20 Set 2016 / 14:09

Il Gambero Rosso compie trent'anni

Il Gambero vide la luce il 16 dicembre del 1986. Otto pagine mensili in bianco e nero, in edicola il secondo martedì di ogni mese, veicolato come inserto del Manifesto.

Il Gambero Rosso compie trent'anni

Il Gambero vide la luce il 16 dicembre del 1986. Otto pagine mensili in bianco e nero, in edicola il secondo martedì di ogni mese, veicolato come inserto del Manifesto.

La nascita del Gambero Rosso

Nato da un'idea del grande Stefano Bonilli, allora giornalista economico che amava mangiare e farsi del bene a tavola, e dalla sensibilità di due giovani direttori fuori dal nucleo storico dei “padri fondatori” del quotidiano comunista, che ebbero il coraggio di credere e sostenere l'iniziativa: Rina Gagliardi e Mauro Paissan. Tiratura? 80 mila copie. I lettori? Dei foodies ante litteram che già allora avevano scelto di fare del cibo e del vino il loro credo. Il Gambero Rosso era un giornale di critica gastronomica, che proponeva test sui prodotti e comparazione tra gli stessi e raccontava pranzi e cene nelle trattorie, nato sotto l'egida di Arci Gola che contava su una base di 22 mila associati. Si trattava senza dubbio della più grande associazione enogastronomica diffusa sul territorio nazionale. Prima di allora non c'era quasi nulla del genere. Ecco perché è fondamentale non perdere/perderci per strada pezzi di storia. Della nostra storia. Ecco perché settimana dopo settimana cercheremo di fare una sorta di riassunto delle puntate precedenti. In fin dei conti, 30 anni non sono affatto pochi.

 

30 Premi del Trentennale. Per le firme più significative dell'enogastronomia

Sono trent'anni durante i quali il Gambero ha raccontato il grande sviluppo della gastronomia italiana attraverso le storie di uomini e donne che hanno contribuito al successo della cucina e dei prodotti made in Italy nel mondo, storie di grandi artigiani e imprenditori dell'alimentare. Un vero patrimonio culturale che abbiamo deciso di valorizzare ulteriormente individuando 300 grandi protagonisti, tutti degni di "nomination". Che potete sfogliare qui.Fra questi, però, abbiamo voluto scegliere le 30 eccellenze meritevoli del Premio del Trentennale, che sarà consegnato ai vincitori il 6 dicembre durante la grande festa dei 30 anni di Gambero Rosso che si svolgerà all’Hotel Waldorf Astoria Rome Cavalieri di Roma. La scelta è stata ardua. Ecco perché ci sono voluti dei complici attenti e preparati, che si sono gentilmente prestati a dare le proprie preferenze. Loro sono le firme più significative dell'enogastronomia. E a loro abbiamo chiesto come vedono il settore dell'enogastronomia tra 30 anni. Nel 2046. Nel corso di questi mesi queste curiose interviste appariranno in questa sezione.

 

I giornalisti che ci hanno affiancato in questa avventura

Marco Bolasco, Alberto Cauzzi, Luigi Cremona, Eleonora Cozzella, Andrea Cuomo, Federico De Cesare Viola, Anna Di Martino, Bruno Gambacorta, Licia Granello, Andrea Grignaffini, Alberto Lupini, Paolo Marchi, Alessandra Meldolesi, Anna Morelli, Antonio Paolini, Davide Paolini, Andrea Petrini, Fernanda Roggero, Anna Scafuri, Antonio Scuteri, Velerio Visintin

 

Il Gambero Rosso oggi

Parlando del presente, cos'è il Gambero oggi? È un corpo organico, un tutto, in cui le parti sono interconnesse per raggiungere un unico obiettivo: diffondere la cultura dell'eccellenza enogastronomica, in Italia e nel mondo. È piattaforma multimediale, è magazine, sito internet, web tv, channel. È un editore che sforna libri e guide, cittadine e nazionale, che con i loro simboli d’eccellenza (i tre bicchieri per il vino, le tre forchette per i ristoranti, i tre chicchi e le tre tazzine per i bar, le tre foglie per i migliori produttori di olio extravergine, i tre spicchi per i formaggi e le tre fette per i salumi) sono diventate un traguardo ambitissimo e un punto di riferimento imprescindibile, un marchio di garanzia e qualità.È promotore della formazione professionale e manageriale, ma aperto anche a coloro che sono semplicemente appassionati. Ogni anno porta il vino italiano in oltre 30 città e capitali mondiali  tra le più importanti per l’export, organizzando e sviluppando diverse attività finalizzate alla promozione e divulgazione del settore agroalimentare italiano. E da quest'anno è quotato in borsa. Scusate dunque se ogni tanto (raramente) ce la cantiamo e suoniamo. 

Successivo

Partecipa alla discussione

GAMBERO ROSSO 30 ANNI

HOME
INTERVISTE
CORREVA L'ANNO
 


MAIN PARTNER

 

PARTNER






 

SPONSOR



 

MEDIA PARTNER


 

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition