14 Mag 2016 / 10:05

Porchettiamo 2016. In Umbria tre giorni per celebrare il panino con la porchetta

Panino con la porchetta e non solo, nel borgo storico di San Terenziano il maiale sarà celebrato in tutte le salse, street food d'autore compreso. Ma il mitico panino, anche gluten free, resta il protagonista assoluto della manifestazione umbra.  

Porchettiamo 2016. In Umbria tre giorni per celebrare il panino con la porchetta

Panino con la porchetta e non solo, nel borgo storico di San Terenziano il maiale sarà celebrato in tutte le salse, street food d'autore compreso. Ma il mitico panino, anche gluten free, resta il protagonista assoluto della manifestazione umbra.  

La festa della porchetta

Porchettiamo. Un nome che è una dichiarazione d'amore per una specialità della cucina popolare del Centro Italia conosciuta in tutto il mondo. E che ha portato fortuna alla manifestazione enogastronomica che l'anno scorso è stata in grado di riempire le strade di San Terenziano, piccolo borgo umbro a pochi chilometri da Gualdo Cattaneo, e vanta ben sette edizioni all'attivo. Qui, anche nel 2016, ci si ritrova per celebrare la porchetta, dal 13 al 15 maggio, per tre giorni di festival di piazza che si muove sul filo che lega Umbria, Toscana, Lazio, Marche, Emilia Romagna, fino a raggiungere Calabria e Sicilia, pure loro in prima fila per dimostrare che Emile Zola non sbagliava quando sosteneva che “il maiale dà gioia anche a un animo triste”. Ad accogliere i migliori produttori regionali e le realtà di street food che diffondono il verbo in lungo e in largo per la Penisola sarà la Piazza delle Porchette, uno spazio allestito ad hoc e ribattezzato in onore dei migliori “cru” della porchetta italiana. L'elenco delle insegne coinvolte è nutrito, e coinvolge principalmente attività della regione ospite, ma non mancheranno la celebre porchetta di Ariccia Igp e valide alternative dalla Calabria e dalle Marche.

Il gemellaggio dello street food

E ci sarà occasione per assaggiare anche fritti della tradizione, olive ascolane, pasta al cicotto di Grutti, mortadella e specialità norcine, lampredotto, pane e panelle, hamburger di pecora dalla Sardegna, per un gemellaggio trasversale tra le molteplici tradizioni di strada d'Italia. In abbinamento, come si conviene, birra artigianale selezionata da Fermento Birra, per fare in giro d'Italia attraverso le migliori proposte dei microbirrifici della Penisola, da Toccalmatto a Montegioco, all'Olmaia e Brewfist (con una selezione di birre belghe, tedesche e inglesi). Al vino, invece, ci penserà l'Enoteca del Sagrantino. Il must del “pork festival”, però, sarà senza dubbio il mitico panino con la porchetta, che grazie alla collaborazione con Aic (Associazione Italiana Celachia) sarà disponibile anche in versione gluten free. Agli amanti della cucina d'autore, invece, è dedicata l'iniziativa In punta di porchetta, presentata in versione gourmet dagli chef che si cimenteranno con la cucina di strada, con panini d'autore e preparazioni “in porchetta”.

E ogni giorno, sul prato del Giardino del Castello andrà in scena Porchettiamo&Friends, con birroteca artigianale, cibo di strada a volontà, spettacoli e intrattenimento per tutta la famiglia. Per chi si sente più allenato, invece, domenica sarà il momento della pedalata guidata sulle colline umbre, tra olio, vino e antiche fortezze: appuntamento al centro del paese alle 9, rientro alle 13, giusto in tempo per concedersi un meritato panino con la porchetta dopo la sfacchinata in bicicletta. E poi si sa, l'appetito vien mangiando.

 

Porchettiamo | San Terenziano di Gualdo Cattaneo (PG) | dal 13 al 15 maggio | www.porchettiamo.com

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Dal 1986 ad oggi

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition