10 Set 2013 / 18:09

Vendemmia 2013, per l'Italia produzione in impennata: ci si avvicina ai 45 milioni di ettolitri

Le previsioni di Agrinsieme, Federvini e Uiv indicano un +7% sul 2012 con una buona qualità su tutto il territorio nazionale. Attesi vini bianchi di ottima qualità.

Vendemmia 2013, per l'Italia produzione in impennata: ci si avvicina ai 45 milioni di ettolitri

Le previsioni di Agrinsieme, Federvini e Uiv indicano un +7% sul 2012 con una buona qualità su tutto il territorio nazionale. Attesi vini bianchi di ottima qualità.

Produzione vicina a 45 milioni di ettolitri (+7% sul dato Istat 2012) e una buona qualità su tutto il territorio nazionale. È la previsione di Agrinsieme, su cui convergono anche Federvini e Unione italiana vini, per la vendemmia in corso, a seguito di un monitoraggio del territorio vinicolo italiano. “Per la prima volta quest’anno le nostre organizzazioni hanno monitorato insieme l’andamento del settore”, dice il coordinatore di Agrinsieme, Giuseppe Politi e hanno condiviso le riflessioni ricavate dai propri osservatori economici”. Le tre sigle nei giorni scorsi hanno ribadito l'impegno a lavorare insieme a Mipaaf, Agea (Agenzia Erogazioni in Agricoltura) e Istat per rendere più efficiente il lavoro di analisi previsionali delle produzioni.
La produzione 2013 risulta non abbondante e su livelli leggermente sotto la media dell’ultimo quinquennio. Il quadro appare comunque abbastanza omogeneo a livello nazionale, in termini di intensità di aumento percentuale.“Le aspettative dei nostri produttori sono incoraggianti” afferma il presidente di Uiv (Unione Italiana Vini), Domenico Zonin“benché la situazione sia molto differenziata a livello locale in alcune regioni, nel complesso si delinea una sostanziale stabilità a livello nazionale”.
Forti grandinate hanno provocato danni nel Nord Italia, ma in taluni casi il recupero è stato importante e la quantità è di poco al disotto della media.“Nella maggior parte dei casi”spiega il presidente di Federvini, Lamberto Vallarino Gancia “le variazioni climatiche che ancora potrebbero interessare le regioni italiane ci obbligano a essere cauti, ma sia le condizioni ambientali sia i segnali colti in vigna ci consentono di essere ottimisti per il livello qualitativo dei nuovi vini”. Sarà un'annata favorevole ai bianchi, con ottimi livelli di qualità; mentre per i vini rossi si attende un raccolto in linea con i dati 2012.
Nessuna preoccupazione per il bilancio produttivo Ue: con Spagna in netto aumento e Francia in calo di 5/6 milioni di ettolitri, l'Europa dovrebbe confermare il raccolto della passata vendemmia.

a cura di Gianluca Atzeni

www.federvini.it
www.uiv.it

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Dal 1986 ad oggi

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition