31 Ott 2017 / 13:10

Michelin New York e San Francisco 2018. Buone nuove dalla California, un tristellato in meno nella Grande Mela

56 a 55, a favore della Grande Mela. Comunque un bel bottino di stelle per le due città statunitensi, che si confermano mete gastronomiche da non perdere per i viaggiatori gourmet. A San Francisco c'è un nuovo tristellato, mentre a New York il francese Jean-Georges perde una Stella.

Michelin New York e San Francisco 2018. Buone nuove dalla California, un tristellato in meno nella Grande Mela

56 a 55, a favore della Grande Mela. Comunque un bel bottino di stelle per le due città statunitensi, che si confermano mete gastronomiche da non perdere per i viaggiatori gourmet. A San Francisco c'è un nuovo tristellato, mentre a New York il francese Jean-Georges perde una Stella.

San Francisco. Daniel Patterson conquista le Tre Stelle

Niente pioggia di stelle per San Francisco quest'anno, ma tante conferme e una bella novità. Tutte concentrate in un'area che non copre certo l'estensione sterminata di altre celebri metropoli americane (anche se il raggio d'azione cattura l'intera Baia, da North Beach a Napa Valley). Eppure, stando all'entusiasmo degli ispettori della Rossa, la Bay Area californiana ha davvero molto da offrire ai foodies appassionati in cerca di solide esperienze gastronomiche. E infatti l'edizione 2018 della guida cittadina presentata qualche giorno fa offre un'istantanea di un panorama ristorativo in grande spolvero: 55 ristoranti premiati, 7 tristellati, 7 Due Stelle, 41 con una Stella, 67 insegne Bib Gourmand. The French Laundry, the Restaurant at Meadowood, Benu, Manresa, Saison, Quince: 6 conferme per 6 delle tavole più gettonate della città, a cui va ad aggiungersi una new entry di tutto rispetto, il Coi di Daniel Patterson, che conquista per la prima volta l'accesso all'Olimpo delle Tre Stelle con il suo menu degustazione da 250 euro firmato Matthew Kirkley, negli ultimi anni sempre più impegnato a raffinare le sue tecniche di preparazione e lavorazione del pesce fresco. Così, la baia californiana supera la Grande Mela, con quota 7 per numero di tristellati, attestandosi in cima alla lista delle mete gastronomiche d'eccellenza negli Stati Uniti.

Le Due Stelle. Novità e conferme

Nel frattempo, aumentano anche gli indirizzi con Due Stelle, con il Single Thread del Sonoma County, e il messicano Californios, che salgono al secondo gradino del podio segnando il primo ingresso di un ristorante messicano nella Rossa di San Francisco. Rimane ben saldo fra i bistellati, poi, Acquerello, cucina d'autore italiana da poco premiata dalla nuova guida digitale del Gambero Rosso Top Italian Restaurants per la sua carta dei vini.

New York. Vongerichten perde una Stella

Nel novembre 2016 critici e appassionati gastronomi riflettevano sul declassamento di April Bloomfield e del suo storico gastropub al West Village, The Spotted Pig, passato dalle Stelle ai Bib Gourmand. Un anno dopo, la Rossa newyorkese, presentata da poche ore, riserva un'altra spiacevole sorpresa, che vede la retrocessione di uno dei punti di riferimento per l'alta cucina francese in città. È il Jean-Georges di Jean-Georges Vongerichten nell'Upper West Side, che perde la Terza Stella ottenuta nel 2006. Esperienze gastronomiche diverse e discordanti, in qualsiasi caso non dello stesso livello qualitativo degli anni passati: questo il commento di Michael Ellis, direttore internazionale delle guide, che aggiunge “Spero che possa recuperare la Stella”. E a proposito di Stelle perdute: non riesce a rientrare nell'élite dei tristellati DanielBoulud, declassato alle Due Stelle da ormai 2 anni. Restano, quindi, a brillare Chef's Table at Brooklyn Fare, Eleven Madison Park, Le Bernardin, Masa, e Per Se, che si confermano ai vertici della ristorazione cittadina.

La crescita della cucina orientale

Nessuna grossa sorpresa, dunque, ma qualche novità da tenere in considerazione. Come il neo-bistellato Sushi Ginza Onodera sulla Fifth Avenue, locale giapponese che ha fatto del sushi di qualità il suo marchio di fabbrica. E ancora 6 nuove insegne, metà delle quali di stampo giapponese, ottengono la Stella per la prima volta: Bar Uchu, indirizzo gourmet nella Lower East Side guidato dal sushi master EiiIchimura, Satsuki, e Sushi Amane. Per un totale di 15 locali giapponesi premiati dalla Rossa. E se quella nipponica è una tavola imperdibile per gli amanti del gusto a New York, non è da meno quella coreana, che con il Rouge Tomate Chelsea appena rinnovato e la steakhouse Cote nel Flatirion district, aggiunge due nuove Stelle all'elenco già ben consolidato dello scorso anno.

I premiati

Tre Stelle - New York

Chef's Table at Brooklyn Fare

Eleven Madison Park

Le Bernardin

Masa

Per Se

Due Stelle - New York

Aquavit

Aska

Atera

Blanca

Daniel

Jean-Georges

Jungsik

Ko

Marea

The Modern

Ginza Onodera

Una Stella - New York (le nuove)

Bar Uchu

The Clocktower

Cote

Rouge Tomate

Satsuki

Sushi Amane

Per l'elenco completo clicca qui

 

Tre Stelle - San Francisco

Benu

Coi

The French Laundry

Manresa

Quince

The Restaurant at Meadowood

Saison

Due Stelle - San Francisco

Acquerello, San Francisco

Atelier Crenn, San Francisco

Baumé, Palo Alto

Californios, San Francisco

Commis, Oakland

Lazy Bear, San Francisco

Single Thread, Sonoma County

Una Stella, San Francisco (le novità)

In Situ

Kenzo

Rich Table

Per l'elenco completo clicca qui

a cura di Michela Becchi

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition