20 Feb 2017 / 15:02

La scuola della pizza di Kestè a New York. L'ultimo progetto di Roberto Caporuscio, aspettando il Trapizzino

Manca solo qualche ora all'esordio del Trapizzino di Stefano Callegari a New York, intanto però la bandiera della pizza tricolore in città la sventola alta Roberto Caporuscio. Una nuova pizzeria per Kestè nel cuore del distretto finanziario. Con scuola di formazione. 

La scuola della pizza di Kestè a New York. L'ultimo progetto di Roberto Caporuscio, aspettando il Trapizzino

Manca solo qualche ora all'esordio del Trapizzino di Stefano Callegari a New York, intanto però la bandiera della pizza tricolore in città la sventola alta Roberto Caporuscio. Una nuova pizzeria per Kestè nel cuore del distretto finanziario. Con scuola di formazione. 

L'impero Kestè a New York

Roberto Caporuscio è il presidente dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletani in America. Ed è pure uno dei principali ambasciatori del made in Italy e della pizza di qualità a New York, dove insieme al socio Antonio Starita gestisce due insegne che sono sinonimo di cucina tricolore nella Grande Mela: Kestè e Don Antonio. Originario di Pontinia, in provincia di Latina, è arrivato in America oltre 15 anni fa, e nella ristorazione newyorkese si muove da 8 anni, con l'idea di promuovere la pizza napoletana lontano dagli stereotipi che l'hanno resa celebre – ma fin troppo bistrattata – negli States e nel mondo. “New York è una città che non perdona” raccontava qualche tempo fa al Fatto quotidiano, ma sa essere anche molto generosa “quando hai l'idea giusta”. Allora sì che con buona capacità imprenditoriale si riesce a conquistare il mercato. Presto detto, la storia di Roberto e sua figlia Giorgia nella metropoli americana racconta di un'ambizione in crescita. Nel 2009 inaugura Kestè Pizza e Vino, al 271 di Bleecker Street nel Village, nel 2012 è arrivata l'idea di Don Antonio da Starita, a New York prima - in Midtown - ad Atlanta per bissare il successo. A seguire Kestè Brooklyn, a Williamsburg, e solo negli ultimi giorni un nuovo tassello che consolida quest'impero della pizza napoletana in trasferta (senza mai scendere a compromessi su ingredienti e tecniche di lavorazione): la pizzeria con scuola di formazione di Wall Street, a Fulton street, nel cuore del distretto finanziario di New York.

 

La pizzeria con scuola di formazione

Il progetto era già stato reso noto qualche mese fa, e prende il posto del gastropub Lot 77, completamente trasformato per accogliere la nuova pizzeria del gruppo, che sarà affidata alla supervisione di Giorgia Caporuscio. Lo spazio, ispirato alle antiche pizzerie napoletane, “coinvolgerà” i clienti nella preparazione della pizza grazie al supporto di schermi per il live streaming di quanto succede davanti al forno. E se nulla cambia in menu – con una nutrita selezione di pizze tonde tradizionali, speciali, senza glutine, e gli antipasti della tradizione campana, dalle montanarine alle frittatine di pasta, agli angioletti fritti – la novità sta nella scuola della pizza aperta anche al pubblico amatoriale, con corsi dedicati ai ragazzi, degustazioni e dimostrazioni per valorizzare un'arte che Caporuscio si impegna da anni a divulgare in giro per gli Stati Uniti (spesso promotore di lezioni e approfondimenti in materia, anche a uso di chi lavora in cucina).

 

Poche ore al Trapizzino Usa

Intanto New York si prepara ad accogliere il Trapizzino di Stefano Callegari: il countdown in Orchard street (Lower East Side) è già cominciato, e negli ultimi giorni il pizzaiolo romano si aggira per le strade della città ingolosendo i newyorkesi in attesa di assaggiare le sue tasche di pizza bianca “filled with time-honored recipes of the cucina romana”, come recita il sito di Trapizzino Usa. Lo slogan che battezza l'avventura oltreoceano di Callegari è altrettanto azzeccato: Old World. New Shape. E intanto il maestro si diverte a intrattenere il pubblico americano online, con Paul Pansera nelle cucine di Food & Wine per svelare la ricetta del suo mitico pollo alla cacciatora. Ancora qualche ora di attesa a New York (e presto vi documenteremo l'apertura di Orchard street), poi l'attenzione si sposterà a Chicago, dove la città è pronta per la pizza di Gabriele Bonci. Da giugno 2017.

 

Kestè Wall Street | FiDi | Fulton street, 77 | www.kestepizzeria.com

Trapizzino New York | Lower East Side | Orchard street, 144 |www.trapizzinousa.com/

 

a cura di Livia Montagnoli

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition