3 Mar 2016 / 16:03

iTierra! Il gusto sostenibile del caffè Lavazza. Che intanto guarda alla cucina d'autore

L'azienda torinese è impegnata da più di dieci anni sul fronte della sostenibilità, con aiuti concreti alle comunità di produttori da cui provengono i chicchi lavorati per ottenere le miscele. Dal Brasile e della Tanzania arrivano i primi risultati, 4 miscele di qualità superiore. E intanto Lavazza sarà a Identità Golose.

iTierra! Il gusto sostenibile del caffè Lavazza. Che intanto guarda alla cucina d'autore

L'azienda torinese è impegnata da più di dieci anni sul fronte della sostenibilità, con aiuti concreti alle comunità di produttori da cui provengono i chicchi lavorati per ottenere le miscele. Dal Brasile e della Tanzania arrivano i primi risultati, 4 miscele di qualità superiore. E intanto Lavazza sarà a Identità Golose.

Qualità, sostenibilità, solidarietà. La missione di Lavazza

Un brand come Lavazza non ha certo bisogno di presentazioni, colosso tutto italiano del caffè, celebre nel mondo. Dal 2002 l'azienda torinese, incline alla comunicazione e alla realizzazione di tante iniziative trasversali, promuove il progetto iTierra! per portare l'attenzione sulle condizioni ambientali e sociali di alcune comunità di produttori di caffè, e aiutarle a migliorare la qualità della vita in collaborazione con la ONG Rainforest Alliance. D'altronde Lavazza persegue concretamente obiettivi sostenibili e solidali da diverso tempo, attraverso le attività della Fondazione Giuseppe e Pericle Lavazza Onlus, che in due riprese ha dispiegato i propri mezzi in Sudamerica prima (Perù, Colombia, Honduras), e poi in India, Brasile, Tanzania, Etiopia, Vietnam, laddove sono stanziate le principali comunità che riforniscono di caffè gli impianti dell'azienda (ogni anno gli esperti selezionano oltre 100 origini diverse per produrre miscele sempre nuove). E proprio sul miglioramento delle tecniche produttive si è concentrato l'impegno di iTierra!, che ha realizzato nuovi impianti per rendere più efficiente la lavorazione del caffè, avviato progetti di microcredito e formazione sul campo per i piccoli produttori all'insegna della sostenibilità, oltre a finanziare la ristrutturazione di abitazioni, scuole e infermerie.

Le nuove miscele Origins iTierra!

E così, mentre faceva del bene sul territorio, il progetto iTierra! ha portato alla definizione di una nuova gamma di miscele di qualità superiore, ribattezzate per l'appunto Lavazza iTierra!: monorigini in arrivo da Brasile e Tanzania che in purezza o come blend hanno integrato l'offerta Lavazza con 4 nuove voci (Espresso Brasile 100% Arabica, Espresso Brasile Blend, Filtro Tanzania 100% Arabica, Filtro Brasile 100% Arabica), disponibili sul mercato (attraverso il canale Ho.Re.Ca.) dal prossimo aprile. Prodotti che sono il risultato di un'azione congiunta che mostra il lato sostenibile di una grande multinazionale, riunendo l'attenzione per la qualità del prodotto finale, la voglia di migliorare la qualità della vita delle comunità coinvolte e la tutela per l'ambiente, che oggi si esplicano principalmente nelle comunità di Lambarì (in Brasile) e di Kirua/Vunjo (in Tanzania).

Identità di caffè. Grandi chef per Lavazza

E intanto Lavazza continua a coltivare la sua collaborazione con i più grandi chef internazionali, già messi in fila in passato per realizzare un celebre calendario brandizzato. Così si spiega la partecipazione al congresso gastronomico di Identità Golose, che lunedì 7 marzo dedicherà una giornata alla prima edizione di Identità di Caffè, con la partecipazione di chef e pasticceri italiani e internazionali, chiamati sul palco della Sala Blu 1 per proporre ricette originali a base di caffè. In programma, tra gli altri, gli interventi di Andrea Ribaldone, Loretta Fanella, Moreno Cedroni, Davide Oldani.

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition