10 Gen 2017 / 15:01

Raccontare le eccellenze della Food Valley. A Parma nasce Wine and Food academy

Un’accademia per raccontare le eccellenze della Food Valley, insieme a produttori, giornalisti, studiosi e manager della ristorazione italiana. È la Wine and Food academy di Parma, progetto che si occuperà di valorizzare i tanti prodotti di qualità del territorio, dall'olio al caffè, dagli spumanti alle birre artigianali, passando naturalmente per prodotti noti in tutto il mondo come il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano. E sono già tanti gli appuntamenti in calendario.

Raccontare le eccellenze della Food Valley. A Parma nasce Wine and Food academy

Un’accademia per raccontare le eccellenze della Food Valley, insieme a produttori, giornalisti, studiosi e manager della ristorazione italiana. È la Wine and Food academy di Parma, progetto che si occuperà di valorizzare i tanti prodotti di qualità del territorio, dall'olio al caffè, dagli spumanti alle birre artigianali, passando naturalmente per prodotti noti in tutto il mondo come il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano. E sono già tanti gli appuntamenti in calendario.

La Wine and food academy di Parma

Già nominata “Città Creativa per la Gastronomia Unesco”, Parma sta vivendo un periodo di splendore gastronomico. Un momento da “sfruttare” al massimo per aumentare la conoscenza delle eccellenze della Food Valley, portando avanti una comunicazione concreta e approfondita. È questo l’obiettivo della Wine and food academy, fondata e coordinata da Raffaele D'Angelo, collaboratore della rivista enogastronomica INformaCibo. E come valorizzare un territorio già in parte conosciuto, ma che ha ancora molto da offrire alla gastronomia italiana e al turismo? Con eventi culturali e analisi sensoriali in cui i migliori esperti, imprenditori, sommelier e giornalisti incontreranno il pubblico degli appassionati, in maniera totalmente gratuita.

 

Il programma 2017

Il calendario 2017 dell’accademia è già ricco di eventi e spunti interessanti. Si parte il 26 gennaio con “L’olivo in Italia del Nord, una presenza dimenticata”, in cui interverrà il professor Andrea Fabbri, presidente del corso di laurea in scienze gastronomiche e del master “Cultura, Organizzazione e Marketing dell’Enogastronomia Territoriale” (COMET) presso l’Università di Parma. A seguire “Extravergine… Che confusione! Alcuni consigli per una scelta consapevole” a cura di Francesco Coppini, co-titolare dell’azienda Coppini Arte Olearia con una degustazione finale di extravergini d’oliva a cura di Mirko Sbernini e Benedetta Malvisi. Si parlerà di come riconoscere un extravergine di qualità attraverso le indicazioni riportate in etichetta e attraverso l’analisi sensoriale.

A febbraio due appuntamenti. Il primo, previsto per giovedì 9, vedrà Giampietro Comolli, presidente OVSE (Osservatorio Vini spumanti), esperto di bollicine, direttore di Bubble’s Italia, confrontarsi su vino, economia, finanza, consumi, mercati, dati 2016 e prospettive 2017 con Sandro Piovani, giornalista della Gazzetta di Parma e responsabile della pagina Gusto. Giovedì 16 Febbraio Comolli tornerà per una serata di discussione in cui presenterà un metodo di degustazione inedito “Dal metodo italiano al metodo tradizionale…4 punto Zero”.

Il 9 marzo sarà la volta di Fulvio Martini, patron dell'azienda Fortulla, intervistato da Donato Troiano sulle caratteristiche dell'azienda che produce vini ed extravergine biologico di grande qualità. A seguire una degustazione guidata dal sommelier e delegato AIS di Reggio Emilia Gaetano Palombella.

Il 16 marzo ci sarà la presentazione della Guida Essenziale ai Vini d'Italia 2017 di Daniele Cernilli alla presenza dell'autore. L’incontro sarà coordinato da Andrea Grignaffini, direttore di Spirito di Vino e curatore della Guida Vini Espresso.

Mercoledì 6 aprile Francesco Pugliese, amministratore delegato e direttore generale di Conad, sarà intervistato dal giornalista,Stefano Pileri, vice caporedattore della Gazzetta di Parma sul tema “Il vino nella grande distribuzione”. Infine, giovedì 13 aprile il vignaiolo Francesco de Franco discuterà, insieme a Gaetano Palombella, sommelier e delegato AIS di Reggio Emilia eMatteo Gallello, redattore di Porthos, sul tema “Cirò e il Gaglioppo: tradizione e rivoluzione”.

Wine and Food academy | Parma | ingresso gratuito | presso Arte & Gusto | via Emilia Est 87 | tel. 0521 481784 | www.artegusto.net

 

a cura di Francesca Fiore

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Dal 1986 ad oggi

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition