Mondate il prezzemolo, lavatelo e tritatelo finissimo insieme agli spicchi d'aglio spellati quindi mescolatelo con un bel pizzico di origano.

Lavate i pomodori, divideteli in due nel senso della lunghezza e svuotateli dai semi. Allineateli in una pirofila rettangolare, sistemandoli uno vicino all'altro con la parte tagliata in alto. Insaporiteli con sale e pepe e distribuitevi prima il trito preparato e poi l'olio.

Mettete la pirofila nel forno già scaldato a 160° e lasciate cuocere i pomodori per circa tre quarti d'ora.

Qualche minuto prima che siano pronti, cuocete la pasta, scolatela e versatela nella pirofila con i pomodori che, nel frattempo, avrete tolto dal forno.

Mescolate bene e servite le orecchiette spolverate di formaggio grattugiato.... 07 Gennaio 2008
Tuffate i pomodori per qualche secondo in acqua in ebollizione, passateli in acqua fredda e pelateli quindi privateli dei semi e spezzettateli.

Sciacquate i capperi per privarli del sale in eccesso quindi asciugateli con la carta da cucina. Snocciolate le olive e tagliatele a fettine.

Scaldate l'olio in una padella e fatevi imbiondire, a fuoco dolcissimo gli spicchi d'aglio, spellati e tagliati a fettine, e il peperoncino.

Quando l'aglio avrà preso colore e tenendo sempre la fiamma al minimo, sciogliete nell'olio 5 o 6 cm di pasta d'acciughe e subito dopo aggiungete i pomodori.

Proseguite la cottura a fuoco vivo per una decina di minuti fino a quando i pomodori si saranno quasi asciugati. Unite al sugo i capperi e le olive e lasciate cuocere ancora per qualche minuto.

Lessate la pasta, conditela con il sugo preparato e servitela cosparsa di prezzemolo tritato.... 07 Gennaio 2008
Infilate un guanto pesante [vanno bene quelli da lavoro o da giardino] nella mano sinistra e, con questa, prendete un riccio.

Usando un paio di forbici appuntite togliete una calottina tagliando tutto intorno quindi eliminate dall'interno i filamenti neri e con un cucchiaino asportate gli ovari tenendoli da parte.

Spellate gli spicchi d'aglio, schiacciateli leggermente e fateli imbiondire in un tegamino con l'olio insieme a pochissimo peperoncino.

Quando mancano pochi minuti alla cottura degli spaghettini, unite al soffritto l'interno dei ricci e lasciateli cuocere a fuoco dolcissimo per un minuto: dovranno solo scaldarsi.

Scolate la pasta al dente, conditela con il sughetto di ricci e servitela caldissima spolverata con del prezzemolo tritato.... 07 Gennaio 2008
Sciacquate i gamberetti e sgusciateli conservando teste e gusci. Lavate i pomodori e tagliuzzateli grossolanamente scartando i semi. Spellate e affettate lo scalogno e fatelo appassire in una padella con un cucchiaio d'olio.

Prima che prenda colore unitevi le teste e i gusci dei gamberi e fateli soffriggere a fuoco vivace per qualche minuto, mescolando quasi continuamente.

Quando avranno preso colore, unite i pomodori, sale e pepe e lasciate cuocere con il coperchio, a fuoco dolce, per una mezz'ora. A fine cottura passate il tutto al passaverdure montato con il disco più fine.

Lavate e asciugate il peperone e passatelo direttamente sulla fiamma del gas tenuta al massimo girandolo continuamente fino a quando la pelle sarà completamente nera e bruciacchiata.

Chiudetelo in un sacchetto di carta da pane e, appena si sarà intiepidito, spellatelo raschiandolo con un coltello. Ripulitelo bene, strofinandolo con carta da cucina quindi apritelo, mondatelo dai semi e dai filamenti bianchi e tagliatelo a listarelle piccole e sottili.

Scaldate un cucchiaio d'olio in una padella e fatevi appassire uno scalogno affettato quindi unite i gamberetti, salate e, dopo un minuto, unite anche il passato di pomodoro e le listarelle di peperone.

Regolate il sale e lasciate cuocere ancora per quattro o cinque minuti. Cuocete la pasta, conditela con il sugo preparato e completate con una macinata di pepe e con un cucchiaio di prezzemolo tritato.... 07 Gennaio 2008
Lavate e asciugate i pomodori e tagliateli a fettine lasciandoli cadere dentro un'insalatiera.

Al termine dell'operazione scolate dall'insalatiera l'acqua di vegetazione che si sarà depositata sul fondo e condite i pomodori con olio, poco sale [la ricotta è piuttosto salata] e pepe, basilico spezzettato e origano.

Grattugiate la ricotta usando una grattugia a fori grandi. Cuocete la pasta, scolatela, amalgamatela con l'insalata di pomodori e completate il condimento con la ricotta grattugiata.

Mescolate rapidamente e servite subito la pasta che dovrebbe essere gustata ancora calda.... 07 Gennaio 2008
Dal vostro pescivendolo fatevi sfilettare le triglie conservando teste e lische che vi serviranno per il fumetto. Scaldate un cucchiaio d'olio in una piccola casseruola e fatevi appassire lo scalogno finemente. Sciacquate le lische e le teste di pesce e unitele al soffritto quando lo scalogno avrà preso un leggero colore.

Lasciate insaporire per qualche minuto, mescolando spesso quindi bagnate con un bicchiere d'acqua, salate e unitevi i grani di pepe e qualche gambo di prezzemolo.

Fate alzare il bollore quindi, abbassate la fiamma e lasciate cuocere il fumetto per una ventina di minuti. Nel frattempo scaldate un cucchiaio d'olio in un tegame e fatevi leggermente imbiondire lo spicchio d'aglio schiacciato.

Unite la polpa di pomodoro, salate e lasciatela cuocere a fuoco vivace per qualche minuto. Passate il fumetto da un colino, schiacciando bene e aggiungetelo al pomodoro.

Fate cuocere il sugo a fuoco vivace per una decina di minuti fino a quando sarà quasi asciugato e, a questo punto unitevi i filetti di triglia [controllate che non vi siano rimaste spine: in tal caso toglietele con delle pinzette].

Il pesce dovrà cuocere soltanto per quattro o cinque minuti e durante la cottura dovrete sminuzzarlo con la forchetta in modo che alla fine il sugo risulti omogeneo e ben amalgamato.

Cuocete le pennette, scolatele al dente e fatele saltare per un minuto nella padella con il sugo. Servitele caldissime spolverate di prezzemolo e di pepe appena macinato.... 07 Gennaio 2008
Staccate la testa delle acciughe, apritele in due e svuotatele dalle interiora e dalla lisca. Lavatele in acqua corrente, asciugatele appoggiandole su un doppio foglio di carta da cucina e dividete ognuna in otto pezzetti.

Spuntate i peperoncini dalla parte del gambo e svuotateli dai semi usando un coltellino sottile. Lavateli e affettateli ricavandone degli anelletti alti circa mezzo cm.

Prima di preparare il sugo, che deve cuocere pochissimo, mettete a cuocere i fusilli quindi scaldate l'olio in una padella e fatevi rosolare gli spicchi d'aglio spellati e schiacciati.

Quando l'aglio è imbiondito, scartatelo e versate nella padella i peperoncini. Fateli saltare per pochi minuti a fuoco vivace quindi aggiungetevi le acciughe e proseguite la cottura per altri quattro cinque minuti.

Insaporite con sale e pepe quindi scolate la pasta ancora un po' al dente, versatela subito nella padella e fatela insaporire per un paio di minuti nel sugo preparato, mescolandola continuamente. Servitela ben calda.... 07 Gennaio 2008
Pulite e spellate le seppie conservando le vescichette con l'inchiostro. Lavatele più volte sotto l'acqua corrente quindi dividete i tentacoli e tagliate le sacche a striscioline.

Tuffate i pomodori in acqua in ebollizione per pochi secondi, passateli sotto l'acqua fredda quindi spellateli, scartate i semi e tritateli grossolanamente.

Spellate la cipolla, affettatela sottilissima e tritate lo spicchio d'aglio. Scaldate l'olio in un tegame e fatevi appassire la cipolla insieme all'aglio fino a quando comincia a prendere colore.

Unite le seppie e fatele rosolare, a fiamma vivace, per qualche minuto, mescolando spesso. Insaporite con sale e pepe e, quando si saranno quasi asciugate, versate nel tegame i pomodori e, dopo qualche minuto, anche le vescichette con l'inchiostro.
Abbassate la fiamma, incoperchiate e proseguite la cottura per una ventina di minuti o fino a quando le seppie saranno tenere.

Controllate che non si asciughino troppo ed, eventualmente, aggiungete qualche cucchiaio d'acqua.

Lessate gli spaghetti, scolateli al dente, conditeli con il sugo preparato e spolverateli con il prezzemolo tritato.... 07 Gennaio 2008
Lavate più volte le vongole quindi tenetele a bagno in acqua leggermente salata per qualche ora per farle spurgare dalla sabbia.

Pulite le cozze tenendole sotto il getto dell'acqua e passandole contemporaneamente con uno spazzolino duro. Svuotate i calamari, spellateli e tagliateli a striscioline sottili.

Sgusciate i gamberetti e divideteli in due. Tuffate i pomodori nell'acqua bollente per pochi secondi quindi passateli nell'acqua fredda, spellateli, mondateli dai semi e tritateli.

Mettete le cozze e le vongole in un tegame grande, incoperchiate e mettetelo sulla fiamma, scuotendolo ogni tanto.

Quando i molluschi saranno tutti aperti tirateli su con la schiumarola e sgusciateli, scartate quelli rimasti chiusi e conservatene qualcuno intero per decorare il piatto.

Scaldate l'olio in un tegame e fatevi imbiondire gli spicchi d'aglio schiacciati, quindi versatevi i pomodori tritati e tutta l'acqua emessa dai molluschi, debitamente filtrata.

Mescolate, fate prendere l'ebollizione quindi unite i calamari, insaporite con sale e pepe e lasciate cuocere, a fuoco moderato per circa tre quarti d'ora, fino a quando saranno teneri.

Unite allora i gamberetti, le vongole e le cozze e proseguite la cottura per altri due o tre minuti.

Nel frattempo avrete lessato la pasta: scolatela, conditela con il sugo di pesce, unitevi il prezzemolo tritato e decorate il piatto con le vongole e le cozze lasciate intere.... 07 Gennaio 2008
Lavate i pomodori e tagliateli a fette orizzontali di circa un cm di spessore. Ungete la placca del forno con un cucchiaio d'olio e sistematevi le fette di pomodoro in un solo strato.

Spellate gli spicchi d'aglio e tritateli finissimi insieme a cinque o sei foglie di basilico. Cospargete il trito sulle fette di pomodoro e completate il condimento con sale, pepe e olio.

Mettete la placca nel forno precedentemente scaldato a 200° e lasciate cuocere per circa un'ora fino a quando i pomodori saranno teneri e avranno preso un leggero colore caramellato.

Togliete la placca dal forno e schiacciate i pomodori con la forchetta in modo da formare una salsa cremosa. Cuocete la pasta, scolatela e versatela sulla placca con i pomodori ancora caldi.

Mescolate bene in modo da raccogliere tutto il condimento e completate con il pecorino e con una macinata di pepe fresco. Servite caldo.... 07 Gennaio 2008

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition