Per la crema pasticcera: portare a bollore il latte e gli aromi (vaniglia o limone) e nel frattempo lavorare in una terrina i tuorli con lo zucchero e l'amido setacciato. Versare il latte caldo a filo sui tuorli e rimettere tutto in tegame, a fiamma molto bassa. Far addensare prestando attenzione a mescolare continuamente. La crema è pronta quando vela il cucchiaio.

 

Per l'impasto: portare a ebollizione l'acqua con un pizzico di sale e il burro. Quando arriva a bollore, gettarvi in un solo colpo la farina, mescolando velocemente con un cucchiaio di legno. Quando l'impasto forma una sfera e comincia a sfregolare, spegnere la fiamma. Fa raffreddare per 15 minuti, poi incorporare un uovo per volta, lavorandolo per qualche minuto. Con l'ausilio di due cucchiai, formare delle palline di impasto e far colare in olio ben caldo: attenzione a non friggerne troppi per volta, in cottura tendono a gonfiarsi e attaccarsi fra loro.

 

Una volta fritte, farcire le castagnole con la crema pasticcera e rotolare nello zucchero semolato.

 

 

foto di croce-delizia.blogspot.com... 16 Febbraio 2012

Pulire le mele e affettarle, quindi metterle sul fuoco con circa 1,5 L d'acqua finchè non si saranno completamente disfatte, passare le mele al setaccio e raccogliere il succo. Pesarlo e mescolarlo ad una pari o minore quantità di zucchero, mettere poi il tutto sul fuoco in una casseruola, portare la gelatina a cottura mescolando continuamente. Nel frattempo preparare un infuso di menta mettendo la menta stessa in 250 ml d'acqua bollente. Dopo un'ora unire l'infuso alla gelatina con l'aggiunta di menta e terminare la cottura. Invasare a caldo.... 16 Febbraio 2012
Pulire e tagliare a cubetti il tonno e lasciarlo marinare per un'ora con origano e timo limonato. In una casseruola larga scaldare l'aceto e l'acqua aromatizzati con aglio, alloro, dragoncello, pepe in grani e sale. Fate sobbollire per qualche minuto. Aggiungere il tonno in casseruola formando un unico strato e cuoci per 20 minuti, se l'acqua evapora e non ricopre il tonno aggiungere altro composto di acqua e aceto. Lasciare freddare il tonno nel suo liquido di cottura e poi metterlo in vasetti, ricoprirlo d'olio extra vergine e timo limonato, lasciare riposare una notte intera e rabboccare se necessario, chiudere ermeticamente. Conservare al buio e consumarlo dopo 2 mesi.... 16 Febbraio 2012
In una ciotola piuttosto capiente sbattere le uova, aggiungere un pizzico di sale e unire a poco a poco le farine, mescolando con una forchetta fin quando la consistenza dell'impasto lo consente. Quando inizia a rassodarsi impastare a mano fino a ottenere una pasta soda ed elastica, formare una palla, avvolgerla in carta pellicola e lasciarla riposare in frigorifero almeno per un'ora. Stendere la sfoglia molto sottile e ricavare dei rettangoli di 13 cm di larghezza e 15 di lunghezza. Lavorare con una frusta la ricotta, unire un filo d'olio extravergine d'oliva, salare e pepare. Tritare la mortadella in un mixer e unirla alla ricotta, mescolare per amalgamare bene il composto e riporre in frigorifero coperto da pellicola per mezz'ora. Cuocere le sfoglie in acqua bollente e salata, quattro o cinque alla volta, scolare e stendere su un panno asciutto e ben pulito. Adagiare due cucchiai di ripieno al centro della sfoglia, arrotolare la pasta fino a ottenere un cannolo regolare (aggiungere ripieno se necessario). Spennellare i cannoncini con olio e cuocere in forno a 180° per 10 minuti. Scaldare in un pentolino antiaderente il pesto di pistacchio, allungarlo con uno o due cucchiai di acqua calda e un filo di olio, fino a renderlo più fluido. Servire i cannoncini caldi con la salsa di pistacchio.... 16 Febbraio 2012
Pulire bene i broccoli, tagliare le foglie e le cimette e lavare in acqua fredda. Cuocere i broccoli in acqua bollente e salata per massimo due minuti, scolare e mettere da parte. Tritare le mandorle al coltello e mettere da parte. Sbriciolare il pane con le mani e farlo tostare in padella antiaderente con due cucchiai di olio extravergine d'oliva fino a tostatura. Pulire bene tutte le alici, eliminare viscere e spine, fino a ottenere dei filetti. In padella piuttosto capiente (più tardi vi si ripasserà la pasta), far soffriggere due spicchi d'aglio, aggiungere due alici tritate finemente al coltello, unire i broccoli, salare e cuocere ancora per qualche minuto. Ungere una teglia tonda (noi abbiamo usato la classica teglia da babà) e cospargerla di pangrattato, servirà per non far attaccare la pasta e per formare una piacevole crosticina esterna. Lasciar sciogliere lo zafferano in pentola con acqua bollente e salata, quindi aggiungere i bucatini. Scolarli molto al dente e ripassarli in padella con i broccoli, unire i ¾ del pane e delle mandorle. Iniziare a comporre il timballo: stendere sul fondo un primo strato di bucatini, assicurarsi che siano ben conditi e adagiarvi sopra almeno tre o quattro filetti di alici, continuare fino a esaurimento degli ingredienti. Cospargere l'ultimo strato con briciole di pane croccante, mandorle tritate e pecorino grattugiato. Cuocere in forno a 180° per 15 minuti, completare se necessario con qualche secondo al grill.... 16 Febbraio 2012
Mettere a bagno l'uva passa in acqua tiepida. Disporre la farina a fontana e lavorare al centro l'uovo, lo zucchero semolato e un pizzico di sale. Sciogliere il lievito nel latte tiepido e unirlo all'impasto, amalgamando a poco a poco tutta la farina. Aggiungere la grappa e lasciare lievitare coperto da un canovaccio in un luogo tiepido fino a quando l'impasto non raddoppia il suo volume. Unire l'uva passa ben scolata e i pinoli mescolando delicatamente con una spatola. Con l'ausilio di due cucchiai, fare delle palline e friggere le fritole in olio abbondante ben caldo. Servire cosparse di zucchero a velo.

 

foto di www.ricardocuisine.com... 15 Febbraio 2012

In un tegamino far intiepidire il latte, in seguito togliere dal fuoco, mettere un pizzico di sale, e aggiungere a poco a poco tutta la farina setacciata. Unire al composto il burro fuso e la grappa. Separare gli albumi dai tuorli e aggiungere questi ultimi all'impasto. Unire lo zucchero agli albumi, e montare a neve ben ferma. Con l'ausilio di una spatola, incorporare delicatamente i bianchi d'uovo montati al composto di farina. Preparare una padella con olio ben caldo. Nel frattempo far colare da un imbuto direttamente nell'olio un filo d'impasto e continuare disegnando all'interno della padella una spirale ben stretta. A metà cottura, con l'ausilio di due schiumarole, girare lo strauben e continuare a friggere fino a quando il dolce non avrà assunto un bel colore dorato. Scolare lo strauben dell'olio in eccesso e adagiare su carta assorbente. Proseguire fino a esaurimento dell'impasto (ne è necessario circa 1 mestolo per ogni frittella). Servire con zucchero a velo e confettura di mirtilli rossi.

 

foto di suedtirol-wellness.eu... 13 Febbraio 2012

Sbattere in una terrina cinque uova e unire lentamente lo strutto e la farina setacciata. Lavorare l'impasto con le mani e aggiungere l'ultimo uovo rimasto. Con le mani sporche di farina, formare delle palline di impasto e metterle su una teglia da forno ben distanziate fra loro (l'impasto tende a crescere in fase di cottura). Infornare a 180° per 10-15 minuti, fino a quando i pirichittus si saranno gonfiati e avranno assunto un bel colore dorato. Nel frattempo preparare la glassa, detta in sardo la cappa. In una pentola molto capiente (bisogna che contenga tutti i pirichittus) mettere lo zucchero, l'acqua e la scorza di limone, e cuocere a fiamma molto bassa. Bisogna fare attenzione a che lo zucchero non cominci a caramellare: deve restare un composto trasparente e viscoso, e preso con la punta delle dita deve fare il caratteristico "filo". A questo punto, versare tutti i pirichittus nella pentola e girare vigorosamente con un mestolo in legno fino a quando tutte le palline non saranno ricoperte di glassa. Versare i pirichittus sulla spianatoia e staccarli uno ad uno.... 09 Febbraio 2012
Unire a poco a poco la fecola setacciata al latte, lavorando in modo da non formare grumi. Filtrare il sangue di maiale e mettere in una pentola a fuoco basso con il latte, lo zucchero, gli aromi e il cioccolato fondente tagliato a pezzetti. Far cuocere fino a quando la crema raggiunge una consistenza piuttosto densa. Aggiungere i canditi e servire in coppette accompagnate dalle chiacchiere.   Ricetta di Rita Quaglia

foto presa da www.gennarino.org/forum ... 08 Febbraio 2012

Disporre la farina a fontana e lavorarvi al centro le uova con lo zucchero, la sugna e il sale. Amalgamare a poco a poco tutta la farina e lavorare fino a quando l'impasto risulterà liscio e omogeneo. Stendere la pasta fino a uno spessore di 3 mm e ricavare, con l'ausilio di una rondella dentata, delle strisce o triangoli di forme irregolari. Friggere in abbondante olio ben caldo. Disporre le chiacchiere su carta assorbente e cospargere di zucchero a velo.

Ricetta di Rita Quaglia  ... 08 Febbraio 2012

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition