno del Budda clicca qui

Per leggere In viaggio. Venezia: mangiare sulle isole per la Mostra del Cinema clicca qui

Per leggere In viaggio. Gallura, la Sardegna tra mare e cantine clicca qui

Per leggere In viaggio. Cicladi, il blu dell’Egeo e il verde degli orti clicca qui

Per leggere In viaggio. La costa dei trabocchi: l'Abruzzo che non ti aspetticlicca qui

Per leggere In viaggio. Il Val di Noto, tra barocco e tradizioni gastronomiche clicca qui

Per leggere In viaggio. Alla scoperta di Conegliano tra vini, formaggi e panorami da sogno clicca qui

Per leggere In viaggio. Cipro. L’isola dal sapore di fiaba clicca qui 

Per leggere In viaggio. 48 ore (ma anche di più) a Firenze. I consigli golosi di Leonardo Romanelli clicca qui

Per leggere In viaggio. Dolomiti Friulane: coltelli, selvaggina e salumi arcaici clicca qui 

Per leggere In viaggio. Genova, 48 ore nella città della Lanterna clicca qui

Per leggere In viaggio. Yorkshire, l'Inghilterra più foodie clicca qui

Per leggere In viaggio. Etna, Il sale del vulcano, il dolce del sole clicca qui

Per leggere In viaggio. Giro della Sicilia in 4 microbirrifici clicca qui

Per leggere In viaggio. Modena, ieri, oggi e domaniclicca qui

Per leggere In viaggio. Germania del Nord, sulle rotte della Lega Anseatica clicca qui

Per leggere In viaggio. Alla scoperta della Liguria di Ponente clicca qui

Per leggere In viaggio. Fusion madrileno: la new wave gastronomica ispano-asiatica in 4 indirizzi clicca qui
Per leggere In viaggio. Paesi Baschi vol. 2: tour alla scoperta dei pintxos di Bilbao clicca qui

Per leggere In viaggio. Cilento: terra di bufale, formaggi e dolci golosi clicca qui

Per leggere In viaggio. La Piccola Polonia da Cracovia ai Carpazi clicca qui

Per leggere In viaggio Dall'Appennino all'Adriatico nella Marca Fermana clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiare a Verona nei giorni del Vinitaly clicca qui

Per leggere In viaggio. Ginevra: verso l'Expo a passi ecosostenibili clicca qui

Per leggere In viaggio. Riga, la nuova cucina lettone clicca qui

Per leggere In viaggio. Agnone, nel paese delle campane tra soste golose e passeggiate nella natura clicca qui

Per leggere In viaggio. Sicilia d'inverno: nuovi locali e vecchie trattorie clicca qui

Per leggere In viaggio. Firenze: le belle arti… del quinto quarto clicca qui

Per leggere In viaggio. Bruges & Anversa: cioccolato, birra e la cucina dei Primitivi Fiamminghi clicca qui

Per leggere In viaggio. A Vienna per i 150 del Ring, tra caffè e giovani chef clicca qui

Per leggere In viaggio. Sapori di confine da Trieste al Carso clicca qui

Per leggere In viaggio. Cuba: racconto di una serata alcolica sulle tracce di Hemingway a la Habana clicca qui

Per leggere In viaggio. Paesi Baschi: tour alla scoperta dei pintxos di San Sebastian clicca qui

Per leggere In viaggio. Pantelleria. Alla scoperta della Figlia del Vento clicca qui

Per leggere In viaggio. Soave: a spasso tra vigneti e grandi tavole clicca qui

Per leggere In viaggio. La Piana di Sibari e i sapori del Pollino clicca qui

Per leggere In viaggio. Venezia: autunno in laguna clicca qui

Per leggere In viaggio. La Cina. Seconda tappa: Pechino e Shanghai clicca qui

Per leggere In viaggio. La Cina. Prima tappa: Xi’an, la capitale antica clicca qui

Per leggere In viaggio. Torino, il Salone del Gusto, la Reggia di Venaria clicca qui

Per leggere In viaggio. Il Frusinate: tesori d'Appennino clicca qui

Per leggere In viaggio. Val Tidone, quei sapori tra le vigne clicca qui

Per leggere In viaggio. Cadore: i sapori delle Dolomiti clicca qui

Per leggere In viaggio. Cosa porta con sé la Scozia se vota per l’indipendenza? Angus, whisky e ostriche clicca qui

Per leggere In viaggio. Conero da cima a fondo. Le sorprese delle Marche e della costa Adriatica clicca qui

Per leggere In viaggio. Il Sulcis Iglesiente, Carloforte e Sant'Antioco: la Sardegna tra mare e terra clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiareinLanghe, Roero e Monferrato. Consiglia Davide Palluda clicca qui

Per leggere In viaggio. In Salento tra panorami marini, vigneti, olivi secolari e arte barocca clicca qui

Per leggere In viaggio. A Genova e dintorni per scoprire i profumi e i colori di una terra stretta fra monti e mare clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiareinCosta Azzurra. Indirizzi golosi tra la Francia e l'Italia suggeriti da Mauro Colagreco clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiareinIstria. Itinerario goloso tra negozi e ristoranti suggeriti da Ana Roš clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiare a Formentera clicca qui

Per leggere In viaggio nel Pollino, il parco dei tesori clicca qui

Per leggere In viaggio da Trapani a Erice. Sale, aglio e genovese clicca qui

Per leggere In viaggio tra sassi e mare alla scoperta della provincia di Matera clicca qui

Per leggere In viaggio nella Penisola Sorrentina: oltre al mare c’è di più clicca qui

Per leggere nel cuore di Perugia. Indirizzi foodies e musica jazz clicca qui

Per leggere In Istria alla ricerca di sapori tra Croazia e Slovenia clicca qui

Per leggere In viaggio verso Foggia e la Daunia clicca qui

Per leggere In viaggio in Portogallo tra Porto e baccalà clicca qui

Per leggere In viaggio. InTrentino tra sapori di malga clicca qui

Per leggere In viaggio. Sulle strade della mozzarella clicca qui

Per leggere In viaggio nel Gran Paradiso tra fontina e ghiacciai clicca qui

Per leggere In viaggio.In Alsazia tra Reseling e foie gras clicca qui

Per leggere Piceno in tour alla scoperta di pecorino e olive ascolane clicca qui

Per leggere Sicilia occidentale in tour volume 1. Castel di Tusa, Palermo e Regale ali di Tasca clicca qui

Per leggere Sicilia occidentale in tour volume 2. Da Agrigento a Trapani passando per Marsala e la valle dei templi clicca qui

Per leggere Castellammare, Gragnano, Agerola, Furore, Amalfi. Storie, sapori e testimonianze dell'altra costiera clicca qui

Per leggere Molise panorami e sapori di una regione da scoprire clicca qui

Per leggere alla scoperta di una Puglia insolita clicca qui

Per leggere Vulture in tour un viaggio tra cantine e paesaggi straordinari clicca qui

 

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition