Schiacciate i chiodi di garofano con il mortaio o il batticarne riducendoli in polvere e mescolateli alla cannella.

Ripulite le fettine di carne da eventuali nervetti e dal grasso in eccesso e battetele per renderle sottilissime. Disponetele a strati su un piatto largo e insaporite ogni strato con un filo d’olio, una macinata di pepe e una spolverata di cannella.

Coprite il piatto con la pellicola trasparente e lasciate marinare la carne in frigorifero per un paio d’ore. Sbucciate le mele, dividete ognuna in otto spicchi ed eliminate la parte che racchiude i semi.

Scaldate il burro in una padella antiaderente e fate saltare gli spicchi di mela, pochi minuti per parte in modo che rimangano consistenti. Spegnete la fiamma e lasciateli intiepidire.

Avvolgete le fettine di carne attorno a uno spicchio di mela formando un involtino. Infilzate quattro involtini su due spiedini tenuti paralleli e, una volta pronti, cuoceteli, pochi minuti per parte, sulla griglia, salandoli solo a fine cottura.

Servite gli spiedini caldissimi guarnendo il piatto con un’insalatina mista.... 13 Ottobre 2009
Far spurgare le vongole a lungo (anche un’intera giornata) in una ciotola con acqua salata, poi strofinarle energicamente battendole l’una contro l’altra, cambiando l’acqua e ripetendo l’operazione fino a che l’acqua risulti completamente pulita.

Rimettere le vongole nella ciotola con poca acqua salata e lasciarle continuare a depurare per ancora qualche ora, affinché ogni residuo di sabbia sia stato eliminato. A questo punto sono pronte per essere cucinate.

Far dorare uno spicchio d’aglio in camicia in un filo d’olio, unire le vongole e coprire. Attendere qualche minuto affinché siano tutte aperte, togliere dal fuoco e versare le vongole in un colapasta raccogliendo il liquido di cottura.

Sgusciare le vongole e tenerle in caldo. Immergere la mollica di pane nel latte. Tostare la frutta secca in padella, unire un goccio d’olio e spolverare con qualche cucchiaio di zucchero affinché ogni frutto ne venga ricoperto.

Togliere dal fuoco prima che lo zucchero inizi a caramellare. Frullare il pane con il latte, uno spicchio d’aglio e la farina di mandorle aggiungendo il brodo delle vongole e acqua calda sufficiente ad ottenere un composto fluido.

Portare a bollore, aggiustare di sale e pepe e tenere in caldo.

Al momento di servire unire la frutta secca, versare in una zuppiera e completare con le vongole e un filo d’olio.... 13 Ottobre 2009
Lavare il cavolfiore e dividerlo in cimette. Lessare in acqua bollente salata per 10 minuti. Scolare, conservando l’acqua di cottura, e frullare con un filo d’olio e un goccio d’aceto.

Aggiustare di sale e pepe allungando con un po’ di acqua di cottura.

Sciacquare velocemente le cappesante sotto l’acqua corrente eliminando il corallo e le parti sabbiose.

Cuocere le noci su una piastra ben calda mezzo minuto per lato.

Disporre sui piattini di servizio un cucchiaio di crema di cavolfiore, sistemarvi le cappesante e completare con qualche scaglia di sale e con le nocciole tritate.... 13 Ottobre 2009
Tagliare la cipolla a spicchi e immergerla per 10 minuti in acqua e ghiaccio.

Tagliare a metà l’avocado, asportarne la polpa con un cucchiaino, spruzzarla col succo di lime e schiacciarla con un pestello o una forchetta.

Salare e completare con qualche rondella di peperoncino.

Tagliare i pomodori a spicchi ed eliminare i semi, scolare e asciugare la cipolla e unire tutto in bicchierini di vetro irrorando abbondantemente d’olio.

Grigliare i gamberoni per 2 minuti per lato (all’interno devono rimanere morbidi e succosi) e servire subito con il condimento di cipolle e pomodori, il sale affumicato, e la crema di avocado.... 12 Ottobre 2009
Sistemare pesci e polenta sulla graticola, pennellare quest’ultima con burro fuso o olio e cospargere con sale alle erbe.

Cuocere per 5 minuti per lato sulla brace ben calda, spruzzare con l’aceto e servire.... 12 Ottobre 2009
Il giorno prima preparare l’olio aromatizzato: sistemare nelle bottiglie di vetro le  erbe fresche e le spezie desiderate; avvolgere le bottiglie con un foglio d’alluminio e lasciare in luogo fresco per tutta la notte (non è consigliabile conservare troppo a lungo l’olio aromatizzato per evitare rischi di irrancidimento e muffe).

Tagliare la pagnotta a metà ottenendo due dischi, eliminare la mollica in eccesso e praticare delle incisioni a losanghe.

Cuocere per 5 minuti per lato sulla brace ben calda, salare e irrorare abbondantemente con l’olio.

Servire subito con pomodorini e ricotta forte.... 12 Ottobre 2009
Rotolini.
Sciacquare le alici eliminando il sale e le lische, sistemarle in un piattino e condirle con l’olio.

Tostare i pinoli e sbriciolare finemente il pane.

Stendere la sfoglia di mozzarella, sistemare sul lato lungo i filetti di alici, i pinoli e qualche rondella di peperoncino privato di semi e filamenti.

Arrotolare stringendo bene la sfoglia e con un taglio preciso ottenere dei rotolini regolari.

Fissare l’estremità con un bastoncino di legno precedentemente bagnato (per evitare che sulla griglia bruci) e passare ogni rotolino nel pangrattato.
Bocconcini.
Tagliare la mozzarella a dadoni e metterla ad asciugare su carta da cucina (è preferibile utilizzare una mozzarella del giorno prima); avvolgere ogni dado con due filetti di alice e fissare con un bastoncino di legno bagnato.

Pepare e sistemare sulla griglia.

Cuocere 5 minuti per lato sulla brace ben calda.... 12 Ottobre 2009
Preparazione: 20 minuti + 1 ora di lievitazione

Preparare la pasta all’uovo, mescolando la farina con i due tuorli, fino ad ottenere una palla omogenea ed elastica. Coprire l’impasto con la pellicola trasparente e lasciar riposare per un’oretta.

Nel frattempo preparare un brodo unendo tutti gli ingredienti in una pentola con acqua fredda. Portare ad ebollizione, abbassare la fiamma e cuocere per 5 minuti.

Filtrare il brodo, aggiustare di sale e tenere in caldo. Stendere la pasta molto sottile e ricavare dei tagliolini sottili.

Friggerli pochi alla volta in olio caldo senza farli scurire troppo. Scolarli e metterli ad asciugare su carta da cucina, ripetendo l’operazione più volte affinché perdano tutto l’unto in eccesso.

Al momento di servire sistemare i tagliolini in ciotoline individuali, portare in tavola e versare il brodo caldo davanti ai commensali.... 12 Ottobre 2009
Preparazione: 20 minuti + 1 ora di lievitazione

Preparare la pasta all’uovo, mescolando la farina con i due tuorli, fino ad ottenere una palla omogenea ed elastica. Coprire l’impasto con la pellicola trasparente e lasciar riposare per un’oretta.

Nel frattempo sgusciare i gamberi e condirli con un filo d’olio, una macinata di pepe, lo zenzero grattugiato, il succo e la scorza grattugiata del limone.

Stendere la pasta molto sottile e ricavare dei quadrati di cm 10 x 10. Confezionare i triangoli ponendo al centro un gambero e richiudendoli a triangolo (per agevolare l’operazione di chiusura pennellare i bordi con acqua).

Poco prima di servire ungere i triangoli con una emulsione di acqua e olio e cuocerli velocemente, da entrambi i lati, su una piastra ben calda.

Servire subito accompagnando i ravioli con un’emulsione di olio, succo di limone, grani di sale grosso e salsa di soia.... 12 Ottobre 2009
Impastare tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto morbido, dividere l’impasto in palline e lasciarle riposare per qualche minuto.

Tirare con il matterello delle sfoglie non troppo sottili e cuocerle sul testo già caldo.

Farcire a piacere con il classico prosciutto crudo, con rucola e squacquerone, con erbe cotte e salsiccia, con salame e pecorino dolce.... 12 Ottobre 2009

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition