10 Ott 2018 / 14:10

Mangiare in aereo. Alitalia punta sul made in Italy

Per migliorare il servizio di ristorazione in volo, Alitalia lancia un nuovo catering (Gate Gourmet) e inaugura una collaborazione con il Gambero Rosso.

Hostess di Alitalia che distribuisce spaghetti al pomodoro

Per migliorare il servizio di ristorazione in volo, Alitalia lancia un nuovo catering (Gate Gourmet) e inaugura una collaborazione con il Gambero Rosso.

 

Buon cibo e ristorazione di bordo ad alta quota, si sa, non vanno sempre d’accordo. Ma le regole del gioco stanno lentamente cambiando: negli ultimi anni non pochi gruppi del settore hanno scelto di puntare su un miglioramento dei servizi al passeggero che passa anche dalla qualità dell’offerta gastronomica. E in questo senso la Compagnia italiana ha rivisitato l’offerta food & beverage con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la qualità dei pasti. I dettagli del nuovo progetto, reso possibile grazie a un accordo con la società leader nel settore Gate Gourmet, sono stati presentati oggi alla fiera internazionale del turismo TTG Incontri di Rimini, dal Chief Business Officer di Alitalia Fabio Maria Lazzerini. Ma in che consiste questa novità? “Offriremo ai passeggeri in classe economy un menù totalmente rinnovato, con prodotti preparati in Italia e legati alla tradizione gastronomica del Paese”.

Diverse fasi del progetto

Nel mese di ottobre Gate Gourmet diventa il fornitore unico del catering per tutti gli aerei in partenza dalla Penisola, garantendo benefici in termini di efficienza e di ottimizzazione dei processi logistici per il caricamento dei pasti a bordo. Alla variazione del fornitore segue, nel corso del mese di novembre, il rinnovamento del menù di classe economica nei voli di medio raggio di durata superiore alle 3 ore, durante i quali viene introdotto un servizio con vassoio in sostituzione della attuale offerta di snack. Dopodiché verrà rivisto e migliorato il catering di classe economica per tutti i voli intercontinentali di lungo raggio e, nel corso del 2019, è prevista l'introduzione di nuove tecnologie che permetteranno al passeggero una scelta su misura del pasto a bordo. Insomma grazie alle strumentazioni all’avanguardia che oggi esistono è possibile elevare la qualità finale, fare cose che cinque o dieci anni fa erano impossibili.

La collaborazione con Gambero Rosso

Il progetto riguarda anche i menù della business class: a partire da metà novembre i piatti saranno infatti disegnati in collaborazione con Gambero Rosso, con l'obiettivo di valorizzare le tradizioni e i prodotti del territorio coinvolgendo le cucine delle diverse regioni. “Siamo orgogliosi di questa partnership con Alitalia”, dice Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso, “che conferma il grande impegno della nostra azienda per la valorizzazione dei territori e delle eccellenze food & beverage made in Italy. I menu realizzati per la classe Magnifica di Alitalia sono stati pensati e ideati con grande attenzione alle produzioni regionali, uniche nel panorama mondiale grazie alla loro biodiversità. Gambero Rosso, in oltre 30 anni di attività, ha costantemente operato per la promozione del nostro Paese tramite le sue attività editoriali, uniche edite e distribuite nei 5 continenti, e attraverso eventi internazionali B2B che attraggono oltre 50 mila professionisti che rappresentano il meglio della ristorazione e della distribuzione, nonché i maggiori media e influencer di ogni Paese. Questa joint venture avrà quindi ampia risonanza in tutte le mete raggiunte dalla nostra compagnia di bandiera.” Il menu è in via di definizione ma sicuramente punterà tutto sulla ricchezza enogastronomica italiana. Un viaggio (gastronomico) nel viaggio, dunque, che tenterà di far felici i passeggeri.

 

 

 

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition