25 Giu 2017 / 16:06

Al via RisorgiMArche. Musica ed enogastronomia insieme sui territori colpiti dal sisma

L'attore Neri Marcorè lancia il festival a km 0 per far ripartire l'economia marchigiana. Protagonisti 13 artisti italiani – tra cui De Gregori e Gazzè – e il meglio del wine&food regionale.

Al via RisorgiMArche. Musica ed enogastronomia insieme sui territori colpiti dal sisma

L'attore Neri Marcorè lancia il festival a km 0 per far ripartire l'economia marchigiana. Protagonisti 13 artisti italiani – tra cui De Gregori e Gazzè – e il meglio del wine&food regionale.

Enogastronomia, musica e solidarietà. È questa la ricetta della manifestazione RisorgiMarche, per la ripartenza dell'economia dei territori colpiti dal sisma. Fortemente voluto e sostenuto dall'attore marchigiano Neri Marcorè, questo Festival di solidarietà a Km zero prevede 13 concerti gratuiti nei parchi montani delle Marche, accompagnati dal meglio della proposta enogastronomica regionale. L'idea, infatti, è rimarginare la ferita della terra attraverso il rilancio della terra stessa e delle sue produzioni.

I 13 concerti

Si inizia il 25 giugno con l'esibizione di Nicolò Fabi a Spelonga (Arquata del Tronto), per poi continuare, per tutto il mese di luglio, in altri siti marchigiani, con Malika Ayane, Daiana Lou, Ron, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Bungaro, Samuele Bersani, Daniele Silvestri, Fiorella Mannoia e Luca Barbarossa, Brunori Sas, Max Gazzè, e concludere il 3 agosto con Francesco De Gregori a Macereto Pieve Torina/Visso. “Mi piaceva l’idea di un festival diffuso su tutto il territorio ferito dal sisma” spiega Marcorè “Da qui la scelta è caduta sulla suggestione dei nostri prati appenninici, per riconciliare in senso stretto uomo e natura, per assaporare e respirare la bellezza delle nostre terre, per riportarvi turismo e linfa vitale e lasciarsi alle spalle la paura. Per raggiungere questi obiettivi c’era bisogno di un forte richiamo, che solo i miei amici artisti potevano rappresentare. Nel rispetto della natura stessa era, però, necessario che i concerti non prevedessero palcoscenici, se non naturali, né illuminazione artificiale: questo il motivo logico della collocazione pomeridiana e di stare tutti con i piedi per terra, pubblico e artisti”.

L'offerta enogastronomica

Ad occuparsi del dietro le quinte, ci saranno i partner dell'evento: l'Istituto Marchigiano di tutela vini (Imt), il Consorzio vini piceni e l'Istituto marchigiano di enogastronomia (Ime), tre compagini che insieme coprono quasi la metà del Pil agroalimentare regionale. “A ciascuno dei 13 concerti” spiegail responsabile del settore agroalimentare di RisorgiMarche, Alberto Mazzonisaranno presenti in media da 30 a 50 piccole imprese agricole e dell’artigianato locale che, con le ‘isole del gusto’ allestite nelle zone limitrofe alle esibizioni, presenteranno e venderanno i loro prodotti. Siamo consapevoli del nostro potenziale e attraverso locomotori importanti, come i vini marchigiani, crediamo di poter rilanciare anche le specialità dei diversi comuni del cratere, a partire dal ciauscolo, le olive ascolane, norcineria varia, vino cotto, olio, distillati e prodotti dell’artigianato locale”. Oltre alle isole gastronomiche (fruibili a partire dalle 12.30) ci sarà spazio anche per l’acquisto di gadget ricordo (zainetto, magliette e vino) e per le passeggiate nei parchi. I veicoli a motore verranno lasciati nelle aree di parcheggio o tratti di strada appositamente segnalati e il pubblico raggiungerà il concerto in bici o facendo trekking, percorrendo una distanza che potrà variare dai 3 ai 6 chilometri. Insieme all'agroalimentare, infatti, a pagare uno tra i conti più salati del sisma è stato il settore turistico. “Il nostro comparto” ha detto Mazzoni “ha subito qui un crollo fino al 90% delle vendite sul mercato locale provocato dalla crisi del turismo e dallo spopolamento dovuto all’esodo forzato. E stiamo parlando di un’area che, oltre a registrare prima del terremoto in media 1,4 milioni di presenze turistiche annue, presenta la maggiore densità di aziende agricole per kmq a fronte di una piccolissima dimensione media; quindi di imprese con poche autodifese, che subiscono in pieno la tempesta perfetta che si è venuta a creare”.

 

RisorgiMarche | parchi delle Marche | concerti ore 16.30 ingresso libero | dal 25 giugno al 3 agosto | www.risorgimarche.it

 

Il programma dei concerti

Domenica 25 Giugno 2017 Niccolò Fabi & Gnu Quartet Spelonga Arquata del Tronto AP

Venerdì 7 Luglio 2017 Malika Ayane Domus San Bonfilio Cingoli MC

Sabato 8 Luglio 2017 Daiana Lou Propezzano Montegallo AP

Domenica 9 Luglio 2017 Ron Pintura di Bolognola Bolognola MC Mercoledì

12 Luglio Enrico Ruggeri Campolungo Amandola FM Giovedì

20 Luglio 2017 Paola Turci Piani di Ragnolo Fiastra/Sarnano MC Domenica

23 Luglio 2017 Bungaro Monte Rocca Colonnalta San Ginesio MC Martedì

25 Luglio 2017 Samuele Bersani Pian dell’Elmo Apiro MC Giovedì

27 Luglio 2017 Daniele Silvestri Rubbiano Montefortino FM Domenica

30 Luglio 2017 Fiorella Mannoia/Luca Barbarossa Morro Camerino MC

Lunedì 31 Luglio 2017 Brunori Sas Foce Montemonaco AP Mercoledì

2 Agosto 2017 Max Gazzè Altopiano di Montelago Sefro MC Giovedì

3 Agosto 2017 Francesco De Gregori FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana Gnu Quartet Macereto Pieve Torina/Visso MC

 

 

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition