26 Lug 2017 / 12:07

Bar e Cucina apre a Firenze con chef Matteo Boglione dal mitico Cirque di New York

Un'altra buona notizia per la ristorazione fiorentina, che acquista un fiorentino di rientro, forte dell'esperienza decennale a New York e nel mondo per la famiglia Maccioni. Lui è Matteo Boglione, già alla guida di Le Cirque, e a Firenze apre Bar e Cucina, in via de' Neri. 

un piatto di bar e cucina, dello chef Matteo Boglione

Un'altra buona notizia per la ristorazione fiorentina, che acquista un fiorentino di rientro, forte dell'esperienza decennale a New York e nel mondo per la famiglia Maccioni. Lui è Matteo Boglione, già alla guida di Le Cirque, e a Firenze apre Bar e Cucina, in via de' Neri. 

Matteo Boglione. Il ritorno a Firenze

Un incontro non  mai casuale nella vita, c’è sempre un filo sottile che lega i personaggi. Sono due, si chiamano entrambi Matteo e tutti e due sono fiorentini. Ma per scelta hanno lasciato una città sonnacchiosa, a volte chiusa in se stessa, questo almeno 15 anni fa, per trasferirsi a New York, la metropoli che permette di realizzare i sogni. Lavorano entrambi a Manhattan, Matteo Boglione a New York apre un proprio ristorante a Tribeca, che ha un successo quasi immediato grazie ad ottime recensioni del New York Times; poi si mette a girare l’India e gestire, per conto della famiglia Maccioni, i vari locali con l’insegna Osteria del Circo. Erano stati loro a fargli muovere i primi passi nella ristorazione della metropoli e lui li ripaga, con lungo percorso, in Oriente, affascinante e avvincente. Il finale lo rivede nella Grande Mela (da ottobre 2015) diventare lo chef de Le Cirque, primo italiano nella storia del locale fondato da Sirio Maccioni.

Matteo Mechelli, invece, a New York si occupa di operazioni immobiliari e i ristoranti li frequenta spesso, per motivi di lavoro ma anche per passione. Entrambi devono tornare a Firenze, entrambi per motivi familiari, e decidono di unire le forze. La scelta cade su un locale storico della città, il Bar Silvana di via de’Neri, ultima gestione con cucina vegetariana: si tratta di metterci le mani e trasformarlo e su questo si muove bene il Matteo immobiliarista.

Bar e Cucina. Il cibo, i cocktail

Invece il Matteo cuoco comincia a pensare a cosa vorrebbe fare ed ecco quindi l’idea del bancone dove mangiare (ma c'è anche qualche tavolo), da soli che poi diventa facile fare amicizia, una cucina che sia creativa e divertente, dove per ogni piatto si mette in evidenza un singolo ingrediente. E poi, un servizio informale ma professionale, affidato a una vecchia conoscenza della ristorazione cittadina come Alessandro Frassinelli (ex Da Pescatore e Murate, qui socio anche lui del progetto), l’idea di far diventare protagonisti i cocktail anche a tavola. Partono quasi in silenzio, molto in sordina, alla fine di giugno. Un giusto rodaggio per essere pronti a settembre: un menu più facile e veloce a pranzo, ma non certo banale, una scelta maggiore e articolata alla sera. Curiosando in carta, l’influenza americana si trova nelle uova Benedicte, nel Club Sandwich, nella classica Nicoise ma anche nella Caesar Salad o nel Cheeseburger.

La sera, insalata di nervetti con cannellini, baccalà mantecato e cipolle rosse, lo spaghetto al “mio” pomodoro, il vitello tonnato con maionese di capperi, pomodoro arrosto e limone, ma anche la tartare di gamberi rossi con stracciatella, melone, ravanelli e bisque di gusci. Tutti piatti appaganti e intriganti. Si viene anche per un solo piatto (dai 12 ai 18 euro a cena, sui 10 euro in media a pranzo), in un angolo di Firenze invaso dallo street food di tutti i tipi, ma che in questo caso strappa invece un’ora di tranquillità. 

 

Bar e Cucina | Firenze, via dei Neri, 12r | tel. 055 282634 | dalle 11.30 alle 23 | www.barcucina.com

 

a cura di Leonardo Romanelli 

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition