12 Feb 2016 / 15:02

Just Eat compra Pizzabo. La storia infinita della start up che consegna la pizza a domicilio

Dopo un anno dall'acquisto milionario, Pizzabo passa ancora di mano. La compra Just Eat che approfitta della “svendita” di Rocket Internet. Come si assestano gli equilibri internazionali del food delivery. 

Just Eat compra Pizzabo. La storia infinita della start up che consegna la pizza a domicilio

Dopo un anno dall'acquisto milionario, Pizzabo passa ancora di mano. La compra Just Eat che approfitta della “svendita” di Rocket Internet. Come si assestano gli equilibri internazionali del food delivery. 

Pizzabo. Le origini, la storia

Un anno fa la notizia della cessione milionaria aveva fatto il giro della rete. Ora per Pizzabo si apre l'ennesimo capitolo di un'epopea iniziata nel 2010 a Bologna, dove un giovane Christian Sarcuni lanciava una start up semplice ed efficace per la consegna a domicilio della pizza (rispondendo all'ingente richiesta della città universitaria per eccellenza). Negli anni a seguire il sistema ebbe successo, il servizio si estese ad altre città del Nord Italia. Poi, a febbraio 2015 l'offerta da capogiro di Rocket Internet, lo società di e-commerce tedesca che all'epoca metteva sul piatto 51 milioni di euro per acquistare Pizzabo e consolidare così la sua presenza nel mercato dell'internet of Food. Affare fatto (e chi avrebbe rifiutato!), nei mesi scorsi Pizzabo ha cambiato nome - ora si chiama Hellofood – rinnovato il sito, scommesso su un riposizionamento geografico che ha portato all'assunzione di nuove persone. E lo scorso dicembre è stata premiata durante l'open summit di Startup Italia! come uno dei dieci migliori casi di imprenditoria del 2015. Ma la storia non finisce qui.

Arriva Just Eat. E conclude un affare!

Dodici mesi dopo l'acquisto eclatante, Rocket Internet ha deciso di sbarazzarsi di Pizzabo “per ridurre la complessità degli investimenti”, dichiarano da Berlino, che concretamente significa offrire al mercato la start up nell'ambito di un'operazione che coinvolge anche il sito spagnolo Nevera Roja. Valore delle contrattazioni 125 milioni di euro, subito sborsati da Just Eat per assicurarsi l'affare. Perché in fondo di affare si tratta, dal momento che Rocket Internet aveva pagato per le due start up una cifra complessiva di 131 milioni e nell'affare rientrerà anche la divisione latinoamericana di Foodpanda. Il passaggio di consegne si è già concretizzato e consentirà a Just Eat (fondazione danese, oggi londinese, a diffusione internazionale con una rete di 61mila ristoranti take away) di rafforzare ulteriormente la sua leadership nel mercato del food delivery in Italia, dopo l'acquisto nei giorni scorsi di Clicca e Mangia a Milano e DeliveRex a Roma.

D'altro canto la ritirata di Rocket Internet conferma la volontà di uscire da mercati che non hanno garantito i risultati sperati. Il futuro di Pizzabo? “Ci saranno innanzitutto sinergie di marketing, di talenti e operative” ha rivelato Daniele Contini, country manager di Just Eat, al Sole 24 Ore. Ma i due servizi resteranno distinti, almeno per il momento, secondo gli intenti di Sarcuni, che ha in previsione di continuare a raddoppiare il business anno dopo anno.  

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition