12 Apr 2016 / 13:04

Fuorisalone 2016. Gli appuntamenti gastronomici: dal design cocktail a palazzo al pic nic agli orti di Leonardo

Ancora qualche consiglio ora che il Fuorisalone è ufficialmente iniziato. Ecco i nostri suggerimenti per orientarvi tra i distretti del design, alla ricerca delle iniziative più golose. 

Fuorisalone 2016. Gli appuntamenti gastronomici: dal design cocktail a palazzo al pic nic agli orti di Leonardo

Ancora qualche consiglio ora che il Fuorisalone è ufficialmente iniziato. Ecco i nostri suggerimenti per orientarvi tra i distretti del design, alla ricerca delle iniziative più golose. 

Aperitivo Fuorisalone. Il Belvedere Urban Garden

Primo giorno ufficiale di Salone del Mobile. Inizia il Fuorisalone. Se la mappa dei vostri spostamenti in città è già costellata di appuntamenti imperdibili, aperitivi in terrazza, esperienze al confine tra arte, cibo e design, noi ne aggiungiamo qualcuno in più da annotare all'ultimo secondo. Che durante la Milano Design Week non si è mai troppo impegnati. Che si tratti di semplici suggerimenti per l'uso o di consigli utili alla sopravvivenza, un appuntamento da non mancare quando ci si aggira per il capoluogo lombardo è quello con l'aperitivo. Di indirizzi giusti in città ce ne sono molti (alcuni ve li segnaliamo qui), ma se cercate uno spazio inusuale il Belvedere Urban Garden potrebbe fare al caso vostro. Prima di tutto perché il bar ideato da Belvedere Vodka per l'occasione resterà aperto solo per il tempo del Fuorisalone, poi per il giardino che gli fa da cornice, quello di Palazzo Borromeo D'Adda. Ma anche per la carta dei cocktail firmata da cinque creativi di fama internazionale: la scenografa Margherita Palli (che propone The Jester’s Supper - the Theatrical Cocktail), l'illustratrice Olimpia Zagnoli  (Bisiastrissia - the Colorful Cocktail), l'architetto Italo Rota (Spasiba - the Monumental Cocktail), la designer Patricia Urquiola (Albertine - the After Proust Cocktail) il pittore Guglielmo Castelli (Shelfie - the Narrative Self-Portrait Cocktail). I design cocktail saranno serviti dalle 12 alle 22, la serata inaugurale solo su invito. In alternativa, con l'apertura del Fuorisalone coincide la riapertura dello Spirit de Milan alle Cristallerie Livellara in Bovisa. E il programma per la Design Week prevede incontri sul design, aperitivi, djset, fino alla serata conclusiva, il 17 aprile, con l'ultima tappa di Elita Design Festival (che quest'anno diventa itinerante e di piazza, partendo dai Navigli e spostandosi nei principali distretti cittadini).

 

Porta Venezia in Design

Proprio come circuito compatto si presenta il distretto di Porta Venezia, che arriva al Fuorisalone con l'iniziativa Porta Venezia in Design a opera di Liberty. Tra gli appuntamenti in programma, i focus gastronomici sono affidati ad alcune realtà di quartiere: Hic Enoteche e V3 Raw faranno parte di un tour in bici tra gli edifici liberty del quartiere, proprio perché l'obiettivo del circuito è quello di aggregare realtà commerciali e culturali che vivono il territorio. Ma studieranno menu tematici anche Casa Mia e il Pastificio Brambilla.

 

Ventura Lambrate. Degustazioni e street food

Nel distretto Ventura Lambrate, pure ricco di iniziative in occasione della settimana del design, l'appuntamento con il gusto è affidato alla Design and Taste Week. L'iniziativa è promossa dalla testata online CityLightNews e si aprirà mercoledì 13 in collaborazione con l'Onaf, il Movimento Turismo del Vino di Lombardia e la Sake Company. L'idea è quella di offrire ai visitatori delle degustazioni congiunte, di formaggi, vino, sake, accompagnati dagli esperti delle associazioni. Si comincia ogni pomeriggio alle 18.30 (fino alle 21). Sempre a Lambrate, in un cortile nascosto di via Massimiano, anche l'appuntamento con la creatività di Din- Design In – che esporrà oltre 600 idee di design, dall'hi tech alle soluzioni sostenibili – si accompagnerà con una buona dose di cibo di strada, dal pane cunzatu di Bedda ai sapori del Salento di Aperia, alla birra di Baladin.

 

Da via Tortona agli Orti di Leonardo

Mentre di food design nel senso letterale del termine si parlerà all'Opificio 31 di via Tortona, che ospiterà le creazioni di Hora nell'ambito dell'iniziativa The future of italian heritage. I prodotti in questione, della serie Type or Graphic, sono il barattolo in ceramica porta sale o zucchero, il vassoio portadolci e le tazze mug per i momenti di relax. Chiude questo giro della città all'insegna del design con gusto, il pic nic organizzato agli Orti di Leonardo per domenica 17 aprile, giornata conclusiva del Fuorisalone. Un brunch sull'erba a pochi passi dal Cenacolo nell'area che un tempo ospitò la vigna dell'artista toscano. Il menu incuderà piatti vegetariani, club sandwich, piatti caldi e un'isola di carni e affettati, e i partecipanti potranno anche sperimentare le sedie di design realizzate con cellulosa di recupero nel nome del riciclo e della sostenibilità, tema dell'incontro a cura di Principioattivo group e Orama Factory.

a cura di Livia Montagnoli

 

Belvedere Urban Garden | Milano | Palazzo Borromeo d'Adda | via Manzoni, 41 | dalle 12 alle 22

Spirit de Milan | Milano | Cristallerie Livellara | via Bovisasca, 59 | www.spiritdemilan.it

Design and Taste Week | Milano | Lambrate | via dei Canzi, 14

Din- Design In | Milano | Lambrate | via Massimiano

The future of italian heritage | Milano | Opifico 31 | via Tortona, 31

Pic nic agli Orti di Leonardo | Milano | via Aristide de Togni, 6-8 | il 17 aprile, dalle 11 alle 18 | 25 euro | prenotazioni al 392 5816862

 

Per scoprire gli altri appuntamenti gastronomici da non perdere la prima, seconda, terza puntata del Fuorisalone 2016

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition