27 Giu 2018 / 17:06

Estate 2018 in cantina. Musica, arte e cibo tra le vigne della Toscana

Sono molte le tenute vinicole che in Toscana aprono le porte al pubblico per raccontare come vino, arte e cibo possano valorizzarsi l'un con l'altro. In Maremma estate ricca di appuntamenti serali tra Petra, Val delle Rose e Rocca di Frassinello. Una buona opportunità per scoprire grandi esempi di architettura d'autore applicata al mondo del vino. 

Estate 2018 in cantina. Musica, arte e cibo tra le vigne della Toscana

Sono molte le tenute vinicole che in Toscana aprono le porte al pubblico per raccontare come vino, arte e cibo possano valorizzarsi l'un con l'altro. In Maremma estate ricca di appuntamenti serali tra Petra, Val delle Rose e Rocca di Frassinello. Una buona opportunità per scoprire grandi esempi di architettura d'autore applicata al mondo del vino. 

 

Affascinano gli stranieri che arrivano numerosi per godere del fascino e del buon vino delle colline toscane, ma pure chiunque sappia apprezzare gli ambiziosi progetti imprenditoriali (e architettonici). Sono le cantine d'autore che punteggiano e interagiscono con la campagna toscana, rinnovando una vocazione rurale antichissima. L'estate, in cerca di un po' di frescura serale, è il momento ideale per visitarle, tanto più che molte realtà vinicole della zona sono ben felici di ospitare eventi musicali, spettacoli e un fitto programma di appuntamenti culturali.

Concerti e cucina toscana da Petra

Progettata dall'architetto Mario Botta in località Suvereto (Livorno), tra le colline della Val di Cornia, Petra è indubbiamente uno dei più celebri esempi di investimento illuminato. E il suo inconfondibile profilo architettonico è entrato nella storia dei progetti d'autore finanziati dal mondo del vino, con specifico riferimento all'iniziativa della famiglia Moretti (alla guida ora c'è Francesca, che dirige con piglio un'azienda “al femminile”), che dal 1997 a oggi hanno saputo dare forma all'ambizione di costruire un tempio dedicato al vino, in nome di una bella sinergia tra opera ingegneristica e natura, all'insegna della sostenibilità e dell'armonia delle forme. Proprio la scalinata progettata da Mario Botta diventerà nei prossimi mesi teatro e palcoscenico di 5 serate per raccontare la cultura del vino, del cibo e dell'arte. Lo schema si ripeterà per tutti gli appuntamenti del ciclo, cominciando dall'accoglienza al tramonto per la visita in cantina; a seguire l'aperitivo alla scoperta dei vini dell'azienda, poi la cena al tavolo con menu tradizionale toscano. E dalle 21.30 la performance degli artisti coinvolti. Prima data il 30 giugno, col monologo Gli ultimi saranno gli ultimi di Massimiliano Bruno recitato da Gaia Nanni; seguiranno nel mese di luglio un nuovo appuntamento col teatro (il 12 con L'uomo rondine di Maurizio Lombardi) e un appuntamento speciale per gli amanti del jazz, con Isola Jazz. E ancora, ad agosto, le postazioni allestite sotto al cielo stellato per la Notte di San Lorenzo (il 10), con sottofondo di musica dal vivo, e il 31 ancora in musica, con il concerto del Duo Harp & Hang. Posti limitati, solo su prenotazione.

Jazz e chef in Val delle Rose

Si cambia tenuta, non cambia lo spirito che animerà le serate estive a Val delle Rose. La cantina maremmana della famiglia Cecchi, da sempre votata all'ospitalità e al buon cibo, presenta un programma corale che mira a coinvolgere i cuochi del territorio e grandi artisti musicali, chiamati a esibirsi sotto le stelle. Tra gli ospiti della rassegna Nicky Nicolai e Stefano Di Battista, ma anche Elio e Luca Schieppati, con l'istrione della banda delle Storie Tese sul palcoscenico in veste insolita, accompagnato dal piano, per uno spettacolo di musica classica che invita a condividere la bellezza del momento. Anche a Poggio alla Mozza (Grosseto), dove la Tenuta fu acquistata ne 1996 da Luigi Cecchi, la prima va in scena il 30 giugno, proprio in compagnia del celebre duo jazzistico (aperitivo, cena a buffet e spettacolo). Poi il calendario sarà fitto, tra cene d'autore – il 14 luglio con Massimiliano Ciregia, il 25 agosto con Mirko Martinelli, e via così – aperitivi musicali, visite in vigna, degustazioni di vino. Fino a ottobre inoltrato e sempre su prenotazione.

 

Concerto in barricaia a Rocca di Frassinello

Cambiamo ancora prospettiva per entrare alla Rocca di Frassinello, nel cuore della Maremma tra Bolgheri e Scansano, negli spazi progettati da Renzo Piano disseminati di opere di artisti internazionali. Anche qui, a Gavorrano, l'estate significa spettacoli en plein air e appuntamenti culturali che invitano a godere di un contesto d'eccezione, oltre che di buon vino e cibo del territorio. L'apice della rassegna si raggiungerà il prossimo 27 luglio, con il Concerto in Barricaia per il ciclo Grande jazz e grandi vini: gli ospiti seduti tra le botti di questo suggestivo anfiteatro del vino per ascoltare la musica di Maria Pia De Vito, che apre il festival Grey Cat Jazz 2018. Ma prima una visita di rigore alla cantina, alla mostra sugli Etruschi e il vino nella storia del territorio e l'aperitivo con i vini della Tenuta. Mentre è sempre disponibile il percorso di wine trekking tra le vigne di Rocca di Frassinello.

 

Ricordiamo pure, che dal 1 luglio, sei aziende vinicole del vicino Chianti ospitano una nuova edizione di Art of the Treasure Hunt: rassegna a cura di Luziah Hennessy per portare l'arte in cantina (fino a ottobre prossimo).

 

Cantina Petra - Suvereto (LI) - Località San Lorenzo Alto, 131 - 0565 845308 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Val delle Rose - Località Poggio La Mozza (GR) - 0564 409062 - valdellerose.it

Rocca di Frassinello - Gavorrano (GR) - Località Giuncarico Scalo - 0566 88400 - castellare.it 

 

a cura di Livia Montagnoli

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition