10 Nov 2017 / 12:11

Novità a Roma. Come cambia Ponte Milvio: Tyler all'ex Crazy Bull, Iavicoli per Carolina Emporium

Nel grande spazio del noto american bar, il team del Jolly Roger di Fregene sta per inaugurare un diner di impostazione americana, con una squadra di partner d'eccezione: Birra del Borgo, Jerry Thomas, Pergamino Caffè. Anche il Carolina Emporium passa di mano, e a ripensare il menu arriva Federico Iavicoli. 

Novità a Roma. Come cambia Ponte Milvio: Tyler all'ex Crazy Bull, Iavicoli per Carolina Emporium

Nel grande spazio del noto american bar, il team del Jolly Roger di Fregene sta per inaugurare un diner di impostazione americana, con una squadra di partner d'eccezione: Birra del Borgo, Jerry Thomas, Pergamino Caffè. Anche il Carolina Emporium passa di mano, e a ripensare il menu arriva Federico Iavicoli. 

Un american diner a Ponte Milvio

Tra gli abitué di Ponte Milvio, ricettacolo della movida di Roma Nord, quella del Crazy Bull è sempre stata conosciuta come la più grande piazza esterna privata della zona. L'american pub capitolino, col il suo bel cortile esterno e un gran numero di posti a sedere all'interno, è un ritrovo storico per gli amanti del genere, da diversi anni a questa parte. Tra qualche settimana, però, si cambia (non proprio) tutto. Cominciando dalla gestione, ora in mano alla squadra del Jolly Roger di Fregene, birreria stagionale di successo sul litorale romano. Nelle ultime settimane i ragazzi hanno lavorato per ripensare lo spazio, senza stravolgerne l'atmosfera, dal momento che Tyler– come reciterà la nuova insegna – si propone di raccontare il mondo dei diner americani anni Cinquanta. Un mix di suggestioni vintage, una proposta gastronomica ispirata ai classici del casual dining a stelle e strisce, ma soprattutto l'interpretazione attuale di una formula diventata persino stereotipo del mito americano. Per farlo, sotto le direttive del Jolly Roger si è costituita una formazione inedita, che vede schierati Birra del Borgo, il team del Jerry Thomas e Pergamino Caffè. A ciascuno il suo, per offrire una formula beverage articolata dall'aperitivo al dopocena - 18-2 sarà l'orario iniziale di apertura di Tyler - con le birre di Leonardo Di Vincenzo, la drink list della famiglia di Leonardo Leuci, Antonio Parlapiano, Alessandro Procoli e Roberto Artusio (ricordiamo che le due realtà già collaborano all'Osteria di Birra del Borgo), gli specialty coffee della caffetteria di piazza Risorgimento. In cucina, invece, si muoverà una squadra di giovani chef in arrivo da esperienze di livello, con l'idea di proporre un menu di cult dell'american style piuttosto riconoscibili, realizzati con prodotti scelti e un taglio più personale.

 

La cucina e i cocktail

Il pan brioche per i burger, per esempio, sarà tutto fatto in laboratorio, come il pane di segale per il pastrami, con carne affumicata al josper secondo ricetta della casa. Si lavora soprattutto sulla padronanza di cotture e tecniche di cucina per valorizzare i tradizionali onion ring, proposti con cipolla affumicata, o i nugget di pollo in abbinamento alla salsa mango e curry. Dal menu anche ribs di maiale glassate, uno o due tagli di carne italiana per la sezione steakhouse (“che non sarà il core business della nostra proposta”). Una linea dedicata sarà riservata alla cucina per celiaci. In sala sono rimasti i divanetti in pelle rossa, ma il nuovo progetto ha regalato allo spazio, quello più grande al piano strada, l'aspetto di un moderno diner che strizza l'occhio allo stile da loft americano: mattoncini a vista, lampade industriali, tavoli in ferro spazzolato. Al piano superiore, invece, una saletta polifunzionale circondata da pareti vetrate, con biocamino e atmosfera più intima, riservata agli eventi. Mentre l'esterno, il grande cortile all'ingresso potrà contare sul proprio bancone bar (il principale, lungo 9 metri, è in sala) e radunerà con la bella stagione una serie di food truck e realtà street food. Con tanti progetti in divenire, come l'idea di aprire le porte al coworking, durante la mattinata e nel pomeriggio. O l'intenzione di sviluppare una proposta aperitivo e dopocena originali, con abbinamenti pop come birra e popcorn gourmet, oltre alla carta dei cocktail disponibile dall'esordio: twist on classic dell'American bar anni Novanta (dal Long Island al Cosmopolitan) e drink d'autore realizzati con sciroppi e distillati homemade. Apertura prevista per l'ultima settimana di novembre.

 

Carolina Emporium. Con la cucina di Federico Iavicoli

A neanche 500 metri di distanza, all'inizio di via Cassia, anche il Carolina Emporium si appresta a cambiare gestione. Il locale è stato rilevato da un gruppo di soci che può contare sulla partecipazione di Federico Iavicoli, nome amato dalla Roma gastronomica che ricorda con dispiacere la chiusura di Spasso Food, a piazza Re di Roma. A oltre un anno dalla fine di quell'avventura, sarà lui a curare il menu del nuovo Carolina, con una proposta informale per il pranzo, un menu serale più ambizioso e tante idee originali da sviluppare, come il Mozzarella Emporium (9 variazioni sulla mozarella di bufala, dall'abbinamento con mela e tè nero alla classica in carrozza con alici), l'Oyster Bar con la selezione di Corrado Tenace, il Carbonara Corner all'ora di pranzo, per una proposta tradizionale, una carbonara con peperoni cruschi, una carburrata con scaglie di cioccolato. A pranzo anche sandwich, pastrami, brisket con salsa alla birra, Caesar's Salad, pinzimonio invernale, jacket potato. Dal menu della sera, invece, 6 crudi – la tartare di rapa rossa, i crudi di carne, il battuto di scampi con salsa al cachi, olio di nocciola e tapenade – 6 primi piatti di territorio e non solo, 6 secondi dalla padella alla brace, con idee interessanti come il burger di anatra con mayonnaise all'arancia. E per chi ha molta fame la versione rinforzata dei primi della tradizione: carbonara, amatriciana, cacio e pepe, purché siano 200 grammi!

Ricordando che il quartiere ha da poco beneficiato anche del restyling di 28 Birreria Gastronomica, frutto del sodalizio tra Caulier e Toccalmatto, che il 13 novembre ospiterà la cena tra “schiaffi e comfort” di Simone Cipriani, chef patron de l'Essenziale a Firenze (e protagonista di Cambio Menu su Gambero Rosso Channel).

 

Tyler | Roma | piazzale Ponte Milvio | dalla fine di novembre | https://www.facebook.com/TylerPonteMilvio/

Carolina Emporium | Roma | via Cassia, 14 

 

a cura di Livia Montagnoli

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition