12 Mag 2016 / 14:05

Nasce Startupbootcamp Foodtech. Il primo acceleratore globale e indipendente del foodtech ha sede a Roma

Tre mesi per concretizzare un progetto nel settore foodtech con l'assistenza di mentori qualificati e una rete di investitori e partner internazionali. Questo l'obiettivo della divisione Foodtech del celebre acceleratore internazionale Startupbootcamp, che nasce nel cuore di Roma. 

Nasce Startupbootcamp Foodtech. Il primo acceleratore globale e indipendente del foodtech ha sede a Roma

Tre mesi per concretizzare un progetto nel settore foodtech con l'assistenza di mentori qualificati e una rete di investitori e partner internazionali. Questo l'obiettivo della divisione Foodtech del celebre acceleratore internazionale Startupbootcamp, che nasce nel cuore di Roma. 

Tutta la gallery
Chiudi gallery

L'acceleratore verticale Startupbootcamp

Startupbootcamp è un importante acceleratore internazionale di startup (uno dei principali in Europa), che coinvolge industrie giovani e innovative di tutto il mondo, favorendone la crescita e le relazioni attraverso tre mesi di training e assistenza a cura di mentori qualificati. È così che i progetti più validi saranno in grado di attrarre investitori e potenziali partner in arrivo da oltre 30 Paesi del mondo. In grado di sfruttare le potenzialità di ogni Paese coinvolto, ora Startupbootcamp arriva in Italia e lancia StartupBootcamp FoodTech, non a caso focalizzandosi sull'industria enogastronomica e agroalimentare.

Startupbootcamp Foodtech

Di più: FoodTech, con sede a Roma (proprio di fronte alla basilica di San Giovanni), sarà il primo programma di accelerazione globale e indipendente nel mondo dedicato al settore foodtech. Che significa recepire le esigenze (e gli investimenti) “del più grande mercato di consumo al mondo”, come ha dichiarato Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso, principale advisor del programma. “Grazie a costi sempre più ridotti, le nuove tecnologie stanno imprimendo una trasformazione radicale nei modelli tradizionali di produzione, processo, tracciamento, sicurezza, marketing, commercializzazione, trasporto, consegna, certificazione, monitoraggio e riciclo - ha continuato Paolo Cuccia - Le innovazioni emergenti nei settori del software, intelligenza, artificiale, e-commerce, Big Data, Internet of Things, blockchain, VR/AR, wearable, droni, stampanti 3D e robotica stanno entrando nel mercato, trasformando radicalmente il modo in cui le aziende operano”.

I partner dell'iniziativa

Insieme a Gambero Rosso si sono schierati a supporto dell'iniziativa LVenture Group, holding quotata sull'MTA di Borsa Italiana, Monini, Cisco e M3 Investimenti, per supportare tutti gli investitori e gli imprenditori che vorranno sfruttare l'opportunità del Foodtech, facendo confluire capitali e progetti da ogni parte del mondo presso la sede di Roma, operativa a partire da novembre 2016. Per ora le startup appartenenti al settore foodtech sono invitate a partecipare, compilando l'application per il nuovo programma. Considerando che “il foodtech è destinato a diventare rapidamente uno dei mercati più caldi per gli investitori” come sostiene Luigi Cappelli, Ad di LVenture Group “e vista l'eccellenza della produzione italiana in ambito agroalimentare ci si aspetta un trend molto positivo nel nostro Paese”.

Obiettivi e modalità di partecipazione

Il programma di accelerazione Startupbootcamp FoodTech ha come obiettivo quello di diventare la principale destinazione nel mondo per imprenditori e investitori operanti nel foodtech, fornendo alle startup accesso diretto ai contatti chiave del settore. Come? Mettendo a disposizione oltre 100 mentor qualificati, oltre 1000 business angel e VC, oltre 200 attori influenti nelle industrie alimentari e del settore foodtech. Perché le startup selezionate possano realizzare in soli 3 mesi ciò che normalmente ne richiederebbe 18. Il programma sarà diretto da manager e imprenditori seriali come Peter Kruger (CEO&Founder) e Paolo Cuccia (Chairman&Co-founder), con il supporto di leader globali del settore. Ogni anno si investirà in 10 startup foodtech, fornendo 15mila euro di capitale, servizi di tutoraggio e mentoring, oltre a sei mesi di ospitalità.

Per fare application c'è tempo fino al 19 settembre 2016. Si attendono richieste da tutto il mondo.

 

Per informazioni www.startupbootcamp.org/accelerator/foodtech.html

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition