Accendete il forno regolando il termostato a 180°.
Fate fondere il burro. Setacciate la farina con il lievito dentro una ciotola ampia e miscelatela con lo zucchero e un pizzico di sale.

Fate la fontana e mettetevi le uova intere, il burro fuso e il latte non troppo freddo.

Mescolate bene il tutto con un cucchiaio di legno quindi versate il composto in una tortiera da 26 cm, imburrata e infarinata e mettete il dolce nel forno già caldo. Lasciate cuocere per circa un’ora quindi sformate il dolce e fatelo raffreddare su una gratella.

È un dolce molto semplice e facile, ideale da inzuppare nel caffelatte.

Può essere preparato anche con il mixer, raccogliendo insieme tutti gli ingredienti e frullando per un paio di minuti.... 14 Ottobre 2009
Preparazione: 30 minuti + 1 ora di riposo

Setacciate la farina e miscelatela con il lievito o lo zucchero. Fate intiepidire il latte (non scaldare!). Fate la fontana e mettetevi le uova battute e il latte e impastate per qualche minuto quindi allargate l’impasto e distribuitevi il burro, morbido e a pezzetti.

Continuate a impastare fino ad avere un composto omogeneo quindi raccoglietelo a palla e sistematelo in una ciotola infarinata (ovviamente l’impastatrice renderà il lavoro molto più facile e rapido).

Sigillate con la pellicola trasparente e lasciate lievitare per circa un’ora in un ambiente tiepido.

Trascorso questo tempo, passate la ciotola con l’impasto nella parte meno fredda del frigorifero per tre quarti d’ora.

Battete la pasta due o tre volte su un piano infarinato per sgonfiarla quindi sistematela in una tortiera da 26 cm, imburrata e infarinata, copritela con un panno infarinato e lasciate lievitare in ambiente tiepido per poco meno di un’ora.

Miscelate lo zucchero della rifinitura con la cannella. Pennellate abbondantemente di latte la superficie della torta e spolverate con la miscela di zucchero e cannella quindi passate la torta nel forno a 180° e proseguite la cottura per 40 minuti.

A cottura ultimata, sformate la torta e lasciatela raffreddare in una gratella.... 14 Ottobre 2009
Sbattere il burro a temperatura ambiente con lo zucchero. Aggiungere un uovo per volta, sbattendo finché sia incorporato prima di aggiungere l’uovo successivo, poi l’estratto di vaniglia e la buccia del limone, finemente grattugiata.

Sul lato mescolare la farina gialla, la farina di grano e il lievito, e poi incorporare tutto quanto al composto preparato in precedenza.

Infine, incorporare delicatamente 150 g di lamponi, e versare il composto in una teglia di 22 cm di diametro.

Infornare a 190°C e far cuocere per 30-40 minuti o finché la torta sia solida e presenti una bella crosticina dorata.

Sfornare e lasciar raffreddare, per servire aggiungere il resto dei lamponi sulla superficie della torta.... 12 Ottobre 2009
Versate i semi in una ciotolina, copriteli di acqua fredda e fateli ammollare per una mezz'ora quindi scolateli (con un colino a maglia fitta!). Setacciate la farina con il lievito.

Raccogliete il burro, molto morbido e a pezzetti, in una ciotola con lo zucchero e la scorza grattugiata delle due arance. Montatelo con la frusta elettrica fino ad averlo gonfio e spumoso.

Continuando a battere con la frusta, unite le uova, uno alla volta e di seguito unite in successione: la farina, la farina di mandorle, il succo di arancia, i semi di papavero e il latte. Mescolate molto bene il tutto e versate il composto in una tortiera (26 cm) imburrata.

Infornate a 180° per un'ora scarsa (dopo 50 minuti fate la prova cottura con uno stecchino: se esce asciutto, il dolce è cotto). All'uscita dal forno, fate riposare il dolce per 5 cinque minuti prima di sformarlo e farlo raffreddare su una griglia.... 02 Ottobre 2009
Mettete l'uvetta ad ammollare in una tazza di acqua tiepida. Spezzettate il pane e mettetelo a bagno nel latte, lasciandolo fino a quando sarà completamente ammorbidito.

Spappolate bene il tutto fino a quando pane e latte avranno formato come una crema.

Unitevi le uova sbattute con lo zucchero, la farina setacciata, il burro fuso, l'uvetta, scolata e asciugata, i pinoli, il cedro tagliato a dadini e il rum.

Mescolate con cura e versate il composto in una tortiera [28 cm di diametro] imburrata e rivestita di pangrattato.

Mettete la torta nel forno già caldo a 180° e lasciatela cuocere per un'ora abbondante, fino a quando si sarà formata una crosticina scura. Servitela tiepida o fredda.... 07 Gennaio 2008
Setacciate la farina e la fecola e, separatamente, anche lo zucchero a velo. Mettete il burro a pezzetti in una ciotola e lavoratelo a spuma con un cucchiaio di legno.

Unite un pizzico di sale, la scorza di limone grattugiata [solo la parte gialla] e, uno alla volta, i sei tuorli non unendo il successivo fino a quando il precedente non sarà ben incorporato.

Sempre mescolando, unite poco per volta anche lo zucchero a velo e, subito dopo, il miscuglio di farina e fecola.

Infine, quando il composto sarà ben amalgamato, incorporatevi delicatamente gli albumi montati a neve, con un movimento circolare dall'alto in basso.

Imburrate e infarinate un tortiera [28 cm di diametro], versatevi il composto, livellatelo e mettete la torta nel forno precedentemente scaldato a 180°.

Lasciatela cuocere per circa tre quarti d'ora e, una volta sformata, fatela raffreddare su una gratella.

Servite la torta spolverata di zucchero a velo.

Questa torta, dal gusto delicatissimo, è migliore se consumata il giorno dopo la preparazione. Ben chiusa in un contenitore ermetico, si conserva bene per molti giorni.... 07 Gennaio 2008
Tuffate le mandorle in acqua bollente, pelatele e tritatele finemente. Setacciate le due farine sulla spianatoia, unite lo zucchero, le mandorle tritate, la scorza di limone grattugiata [solo la parte gialla] e un pizzichino di sale.

Mescolate il tutto quindi fate la fontana e mettete al centro il burro a pezzettini, i tuorli e il liquore.

Impastate gli ingredienti con la punta delle dita cercando di non fare un impasto omogeneo ma piuttosto un insieme di grumi.

Fateli cadere in una tortiera imburrata e infarinata senza livellare la superficie. Mettete la torta nel forno precedentemente scaldato a 180° e lasciatela cuocere per circa cinquanta minuti fino a quando la superficie sarà dorata.

Lasciate intiepidire la torta prima di sformarla e servitela leggermente spolverata di zucchero semolato.

Questa tipica torta mantovana, una volta fredda, si indurisce molto e si serve di solito rotta pezzi, accompagnata da un bicchiere di vino dolce. Ben chiusa in una scatola di latta, si conserva bene per molti giorni.... 07 Gennaio 2008
Preparazione: 30 + 30 minuti per il riposo

Setacciate la farina con il lievito sulla spianatoia. Mescolatevi il sale e la vainillina quindi fate la fontana e mettetevi il burro morbido e a pezzetti.

Amalgamate gli ingredienti con la punta delle dita fino ad ottenere delle grosse briciole quindi formate ancora la fontana e mettete al centro le uova intere e lo zucchero.

Impastate rapidamente gli ingredienti quel tanto che basta per ottenere un impasto liscio quindi raccoglietelo a palla e lasciatelo riposare per almeno mezz'ora, avvolto nella pellicola trasparente.

Mentre la pasta riposa, preparate il ripieno passando al setaccio la ricotta e mescolandovi lo zucchero, l'uovo intero e il liquore. Imburrate e infarinate una tortiera da crostate del diametro di 26 cm.

Stendete la pasta a uno spessore di circa un cm e appoggiatela sopra la tortiera. Premete leggermente per farla aderire alle pareti quindi ritagliate l'eccedenza di pasta e rimpastate rapidamente i ritagli.

Spalmate la marmellata sul fondo della crostata e copritela con il composto di ricotta pareggiando la superficie. Stendete la pasta avanzata e ricavatene delle striscioline tagliandole con la rotella dentata.

Sistematene alcune a griglia sulla superficie della crostata e le altre a chiusura tutto intorno. Mettete la torta nel forno precedentemente scaldato a 180°, lasciandola cuocere per circa un'ora. Lasciate raffreddare la torta prima di sformarla.... 07 Gennaio 2008
Setacciate la farina con il lievito in una larga ciotola e mescolatela con il sale e lo zucchero. Fate la fontana e mettetevi al centro le uova intere, il burro molto morbido a pezzetti, l'Alchermes e la scorza grattugiata del limone (solo la parte gialla).

Lavorate gli ingredienti quel tanto che basta per amalgamarli quindi trasferite il composto nella spianatoia infarinata e impastate fino ad averlo ben liscio.

Formate con la pasta (che dovrà essere abbastanza morbida) un lungo salsicciotto e accomodatelo in uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro, imburrato e infarinato.

Mettete la ciambella nel forno già scaldato a 180° e lasciatela cuocere per circa tre quarti d'ora.

Mettete l'albume in una tazza, battetelo leggermente e mescolatelo con lo zucchero a velo setacciato in modo da avere una specie di glassa liscia fluida.

Quando il dolce è cotto, sformatelo, appoggiatelo su un piatto e pennellatelo con la glassa, rivestendolo bene.

Spolveratelo con i confettini e rimettetelo nel forno spento ma caldo lasciandolo fino a quando la glassa si sarà asciugata.... 07 Gennaio 2008
Scottate le mandorle in acqua in ebollizione quindi pelatele e allargatele su una placca. Passatele per pochi minuti nel forno ben caldo ma spento per farle asciugare.

Quando sono ben fredde, versatele nel bicchiere del mixer con la metà dello zucchero della dose e frullate brevemente. Setacciate la farina sulla spianatoia e unite lo zucchero rimasto, il composto di mandorle, un pizzico di sale, e la scorza di limone.

Miscelate il tutto quindi fate la fontana e mettetevi il burro morbido e a pezzetti, il tuorlo e la grappa.

Mescolate gli ingredienti con la punta delle dita e aiutandovi con una forchetta senza impastare: il composto non deve riuscire compatto ma formato da grosse briciole (fregolotti).

Foderate una tortiera da 24 cm con un disco di carta da forno e fatevi cadere i fregolotti senza premerli, in modo che si dispongano in uno strato irregolare senza spazi vuoti (nel caso, scuotete leggermente la tortiera).

Infornate a 180° per circa tre quarti d'ora fino a doratura.

La torta è migliore se preparata con un giorno di anticipo e si conserva perfettamente per molti giorni se conservata in una scatola di latta. Dura a croccante, simile per consistenza alla sbrisolona mantovana, la torta di fregolotti non si taglia a fette ma si spezza.... 07 Gennaio 2008

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition