17 Dic 2016 / 10:12

Disfida di Barletta, il 17 e 18 dicembre lo “scontro” fra le migliori etichette pugliesi e francesi

La Disfida di Barletta torna a nuova vita. La celebre vicenda che portò 13 cavalieri italiani e 13 francesi a sfidarsi il 13 febbraio del 1503 sarà rievocata a il 17 e 18 dicembre, al Castello Svevo. Ma questa volta il duello sarà all’ultimo calice: la disfida moderna, infatti, metterà a confronto le migliori etichette italiane e quelle dei colleghi francesi. 

Disfida di Barletta, il 17 e 18 dicembre lo “scontro” fra le migliori etichette pugliesi e francesi

La Disfida di Barletta torna a nuova vita. La celebre vicenda che portò 13 cavalieri italiani e 13 francesi a sfidarsi il 13 febbraio del 1503 sarà rievocata a il 17 e 18 dicembre, al Castello Svevo. Ma questa volta il duello sarà all’ultimo calice: la disfida moderna, infatti, metterà a confronto le migliori etichette italiane e quelle dei colleghi francesi. 

Disfida di Barletta, uno scontro fra Italia e Francia

Da vicenda storica a scontro-incontro fra vini. È la Disfida di Barletta del 1503, che sarà rievocata il 17 e 18 dicembre al Castello Svevo. Ma questa volta,  per la moderna “La Disfida – Wine Challenge”, a sfidarsi saranno 39 vini italiani e francesi divisi in due squadre.

La Disfida è un avvenimento avvenuto ormai più di cinquecento anni fa, durante la Guerra d’Italia che sconvolse il Sud della Penisola tra il 1499 e il 1504. La mattina di Sant’Elia, il 13 febbraio 1503, 13 cavalieri italiani e 13 francesi si sfidarono, rievocando lo scontro che in quegli anni si consumava fra gli aragonesi e i francesi di Luigi XII per la conquista del Regno di Napoli. Già un anno prima una sfida fra spagnoli e francesi a Trani si era conclusa con un nulla di fatto. Ma a Barletta furono gli italiani, all’epoca assoldati dagli aragonesi, a trionfare. E oltre al danno, i francesi subirono anche la beffa: sicuri della vittoria, finirono in prigione per non aver portato con sé il compenso necessario per pagare dazio in caso di sconfitta.

 

I vini protagonisti della sfida moderna

La moderna Disfida vedrà fronteggiarsi 39 vini italiani e altrettanti francesi, suddivisi in due squadre: si contenderanno la vittoria Nero di Troia e Languedoc, Franciacorta e Champagne, Cremant e Prosecco. La degustazione sarà alla cieca e durerà due giorni: andranno in scena dei veri e propri duelli che vedranno un vino italiano sfidarne uno transalpino. Al termine della due giorni, le giurie popolare e tecnica decreteranno la squadra e le etichette vincenti.

Al tavolo della giuria tecnica sommelier ed esperti del Best italian wine awards, giornalisti, influencer del settore e opinion leader, mentre quella popolare vede la partecipazione di personaggi come l’attore Christopher Lambert, che in Francia è anche produttore e distributore di vini, e l’attore pugliese Riccardo Scamarcio. Ospite d’onore della kermesse sarà Lino Banfi, Ambasciatore della Puglia nel mondo, oltre che selezionatore di eccellenze sotto il nuovo marchio Bontà Banfi. I vini in gioco sono stati selezionati dal presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella, mentre a guidare le degustazioni sarà Luca Gardini, Miglior sommelier del mondo 2010. Chi vincerà?

 

La Disfida – Wine Challenge | Barletta (BA) | Castello Svevo |  piazza Fratelli Cervi, 5 | il 18 e 19 novembre | www.ladisfida.it

 

a cura di Francesca Fiore

 

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition