18 Feb 2016 / 14:02

Taste Firenze 2016. Le novità dell'undicesima edizione alla Leopolda

Si avvicina l'appuntamento fiorentino con il salone delle eccellenze gastronomiche italiane, in scena dal 12 al 14 marzo, con il coinvolgimento di oltre 340 piccole e medie aziende del gusto italiane. Ecco le novità. 

Taste Firenze 2016. Le novità dell'undicesima edizione alla Leopolda

Si avvicina l'appuntamento fiorentino con il salone delle eccellenze gastronomiche italiane, in scena dal 12 al 14 marzo, con il coinvolgimento di oltre 340 piccole e medie aziende del gusto italiane. Ecco le novità. 

È ormai pronta a entrare in scena l’undicesima edizione di PITTI Taste alla Stazione Leopolda di Firenze. Il salone-evento dedicato alle vere eccellenze italiane alzerà il sipario dal 12 al 14 marzo con oltre 340 aziende selezionate, piccoli e medi produttori e aziende che rappresentano l’italian lifestyle, un’occasione per buyer italiani e soprattutto internazionali di trovare un contenitore che racchiuda tutto il meglio che può offrire il nostro territorio. Infatti, anche in questa occasione, l’organizzazione, guidata dal gastronauta Davide Paolini, non è scesa a compromessi, evitando che i grandi player e le grandi industrie di settore potessero accedere alla manifestazione.

Sono 65 i nuovi espositori rispetto alla scorsa edizione, tutte le regioni italiane sono rappresentate, a differenza del 2015 quando non c'erano alfieri del Molise. Ampio spazio sarà garantito all’olio vista l’annata particolarmente travagliata vissuta da molti produttori nel 2014, sotto i riflettori con un primo approfondimento incentrato su come preservare un prodotto di qualità da truffe e campagne denigratorie.

Le altre due tematiche affrontate nei Taste ring saranno incentrate sulla crescita esponenziale dei birrifici artigianali - ormai 650 in Italia - e sul loro potenziale mercato (presenti Teo Musso, Agostino Airoli, Eugenio Pellicciari, Leonardo Di Vincenzo), e sul boom del panino gourmet (e perché no, vegano), con Alessandro Frassica di 'Ino e Tommaso Mazzanti dell'Antico Vinaio.

E le novità di quest'anno riguardano anche l'allestimento – ispirato alla vivacità delle feste patronali, a cura di Alessandro Moradei - con l'apertura di nuovi percorsi nel piazzale e nel foyer del Teatro dell'Opera e l'utilizzo dell'ex magazzino Alcatraz, annesso alla Leopolda.

Come per tutte le altre edizioni, anche questa sarà caratterizzata dai numerosissimi appuntamenti del “FuoridiTaste”, oltre 150 sparsi per tutta la città.

 

a cura di Paolo Pojano

 

www.pittiimmagine.com

www.fuoriditaste.com

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Dal 1986 ad oggi

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition