21 Nov 2014 / 15:11

Cucine di Strada a Firenze. Il Tepidarium del Roster ospita il primo beer e street food festival in città

Cibo italiano e dal mondo, con rappresentanze in arrivo da Marocco, Messico e Perù per accostare sapori esotici alle più tradizionali tigelle romagnole, arancine e porchette. Tre giornate ospitate al Tepidarium del Roster nel Giardino dell’Orticoltura per scoprire l’abbinamento tra le migliori cucine di strada e la birra artigianale - italiana e straniera - selezionata da Fermento Birra. Tra degustazioni, cooking show, incontri.
Cucine di Strada a Firenze. Il Tepidarium del Roster ospita il primo beer e street food festival in città
Cibo italiano e dal mondo, con rappresentanze in arrivo da Marocco, Messico e Perù per accostare sapori esotici alle più tradizionali tigelle romagnole, arancine e porchette. Tre giornate ospitate al Tepidarium del Roster nel Giardino dell’Orticoltura per scoprire l’abbinamento tra le migliori cucine di strada e la birra artigianale - italiana e straniera - selezionata da Fermento Birra. Tra degustazioni, cooking show, incontri.
La moda dello street food impazza in tutta Italia, tra rassegne che celebrano tradizioni secolari e festival dedicati alla rivoluzione dei food truck. Poteva Firenze – patria del lampredotto e non solo, con i suoi vinai (vecchi e nuovi) che ristorano i passanti a suon di schiacciata e finocchiona accompagnata da un calice di buon rosso toscano – restare a guardare?
Il turbinio della Biennale Enogastronomica che fino alla fine del mese moltiplica in città le iniziative che celebrano la buona tavola offre l’occasione perfetta per promuovere la prima edizione di Cucine di Strada, il festival dedicato a birra e street food in programma nella serra del Tepidarium del Roster dal 21 al 23 novembre. Trenta differenti cibi di strada in arrivo dall’Italia e dal mondo, trenta birre artigianali per tre giorni di rassegna, organizzati con la collaborazione di Fermento Birra (per la selezione delle birre alla spina in degustazione, italiane e straniere da Belgio, Scozia e Inghilterra) e Chef Kumalé – al secolo Vittorio Castellani – meritevole di aver riunito a Firenze non solo le migliori cucine di strada della Penisola, ma anche proposte esotiche come le Chifles peruviane (frittelle di platano verde), la Tajine di manzo con le prugne dal Marocco, le Alitas di pollo messicane. Per l’Italia una ricca rappresentanza dall’Emilia Romagna, dal Lazio (con i Trapizzini di Stefano Callegari a farla da padroni), dalle Marche, dall’Umbria, dalla Sicilia e immancabilmente dalla Toscana con lampredotto, trippa e porchetta.
Passeggiando – muniti di tracollina e bicchiere a 3 euro - tra una tigella e un cremino fritto, tra un neccio e un cannolo siciliano, i visitatori saranno indirizzati nella scelta della birra dai mastri birrai presenti in sala, mentre Fermento Birra Magazine proporrà una serie di incontri, degustazioni guidate, cooking show, presentazioni di libri per raccontare l’universo brassicolo.


Cucine di Strada | Tepidarium del Roster, Giardino dell’Orticoltura, via Vittorio Emanuele II, Firenze | Dal 21 al 23 novembre, venerdì 17-24, sabato 11-24, domenica 11-21 | Ingresso gratuito (tracolla e calice 3 euro) | www.cucinedistrada.it
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Dal 1986 ad oggi

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition