1 Ott 2018 / 17:10

15 anni di Autochtona a Bolzano. E il Lagrein diventa la star

Quattro giorni dedicati alla viticoltura autoctona per la kermesse che da 15 anni riunisce i produttori d'Italia che coltivano e lavorano le proprie uve, seguendo in prima persona l'intero ciclo produttivo, dalla vite al bicchiere. Si comincia con il tour della Penisola calice in mano, per proseguire con i focus su vini altoatesini e il Lagrein il 17 e 18 ottobre. 

15 anni di Autochtona a Bolzano. E il Lagrein diventa la star

Quattro giorni dedicati alla viticoltura autoctona per la kermesse che da 15 anni riunisce i produttori d'Italia che coltivano e lavorano le proprie uve, seguendo in prima persona l'intero ciclo produttivo, dalla vite al bicchiere. Si comincia con il tour della Penisola calice in mano, per proseguire con i focus su vini altoatesini e il Lagrein il 17 e 18 ottobre. 

 

Vitigni autoctoni da tutta Italia

Quindici anni di Autochtona per la Fiera Bolzano, che celebra con un'edizione particolarmente ricca (ed estesa, da 2 a 4 giorni di kermesse) questo compleanno importante. Appuntamento il 15 e 16 ottobre con il tradizionale forum che accoglierà oltre 100 produttori da tutta Italia: più di 300 le etichette in degustazione per un tour della Penisola calice in mano con aziende provenienti da 17 diverse regioni italiane che esprimono il meglio della propria produzione vitivinicola, tra rari vitigni autoctoni, cantine innovative ed etichette di nicchia. Del resto la fiera è nata con l'obiettivo di facilitare l'incontro tra venditori, albergatori, ristoratori, titolari di wine bar e grande pubblico con le migliori cantine di produzione autoctona, e negli anni è riuscita a imporsi sulla scena delle fiere vinicole nazionali per autorevolezza e particolarità delle proposte: oltre 1300 sono stati i visitatori specializzati dell'ultima edizione, 15 i buyer internazionali da 10 Paesi. E quest'anno si ricomincia anche dalla territorialità: il 17 ottobre, l'attenzione si concentrerà sui vini del territorio, in occasione di Vinea Tirolensis, vetrina dedicata ai vignaioli indipendenti altoatesini, oltre 60 da tutte le migliori zone di produzione dell'Alto Adige.

 

Il debutto di Lagrein Experience

Giovedì 18, a concludere la kermesse, il debutto di Lagrein Experience, per la valorizzazione del vitigno più antico tra quelli documentati nella regione: la prima menzione risale al 1318! Tra gli eventi in programma, un focus dedicato al Lagrein con la possibilità di degustare i 12 vini finalisti del concorso dedicato Tasting Lagrein e parlare con i vincitori dei tre premi (la selezione dei finalisti è andata in scena a Milano, mentre i premiati saranno svelati solo il 18 ottobre); interventi di relatori esperti che offriranno una fotografia puntuale del vitigno altoatesino; uno showcooking a cura di tre chef del territorio Marc Bernardi (Piz Seteur), Mattia Baroni (Haselburg), Danilo D’Ambra (Johnson & Dipoli). A loro il compito di preparare in diretta, e offrire ai presenti, tre piatti in grado di valorizzare i Lagrein premiati. All’interno della Lagrein Experience sarà anche possibile scoprire i prodotti tipici del Gallo Rosso, brand creato dall’Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Südtirolesi per le aziende agrituristiche dell’Alto Adige, sinonimo di qualità ed esperienza delle usanze contadine a contatto diretto con la natura. La parola d'ordine delle quattro giornate, del resto, è biodiversità che significa anche qualità, e non in termini astratti, ma come sinonimo di carattere e personalità. Perché è dalle piccole produzioni autoctone d'Italia che l'identità ancestrale della viticoltura nazionale trae la propria linfa vitale.

 

Autochtona 2018 - Bolzano - Fiera di Bolzano - dal 15 al 18 ottobre - www.fierabolzano.it/autochtona/

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition