13 Mar 2013 / 18:03

Idea aperitivo per festeggiare la fumata bianca. La Veranda di fronte a San Pietro

E la moda del panino gourmet si impenna. Le paninerie, hamburgerie, taperie, bruschetterie o scarpetterie - basta che ci sia un gourmet a completare l'insegna - spuntano ormai come funghi. Moda milanese che ora impazza anche nella Capitale, è la tendenza più democratica o, azzardiamo, più popolare che ci sia. Quindi largo ai

http://med.gamberorosso.it/media/2013/03/335230_web.jpeg

E la moda del panino gourmet si impenna. Le paninerie, hamburgerie, taperie, bruschetterie o scarpetterie - basta che ci sia un gourmet a completare l'insegna - spuntano ormai come funghi. Moda milanese che ora impazza anche nella Capitale, è la tendenza più democratica o, azzardiamo, più popolare che ci sia. Quindi largo ai

panini purché il pane sia di qualità (e magari fatto con pasta madre) e il contenuto fatto di materie prime d'eccellenza.


Cavalca l'onda anche La Veranda, ristorante dell'Hotel Columbus a Palazzo della Rovere a Roma (a pochi passi da San Pietro) con il suo “Fast Lunch fino a fuori orario” dedicato anche a chi non è ospite dell'albergo. In pratica un menù di panini gourmet preparati espressi tutti i giorni, eccetto il week end, dalle 12 alle 16. Qualche esempio? Panino soffice al mais, spalla cotta di San Secondo alla griglia, bufala di Paestum affumicata gelatina di nero d’Avola.

 

 

Oppure medaglione ai semi di sesamo (qui sopra), hamburger di manza fassona piemontese (qui sotto), bacon croccante, cheddar, insalata di pomodori e cetrioli freschi.

 

 

Ma ce n'è anche per i vegetariani, per esempio con il medaglione ai semi di papavero, hamburger di ceci bio di Spello scarola saltata alla senape antica, pomodoro e veli di caciocavallo Ragusano. Tutti i panini (dai 10 ai 12 euro) possono essere preparati con pane senza glutine realizzato in una seconda cucina separata, riservata alla lavorazione dei cibi per celiaci.




Per i turisti della domenica, considerando la zona saranno molti, e gli amanti delle vie di mezzo tra colazione e pranzo, La Veranda propone il brunch domenicale con una doppia proposta: per adulti e per bambini.

 

 

Ispirazione classica neyorkese alla carta, anche in versione light, per il brunch dei più grandi, una proposta “servita” che si accompagna al Baby Brunch che punta sul sicuro con succo di frutta, cheeseburger e patatine fritte. Altra ventata di novità per La Veranda è il “Santo Aperitivo”. Il secondo appuntamento che giovedì 14 può essere l'occasione per festeggiare la nomina del nuovo pontefice: e allora Habemus Papam e via con un buon aperitivo per festeggiare la fumata bianca. “Questo giovedì proponiamo un menù tutto laziale, una vera e propria cena, fatta di mini porzioni o finger food, dall'antipasto al dolce” ci spiega lo chef Claudio Favale, che anticipa le portate: “Si comincia con carciofi violetti, burratina di Andria Dop, olive taggiasche e olio di mandorle; per continuare orecchiette di grano arso fatte in casa con cime di rapa, alici fresche, pomodorini secchi e Pecorino romano Dop; a seguire piccolo hamburger di manza piemontese (Oberto), bacon croccante, Cheddar cheese, insalatina, pomodoro, cetriolo e salsa Bloody mary e, se ancora non vi abbiamo convito, involtino di pesce sciabola gratinato agli agrumi con pinoli e uvetta di Corinto, con semi di finocchio e insalata calda di finocchi. Dulcis in fundo il "benedetto" tiramisù alla vaniglia di Tahiti, sablé di biscotto pralinato e croccante di fave di cacao”. Per quel che riguarda vini e birre? “Ovviamente laziali! Abbiamo optato per la birra artigianale del Borgo e i vini Falesco”.

La Veranda dell'Hotel Columbus
Borgo S.Spirito, 73, Roma
tel. 06.6872973

 

a cura di Annalisa Zordan

13/03/2013

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition