16 Mar 2018 / 17:03

Torino Cocktail Week 2018. Oltre 30 locali coinvolti per trasformare la città nella capitale della miscelazione

Seconda edizione torinese per la rassegna dedicata al bere miscelato, sotto la direzione tecnica di Evho. Oltre 30 locali coinvolti, ognuno alle prese con un signature cocktail da presentare per tutta la settimana, dal 19 al 25 marzo, a prezzo scontato. E tanti approfondimenti al Cocktail Village. 

Torino Cocktail Week 2018. Oltre 30 locali coinvolti per trasformare la città nella capitale della miscelazione

Seconda edizione torinese per la rassegna dedicata al bere miscelato, sotto la direzione tecnica di Evho. Oltre 30 locali coinvolti, ognuno alle prese con un signature cocktail da presentare per tutta la settimana, dal 19 al 25 marzo, a prezzo scontato. E tanti approfondimenti al Cocktail Village. 

 

Cocktail Week. Perché in Italia si può

A Torino, la cocktail week faceva il suo esordio un anno fa, sul modello di un'iniziativa nata all'estero e poi importata in Italia, dove l'evoluzione continua del panorama della miscelazione ha decisamente fornito terreno fertile alla rassegna. Prima è arrivata Firenze, prossima a celebrare la terza edizione della settimana che mette sotto i riflettori i migliori bartender della città. E forse proprio la buona riuscita dell'operazione – sotto la direzione di Paola Mencarelli e Lorenzo Nigro – ha stimolato l'iniziativa di altre città. Dietro al progetto torinese c'è la direzione tecnica dell'accademia di bartender professionisti Evho. L'appuntamento con la Torino Cocktail Week 2018, dal 19 al 25 marzo, replicherà la formula dell'anno passato, coinvolgendo oltre 30 locali e cocktail bar (alcune sono new entry, a confermare quanto sia dinamico il mondo della miscelazione nelle grandi città italiane, come dimostrano pure gli ultimi progetti solisti di affermati bartender di casa nostra, il più recente, work in progress, quello di Filippo Sisti a Milano, Talea) in una settimana di appuntamenti a tema e degustazioni guidate, tra masterclass e workshop per addetti ai lavori, promozioni sul cocktail, conferenze e momenti di festa.

 

Torino Cocktail Week 2018

La rassegna, dunque si snoderà sul percorso di un'ideale mappa della mixology cittadina, un itinerario in 35 tappe tra cocktail bar di concezione moderna e caffè storici di Torino, che per tutta la settimana proporranno un drink speciale al costo di 5 euro (solo per chi è provvisto di cocktail pass, prevendita disponibile online a 15,99 euro). Ma il pass darà libero accesso anche al Cocktail Village - quartier generale del festival, allestito all'hotel NH Torino Santo Stefano, con palco e spazi adibiti all'approfondimento e agli incontri con bartender e aziende produttrici – alle masterclass e ai workshop con ospiti della miscelazione internazionale, atterrati a Torino per l'occasione. Quest'anno, iniziativa nell'iniziativa, ogni giornata sarà dedicata a un diverso distillato, protagonista di degustazioni speciali e incontri sul tema: si comincia lunedì 19 con la vodka, per chiudere domenica 25 con il rum. In mezzo whisky, gin, agave e un focus sul vermouth, che a Torino gioca in casa, giovedì 22. Sabato, invece, la giornata sarà dedicata a esplorare il mondo della miscelazione analcolica. Ma il programma della manifestazione è davvero ricco, e coinvolge tutti i quartieri della città.

Gli appuntamenti in città

L'evento inaugurale sarà ospitato da Edit: l'ambizioso polo gastronomico di via Cigna, inaugurato l'autunno scorso, partecipa alla manifestazione tra le new entry di alto profilo, con i cocktail di Salvatore Romano (protagonista, il 25 marzo, del seminario Storia dell'aperitivo italiano al Cocktail Village) e Luigi Iula del Barz8. Per tutta la settimana, e già domenica 18 marzo, il cocktail bar ospiterà il team dell'HIMKOK Storgata Destilleri di Oslo, distilleria norvegese che produce acquavite, gin e vodka e offre una proposta di miscelazione celebre nel mondo. Tra gli appuntamenti che più rispecchiano l'anima di Edit, venerdì 23 marzo, il seminario sulla Miscelazione enogastronomica, con i resident barman Lorenzo Scaglia e Samuel Donniacuo. Da segnare in agenda anche la visita guidata al Museo Enologico di Casa Martini di Pessione (il 21 marzo, alle 19), il Portfolio del Professore al Bar Cavour con Michele Garofalo del Jerry Thomas Project (venerdì 23 marzo, alle 15), il foraging nella miscelazione al Cocktail Village (il 25 marzo, alle 12). E la cocktail competition che chiude la manifestazione, domenica dalle 18 al Village, per aggiudicarsi il titolo di bartender of the year della Torino Cocktail Week: in sfida 5 bartender, la decisione al pubblico partecipante. A seguire, l'elenco dei locali coinvolti (sul sito della rassegna i signature cocktail presentati da ognuno di loro):

 

Cocktail bar

Affini

Arancia di Mezzanotte

Bar Cavour

Barz8

Caffè Elena

Fab

Inside

KM5

Krimikal

La Bicyclette

La Drogheria

Le Panche Cocktail Bar

Lobelix

Mago di Oz

Opposto Cocktail Bar

Pastis

Pepe

Quadrix

Shore Cocktail Bar

Smile Tree

Snodo- OGR

The Beach

Wallpaper

 

Ristoranti

Antico Balon

Bistr8

Freevolo

La Revoltosa

Hotel Dogana Vecchia

Il Porto

Il Tagliere

Panperfocaccia

Salumeria Falchero

Sausalito Gamberi a Go-Go

Sibiriaki

Ritual

 

Torino Cocktail Week – Torino – dal 19 al 25 marzo 2018 – www.cocktailweektorino.it

 

a cura di Livia Montagnoli

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition