23 Ott 2009 / 17:10

Tutti i locali premiati e le novità della guida

Due nuovi locali nell’Olimpo: il Met de l’Hotel Metropole di Venezia e l’Oasis di Vallesaccarda.


Ristoranti d’Italia compie vent’anni.

 

Vent’anni che hanno visto la ristorazione italiana conquistare prestigio e un ruolo leader

{bo_videojs width=[590] height=[443] autoplay=[false] loop=[false] flash=[http://med.gamberorosso.it/media/2009/10/234276.flv] image=[http://med.gamberorosso.it/media/2009/10/234133_web.jpeg]}

Due nuovi locali nell’Olimpo: il Met de l’Hotel Metropole di Venezia e l’Oasis di Vallesaccarda.


Ristoranti d’Italia compie vent’anni.

 

Vent’anni che hanno visto la ristorazione italiana conquistare prestigio e un ruolo leader

a livello internazionale.

 

Il valore dei prodotti italiani e la capacità dei nostri migliori cuochi di tradurli in piatti in grado di emozionare regalando al palato sapori veri, sono universalmente riconosciuti. Sia che ci si muova sui binari della tradizione sia che s’intraprendano strade innovative.

 

È per questo che proprio in occasione della ventesima edizione Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso, al di là di gamberi e forchette, ha deciso di assegnare un riconoscimento a cinque grandi esponenti della cucina tradizionale e a cinque della cucina innovativa.

 

Sono dieci realtà che, oltretutto, testimoniano ancora una volta quella grande fucina di idee che è la provincia italiana.

 

> GUARDA LA PHOTOGALLERY

 

> dal TG5 delle 20.00 del 26/10/2009

> dal TG de la7 del 27/10/2009

 

> Rassegna stampa

 

Ma non è questa l’unica novità della Guida.

 

Prima di tutto i due ristoranti che entrano nell’Olimpo, due locali profondamente diversi come stile e proposta ma ancora una volta testimoni della grande duttilità della cucina italiana.

 

Al Nord il Met de l’Hotel Metropole di Venezia che porta per la prima volta al vertice il capoluogo veneto; al Sud l’Oasis di Vallesaccarda, della famiglia Fischetti, un bellissimo esempio di rilettura moderna della tradizione unita a un’accoglienza calda e vera. E per di più a prezzi davvero imbattibili: c’è un menu degustazione a pranzo 19 euro e poi altri tre menu a 35, 40 e 45 euro.

 

primo posto per Gianfranco Vissani (95/100)

secondo posto
per la Torre del Saracino di Gennaro Esposito (94); 


terzo posto
pari merito per Le Calandre, Combal.Zero, Don Alfonso 1890, Enoteca Pinchiorri e La Pergola de l’Hotel Rome Cavalieri (93)

 

Il primato delle Tre forchette per regione va al Veneto con quattro locali (Calandre, Laite, Perbellini, Met) seguito da Piemonte, Toscana e Campania con tre locali a testa.

 

La Campania è anche la regione che registra la maggiore crescita complessiva annoverando ben 26 locali a due forchette. Ed è sempre dalla Campania, esattamente da Brusciano, in provincia di Napoli, che arriva anche il giovane chef vincitore del premio cuoco emergente 2010, Francesco Sposito della Taverna Estia assegnato da Gambero Rosso in collaborazione con Acqua Panna San Pellegrino.

 

Altra novità importante di Ristoranti d’Italia 2010 è il posto d’onore riservato ad apertura di guida, accanto alle Tre Forchette e ai Tre Gamberi, alle Tre Bottiglie ovvero ai migliori wine bar d’Italia, ulteriore esempio della ricchezza enogastronomica del nostro paese.

 

Sempre in tema di vino nasce il premio per la migliore carta dei vini assegnato in collaborazione con RCR. Ad aggiudicarselo sono Caino di Montemerano fra le Tre Forchette e la Brinca di Ne fra i Tre Gamberi.

 

Degno di nota, infine, l’exploit della ristorazione d’albergo: sono sempre più numerosi gli imprenditori intelligenti che investono in cuochi di talento per regalare al pubblico una grande proposta in una cornice di assoluto fascino. Basti pensare al Relais Blu di Massa Lubrense, all’Olivo del Capri Palace, al Maxi del Capo la Gala di Vico Equense, alla Pergola de l’Hotel Rome Cavalieri, al Mosaico del Terme Manzi di Ischia e alla Gazza Ladra dell’Hotel Palazzo Failla a Modica, solo per citarne alcuni dei più famosi.

 

Si rinnova per il quarto anno la collaborazione con Assobirra per la valorizzazione dei locali attenti alla cultura della birra. In guida sono contraddistinti da un boccale e sono ben 276.

 

Vi segnaliamo - come facciamo ormai da alcuni anni - Gusto&Solidarietà, campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi, giunta ormai alla VIII edizione, proposta da due prestigiose Guide della ristorazione di qualità – l’Espresso e Gambero Rosso – e dal VIS - Volontariato Internazionale per lo Sviluppo.

La guida è già disponibile in edicola, in libreria e sul nostro sito
> Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso 2010
> Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso 2010 con DVD

27/10/2009

    

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition