10 Giu 2013 / 10:06

Progetto Mozao. La prima tigelleria take-away di Roma si prepara ad aprire i battenti grazie al crowdfunding

Dopo i panini gourmet, i tramezzini, le piadine e i trapizzini, arrivano in città anche le tigelle emiliane, pronte a conquistare il pubblico dei golosi romani. Due ragazzi esperti di grafica e web design si lanciano così nel mondo dello street food take-away.
Progetto Mozao. La prima tigelleria take-away di Roma si prepara ad aprire i battenti grazie al crowdfunding
Dopo i panini gourmet, i tramezzini, le piadine e i trapizzini, arrivano in città anche le tigelle emiliane, pronte a conquistare il pubblico dei golosi romani. Due ragazzi esperti di grafica e web design si lanciano così nel mondo dello street food take-away.
Tutta la gallery
Chiudi gallery
Non è una pizzetta, non è un panino, non è una piadina, non è una focaccia: è la tigella di Mozao. Siamo nuovamente nella capitale pronti a scoprire un nuovo format di cibo da strada, il tanto acclamato street food che sembra essere la vera tendenza italiana degli ultimi tempi e che verrà celebrato nell’omonima guida del Gambero Rosso in uscita tra qualche settimana.
In questo caso, come spesso accade, due ragazzi appartenenti a un settore lontano dalla gastronomia, come quello della grafica pubblicitaria e del web design, decidono di seguire la passione comune per la cucina e intraprendere il primo progetto romano di tigelleria take away. Tutto parte dalle origini emiliane di Clara, ideatrice insieme a Riccardodel progetto, e dalla sua abilità nel realizzare le tigelle in casa per gli amici; poi la nascita del nome: Mozao, ovvero "Ma ciao" pronunciato con l'accento emiliano. La nuova tigelleria capitolina è ormai quasi pronta per partire, ma i due soci stanno raccogliendo attraverso un sistema di crowdfunding gli ultimi fondi sul loro sito per acquistare le attrezzature necessarie all'apertura. “La nostra idea” ci racconta proprio Clara “sarebbe quella di aprire l'attività in zona Rione Monti: adoriamo il quartiere, l'aria che si respira e la tipologia di persone che passeggiano in quelle vie sarebbe perfetta per il nostro prodotto”.
Intantosono già presenti sul sito web alcune tipologie di piadine che faranno parte del menu di Mozao: Creativocon tomino, mousse di cavolo rosso, uvetta, pinoli; Euforicocon mortadella, robiola e pistacchi; la tigella Zozzonacon battuto di lardo, aromi e scaglie di parmigiano, la vegetariana Ammiccantecon ratatouille di melanzane, menta e mascarpone, e la tigella dolce con Nutella, ricotta e granella di nocciole.
La nostra intenzione” continua a spiegarci Clara “è di aprire un tigelleria da asporto, ma punteremo molto sulla partecipazione e creazione di eventi in cui risaltare il piacere del cibo, perché è bello vedere come un piatto possa riunire le persone. Uniremo la nostra formazione creativa con il cibo, creando inusuali presentazioni e allestimenti.
Mozaoinfatti è già stato protagonista insieme ad altre realtà romane della giornata WiFi Art dedicata allo street food al Circolo degli Artisti, e il 13 giugno organizzerà un aperitivo a base di tigelle al Porto Fluviale con un esclusivo showcooking.

Progetto Mozao
http://www.mozao.it/
Facebook: https://www.facebook.com/mozao.it
Youtube: http://www.youtube.com/user/MozaoVideo
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition