1 Apr 2014 / 11:04

A Rieti la trattoria La Palazzina lancia la prima Carta dei Peperoncini. Nell'ambito del progetto Officina del Peperoncino

Rieti Cuore Piccante è una Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino che ha generato un laboratorio permanente con l'obiettivo di diffonde uso e conoscenza di questo prodotto. In questo contesto è nata, in un ristorante, la prima carta che ne suggerisce impieghi e abbinamenti ideali.
A Rieti la trattoria La Palazzina lancia la prima Carta dei Peperoncini. Nell'ambito del progetto Officina del Peperoncino
Rieti Cuore Piccante è una Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino che ha generato un laboratorio permanente con l'obiettivo di diffonde uso e conoscenza di questo prodotto. In questo contesto è nata, in un ristorante, la prima carta che ne suggerisce impieghi e abbinamenti ideali.
La trattoria la Palazzina di Rieti ha creato la prima carta interamente dedicata al peperoncino. Grado di piccantezza, provenienza e abbinamenti suggeriti in un menu a se. L'iniziativa si colloca nel progetto Officina del Peperoncino, un laboratorio permanente che si è generato dalla Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino, Rieti Cuore Piccante, una manifestazione cresciuta negli ultimi anni e che ha fatto diventare la cittadina laziale capitale italiana di questo particolare prodotto. Da pochi giorni sarà possibile trovare, insieme al menu del ristorante, una lista che comprende 50 diverse specie di capsicum provenienti da tutto il mondo e coltivate in loco, grazie al progetto del Campo Catalogo di peperoncini portato avanti dal Centro Appenninico Carlo Jucci e alla collaborazione con Les Epiciers di Rieti, fornitori delle molte piante aromatiche biologiche usate dalla trattoria.
I peperoncini coltivati nella Piana Reatina sono stati selezionati dal ristorante, alcuni travasati e conservati in serra durante l'inverno, mentre altri sono stati raccolti e sottoposti ad abbattimento di temperatura in modo da conservarne intatte tutte le proprietà organolettiche.
L'Officina del Peperoncino è nata quasi per gioco dalla mia passione per la cultura piccante ed è stata pensata come una fucina di idee innovative, un luogo dove sperimentare ricercatezze e sapori piccanti , abbinamenti insoliti, soprattutto per i 'fanatici' del peperoncino” ha spiegato Giuseppe Amici, patron della Trattoria. “Dopo quasi un anno dal lancio dell'Officina e dopo molti esperimenti ed accostamenti a cui anche i nostri clienti hanno contribuito, abbiamo deciso di offrire qualcosa di più che una sfilza di piatti a base di peperoncino, ma una vera e propria Carta dei Peperoncini, da scegliere in base al grado di piccantezza, alla provenienza o all'abbinamento consigliato”.
Sarà così possibile, senza dover aspettare Rieti Cuore Piccante, degustare fin da questa primavera il famosissimo e letale Trinidad Scorpion, che si consiglia di maneggiare letteralmente con i guanti, il messicano Ancho Poblano, poco piccante ma eccezionale con gli spaghetti, o ancora il meno noto Black Knight, consigliato in abbinamento con le zuppe di legumi.

Trattoria La Palazzina | Via Angelo Maria Ricci 107, Rieti | Tel. 335.75.55.085 | www.officinadelpeperoncino.org
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition