24 Feb 2016 / 11:02

La nuova sede di Percorsi di Gusto di Marzia Buzzanca all'Aquila. E la storia ricomincia (di nuovo)

Era sopravvissuta nel cuore di una città sconvolta dal terremoto del 2009, con la voglia di continuare a parlare d'eccellenza, pur circondata dalle macerie. Qualche tempo fa l'ennesimo ostacolo l'ha costretta a un trasloco forzato, ma ora la pizzeria gourmet dell'Aquila rinasce fuori dalle mura. 

La nuova sede di Percorsi di Gusto di Marzia Buzzanca all'Aquila. E la storia ricomincia (di nuovo)

Era sopravvissuta nel cuore di una città sconvolta dal terremoto del 2009, con la voglia di continuare a parlare d'eccellenza, pur circondata dalle macerie. Qualche tempo fa l'ennesimo ostacolo l'ha costretta a un trasloco forzato, ma ora la pizzeria gourmet dell'Aquila rinasce fuori dalle mura. 

Tutta la gallery
Chiudi gallery

Oltre il terremoto. La storia di Marzia

Marzia Buzzanca è una donna coraggiosa. Quanto spesso in rete si leggano aggettivi usati a sproposito è cosa nota. Ma stavolta la storia è diversa, perché è difficile negare l'impegno di una professionista che sola, pur di fronte a mille ripartenze, ha saputo rimboccarsi ogni volta le maniche. E continua, sola, ad andare dritta per la sua strada. Anche quando quel cammino in solitaria si fa più tortuoso, e gli ostacoli sembrano non finire mai. Marzia Buzzanca è la titolare coraggiosa – ché ripeterlo giova alla comprensione – di Percorsi di Gusto, pizzeria e ritrovo gourmet nel centro dell'Aquila. Come la sua, nella città che ha smesso di vivere in una notte di terrore di aprile 2009, di storie ce ne sono tante. Perché il terremoto che ha seminato macerie non è riuscito a spezzare la forza d'animo di una comunità che da anni lotta per la ricostruzione, mentre ha ripreso a coltivare le proprie abitudini e perseguire le proprie passioni. Certo, non è stato semplice, ma anche Marzia ha scelto di continuare a fare quello che le riusciva meglio, emozionare i clienti seduti alla sua tavola, sfornare quelle pizze (scuola Simone Padoan) che le hanno garantito stima e apprezzamento ben oltre i confini regionali, anche lei nel novero degli ambasciatori della buona pizza italiana. Ecco perché il locale di via Leosini, qualche mese dopo il terremoto, riapre i battenti.

Da Vinalia a Percorsi di Gusto

D'altronde l'avventura di Percorsi di Gusto all'epoca era avviata da poco, dopo anni di militanza in sala e cucina in qualità di sommelier professionista e cuoca come proprietaria dell'Enoteca Vinalia, dove la storia nella ristorazione di Marzia Buzzanca prende le mosse (qui cresceranno William Zonfa e Felice Sgarra prima di intraprendere la propria strada). Poi arriva l'insegna di via Leosini, la voglia di sperimentare ancora. A questo punto della narrazione la storia si impenna: la sequenza dei mesi a venire si fa più concitata. Le prime soddisfazioni (al suo fianco c'è la nipote Tania), il terremoto che infrange il sogno, la trasferta da Simone Padoan ai Tigli per imparare l'arte dell'impasto e la ripartenza di quel ristorante pizzeria dove si inventano piatti raffinati votati alla qualità della materia prima e si sfornano pizze che esaltano le migliori eccellenze del territorio. Gli anni passano, nella città fantasma che circonda i Percorsi di Gusto non cambia poi molto, ma l'attesa per una ricostruzione che non arriva mai non scoraggia Marzia e la sua squadra, e a ragione, perché i clienti continuano a premiarla.

Il nuovo Percorsi di Gusto

Poi, qualche mese fa, una nuova battuta d'arresto, l'ennesimo ostacolo: il palazzo che ospita il ristorante non è più sicuro, necessità di lavori di ristrutturazione. E Percorsi di Gusto chiude, temporaneamente. “A un certo punto ho smesso di parlare di rinascita. In questa città quando cerchi di ricostruire qualcosa c'è sempre un ostacolo in più da superare; non è una rinascita, ma una sfida continua”. E Marzia, ancora una volta, ha accettato di sfidare la sorte, anche se “l'investimento di forze si fa sentire non solo a livello economico, ma soprattutto personale”. Dopo un mese e mezzo di chiusura, oggi Percorsi di Gusto riapre i battenti in una nuova sede, appena fuori dalle mura di quella città diventata ostile, in viale della Croce Rossa: “Si potrebbe dire che sono una cuoca itinerante... Nella mia città!”, riflette ad alta voce con un sorriso amaro, ma carico di energia, Marzia.

Come sarà il nuovo Percorsi di Gusto? “La filosofia resta invariata, lo spazio a disposizione aumenta e ci concede di allestire qualche coperto in più, una decina di posti (40 in tutto), in una saletta dove abbiamo rispolverato i vecchi tavoli di Vinalia”, come a volersi far forza condensando nella nuova casa pezzetti di vita trascorsi in cucina. Poi ci sarà uno spazio esterno per la bella stagione (e anche un parcheggio per i clienti), da cui godere dell'illuminazione che ha restituito alle mura cittadine una nuova dignità, perché a saper guardare con gli occhi dell'ottimismo all'Aquila qualcosa finalmente si muove, “e ora la passeggiata lungo le mura è davvero magnifica”. In cucina si ricomincia con le pizze (e la carta) di sempre, secondo disponibilità stagionale degli ingredienti, ma da subito fa il suo esordio una nuova creazione gourmet ispirata dal “vicino di casa” che Marzia ha trovato in via della Croce Rossa, una birreria, e dalla sua passione per la birra artigianale: pizza con gelatina di birra, maialino e limone. Il locale sarà aperto a pranzo e cena, ma cambia giorno di chiusura, dal mercoledì alla domenica. Il resto della storia lo scriverà Marzia, d'ora in avanti. In attesa di rientrare a via Leosini, dove i lavori si protrarranno per (almeno) due anni.

 

a cura di Livia Montagnoli

 

Percorsi di Gusto | L'Aquila | viale della Croce Rossa, 40 | chiuso la domenica | www.percorsidigusto.com

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition