Mondate la cipolla, il sedano e la carota e tritateli insieme al prosciutto. Scaldate l'olio in una casseruola e fatevi soffriggere dolcemente il trito preparato.

Quando le verdure saranno appassite e cominceranno a prendere colore, unitevi la polpa di pomodoro, incoperchiate e lasciate cuocere il sughetto per una ventina di minuti.

Bagnate con un litro e mezzo di acqua calda e quando riprende l'ebollizione, versatevi a pioggia il farricello.

Insaporite con il sale e con un'abbondante macinata di pepe e lasciate cuocere per circa un'ora, mescolando spesso.

Servite la zuppa spolverata abbondantemente di pecorino grattugiato.... 07 Gennaio 2008
Preparazione: 30 minuti + mezz'ora per il riposo

Tagliate il pane a fettine sottili e raccoglietelo in una ciotola. Copritelo a filo con il latte tiepido e lasciate riposare per una mezz'ora. Scaldate il burro in una casseruola e versatevi tutto il contenuto della ciotola.

Fate cuocere a fuoco dolce, mescolando continuamente fino a quando il composto si sarà addensato, raccogliendosi a palla.

Versatelo in una terrina, lasciatelo intiepidire e amalgamatevi le uova intere, la metà del formaggio, una grattatina di noce moscata, sale e pepe.

Mescolate bene: il composto dovrà risultare piuttosto consistente, se necessario addensatelo con una cucchiaiata di pangrattato.

Fate riposare per un'altra mezz'ora quindi mettete il brodo sul fuoco e, non appena raggiunge l'ebollizione, abbassate la fiamma, prendete mezzo cucchiaino di impasto e buttatelo nel brodo.

Proseguite rapidamente così e, quando tutti gli gnocchetti saranno affiorati, lasciateli cuocere dolcemente per tre o quattro minuti quindi servite la minestra ben calda passando a parte il formaggio grattugiato.... 07 Gennaio 2008
Mondate i funghi, lavateli rapidamente e asciugateli. Tagliate i gambi e tritateli grossolanamente. Affettate le cappelle e tenetele da parte. Tritate finemente la cipolla e uno spicchio d'aglio.

Scaldate un cucchiaio d'olio e il burro in una casseruola e fatevi appassire, a fuoco moderato, il trito di aglio e cipolla. Quando comincia a prendere colore, aggiungetevi i gambi tritati, mescolate e lasciateli soffriggere per qualche minuto.

Unite quindi l'orzo, mescolate e lasciatelo insaporire per qualche minuto prima di aggiungere tutto il brodo bollente.

Incoperchiate e lasciate cuocere per poco meno di un'ora [se usate la pentola a pressione, saranno sufficienti 20 minuti di cottura]. Nel frattempo preparate i funghi.

Scaldate due cucchiai d'olio e fatevi imbiondire uno spicchio d'aglio leggermente schiacciato, eliminatelo e versate nella padella i funghi, insaporiteli con sale e pepe e lasciateli cuocere, a fuoco dolce, per un quarto d'ora, mescolando con delicatezza.

Quando l'orzo è cotto [dovrà avere la densità di un risotto], unitevi tutto il contenuto della padella con i funghi, regolate il sale e proseguite la cottura per qualche minuto. Servite caldo.... 07 Gennaio 2008
Liberate il pane dalla crosta e tagliatelo a dadini.

Scaldate il burro in una padella antiaderente e fatevi dorare dolcemente i dadini di pane, mescolandoli di continuo fino a quando avranno preso un bel colore dorato. Scolateli, passateli sulla carta da cucina e spolverateli con la cannella.

Raccogliete i tuorli in una ciotola, unitevi la panna liquida e mescolate bene. Portate a ebollizione il brodo, unitevi il vino e, non appena riprende il bollore, ritiratelo dal fuoco e, sbattendo con la frusta, versatevi il composto di uova, continuando a sbattere per qualche minuto.

Se necessario, rimettete per un attimo la zuppa sul fuoco facendo attenzione che non arrivi all'ebollizione.

Servitela caldissima passando a parte i crostini di pane.... 07 Gennaio 2008
Mondate gli spinaci, lavateli più volte in acqua corrente e lessateli con la sola acqua rimasta aderente dopo il lavaggio quindi scolateli e, una volta intiepiditi, strizzateli e tritateli.

Scaldate il burro in una casseruola e fatevi rosolare dolcemente lo spicchio d'aglio schiacciato e la salsiccia sbriciolata. Quando l'aglio è imbiondito, scartatelo e versate nella casseruola la farina bianca fatta scendere da un setaccino.

Sempre mescolando, fate imbiondire la farina quindi unite gli spinaci e, mescolando, lasciateli insaporire per qualche minuto. Continuando a mescolare, unite il brodo caldo versandolo a filo, salate, pepate e, quando riprende il bollore, versate a pioggia la farina di mais, mescolando continuamente con una frusta in modo che non si formino grumi.

Abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa mezz'ora mescolando ogni tanto. A cottura ultimata, regolate il sale, pepate e servite la zuppa ben calda.... 07 Gennaio 2008
Preparazione: 45 minuti + 12 ore di ammollo per i ceci

Lavate i ceci e metteteli in ammollo in abbondante acqua tiepida con una puntina di bicarbonato per almeno 12 ore.

Trascorso questo tempo, scolateli, sciacquateli e metteteli sul fuoco con un litro e mezzo di acqua fredda e uno spicchio d'aglio.

Lasciateli cuocere a fuoco moderatissimo per circa due ore e mezzo, finché saranno teneri [con la pentola a pressione sono sufficienti tre quarti d'ora] salando soltanto nell'ultima mezz'ora.

Svuotate le seppie e spellatele quindi lavatele sotto l'acqua corrente e tagliatele a pezzetti. Scaldate l'olio in un tegame e fatevi soffriggere dolcemente un trito preparato con uno spicchio d'aglio e quattro-cinque foglie di salvia.

Dopo un minuto versate le seppie, rialzate la fiamma, salate e fatele ben insaporire. Quando cominceranno ad asciugarsi, sfumate con il vino bianco e, subito dopo, unite la passata di pomodoro.

Coprite il tegame e fate cuocere per circa tre quarti d'ora a fuoco lento, aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio d'acqua.

Quando le seppie sono tenere, versate tutto il contenuto del tegame nella pentola con i ceci ormai cotti e, se la zuppa risultasse troppo densa, unite un mestolo di acqua calda.

Regolate il sale e, dopo qualche minuto di ebollizione, buttate la pasta e terminate la cottura.

Lasciate un po' intiepidire la zuppa prima di servirla.... 07 Gennaio 2008
Tagliate la carne a pezzetti piccolissimi [non tritatela]. Scaldate lo strutto in una casseruola e fatevi appassire dolcemente la cipolla affettata finissima e l'aglio tritato.

Quando la cipolla diventa trasparente, unite la carne, mezzo cucchiaino di semi di cumino e un pizzico di maggiorana.

Rialzate la fiamma e spolverate la carne con la paprika [dato il sapore forte della paprika, è consigliabile unirla in due volte, regolando la quantità secondo la piccantezza desiderata] e fate ben rosolare mescolando quasi continuamente.

Quando carne e cipolla hanno preso colore, salate e aggiungete la foglia di alloro, la scorza di limone, un litro di acqua bollente e il concentrato di pomodoro.

Coprite e, quando inizia l'ebollizione, abbassate la fiamma e proseguite la cottura per un'ora abbondante prima di unire anche le patate, pelate, tagliate a dadini e sciacquate.

Regolate il sale e, quando le patate sono ben cotte [dopo circa tre quarti d'ora], la zuppa è pronta: servitela ben calda.

Invece della paprika forte, potete utilizzare quella dolce con la quale potete anche abbondare.

Oppure anche tutte e due: una per dare profumo e colore e l'altra per il gusto piccante.... 07 Gennaio 2008
Pelate le patate, tagliatele a dadini e sciacquatele. Indossate i guanti di gomma e lavate l'ortica.

Scaldate il burro in una casseruola e fatevi appassire dolcemente la parte bianca del porro affettata, facendo attenzione che non prenda colore.

Unite i dadini di patata e circa due terzi dell'ortica e, mescolando, fate insaporire a fuoco dolce per cinque minuti.

Bagnate con 1,2 l di acqua bollente, salate e fate bollire la zuppa per circa mezz'ora. Passate dal passaverdure e rimettete la zuppa nella casseruola.

Unitevi l'ortica lasciata da parte, tagliuzzata grossolanamente, e fate cuocere ancora per circa un quarto d'ora.

Regolate il sale e, fuori dal fuoco, completate la zuppa con la panna.

Servite la preparazione ben calda passando a parte i crostini di pane.... 07 Gennaio 2008
Pulite i polpi rovesciando la sacca e svuotandola, quindi con la punta di un coltellino togliete gli occhi e il becco che si trova al centro del ciuffo di tentacoli. Lavateli tenendoli sotto il getto dell'acqua corrente e lasciateli sgocciolare.

Spellate i calamaretti, svuotateli, lavateli più volte sotto l'acqua corrente e sgocciolateli. Svuotate la sacca delle seppioline, togliete gli occhi e il becco, spellatele e sciacquatele sotto l'acqua corrente. Asciugate tutti i molluschi tamponandoli con la carta da cucina.

Lavate i pomodori, divideteli in due, raccoglieteli in una casseruola e teneteli sul fuoco medio per una decina di minuti fino a quando saranno molto morbidi quindi passateli dal passaverdure.

Scaldate l'olio in un tegame e fatevi rosolare gli spicchi d'aglio schiacciati e il peperoncino. Quando l'aglio ha preso colore, eliminatelo e mettete nel tegame i polpetti.

Fateli cuocere a fuoco vivace per una decina di minuti mescolando spesso quindi unitevi i calamaretti e le seppioline e proseguite la rosolatura per altri dieci minuti.

Sfumate con il vino, salate e unite il passato di pomodoro. Coprite, abbassate la fiamma e proseguite la cottura per altri quaranta minuti circa fino a quando i molluschi saranno teneri.

A fine cottura regolate il sale e completate con un cucchiaio di prezzemolo tritato. Servite il guazzetto accompagnandolo con le fette di pane tostate e strofinate con l'aglio.... 07 Gennaio 2008
Spellate le cipolle e, dopo averle divise a metà, affettatele sottili. Se volete addolcirle, lasciatele a bagno per molte ore in abbondante acqua fresca cambiandola spesso, altrimenti utilizzatele subito.

Tritate finissimo il prosciutto. Scaldate l'olio in un tegame e fate soffriggere dolcemente l'olio con il prosciutto.

Unite le cipolle, insaporite con sale e pepe e fatele stufare dolcemente mescolando spesso facendo attenzione che non prendano colore. Quando sono trasparenti, unite i pomodori, privati dei semi e passati, coprite e proseguite la cottura per circa un'ora unendo ogni tanto un mestolo d'acqua calda.

A fine cottura dovrete ottenere una zuppa densa. Al momento di togliere la cipollata dal fuoco, battete le uova con il pecorino, versatele nel tegame e mescolate energicamente.

Servite subito accompagnando la preparazione con il pane tostato.... 07 Gennaio 2008

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition