4 Feb 2018 / 16:02

Premio Doc Wine Travel Food. Il bando del concorso che premia il cinema a tema enogastronomico

C'è tempo fino al 30 maggio per presentare la propria candidatura alla terza edizione del Premio dedicato ai prodotti audiovisivi e ai soggetti inerenti cibo, vino, viaggi e turismo. Ecco chi e come può partecipare. La cerimonia di premiazione alla Festa del Cinema di Roma 2018. 

Premio Doc Wine Travel Food. Il bando del concorso che premia il cinema a tema enogastronomico

C'è tempo fino al 30 maggio per presentare la propria candidatura alla terza edizione del Premio dedicato ai prodotti audiovisivi e ai soggetti inerenti cibo, vino, viaggi e turismo. Ecco chi e come può partecipare. La cerimonia di premiazione alla Festa del Cinema di Roma 2018. 

Il premio cinematografico

Un concorso per esprimere la propria creatività dietro la macchina da presa, partecipando con progetti audiovisivi dedicati a viaggi, cibo e vino. Il Premio cinematografico Doc Wine Travel Food invita registi e autori amatoriali e professionisti (ma anche studenti universitari e delle Accademie d'Arte, italiane e straniere) a candidarsi alla terza edizione della rassegna nata con l'obiettivo di valorizzare i lavori ispirati da tematiche inerenti il cibo. Indagato dal punto di vista artistico e culturale, o trattato sottoforma di inchiesta o di ricerca. Il bando, promosso da Fondazione Gambero Rosso e Artribune, è già disponibile online, e le candidature dovranno pervenire entro il 30 maggio 2018, corredate di prodotti audiovisivi e/o soggetti: il concorso assegna riconoscimenti a 5 categorie: cortometraggio, documentario, lungometraggio, serie tv, soggetto. E la cerimonia di premiazione si celebrerà in occasione della Festa del Cinema di Roma 2018, il prossimo autunno. Ma quali sono i requisiti per partecipare? L'obiettivo della rassegna è quello di contribuire, attraverso il linguaggio video, alla maggiore divulgazione della cultura del cibo, del vino, dei territori e del turismo, nonché di valorizzare la crescita economica e la consapevolezza del potere benefico che questi hanno sulla percezione del nostro Paese e, soprattutto, sulla salute di chi guarda e di chi gusta.

 

Il bando. Chi può partecipare

E quindi sono ben accette una grande varietà di proposte, dal corto di fantasia (durata massima 12 minuti) ai documentari  che abbiano per soggetto le tematiche dell’agroalimentare, i problemi legati alla nutrizione, la memoria delle antiche ricette, le tradizioni gastronomiche di un determinato territorio, la produzione di prodotti particolari, il cibo come passione e come risorsa; dai lungometraggi che danno ampio spazio al mondo dell'enogastronomia e del turismo al numero 0 di un format che potrebbe andare in onda su un canale tematico ed esportato all'estero. E poi i soggetti, per lungometraggi o serie televisive che abbiano come perno fondamentale della vicenda i temi food, wine & travel. Ogni produttore o autore potrà eventualmente partecipare con diversi elaborati a una o più categorie e con uno o più progetti, candidandosi al premio nella sezione dedicata del sito del Gambero Rosso, compilando il modulo di iscrizione da inviare tramite posta elettronica all'email del concorso. I prodotti inviati saranno poi esaminati da una giuria tecnica, composta da esperti del mondo enogastronomico, del mondo della salute, del cinema e della tv, che attribuirà i premi ai progetti più meritevoli.

 

www.gamberorosso.it/it/doc-wine-travel-food/

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition