6 Feb 2016 / 18:02

Versi di vini. La poesia sufi

Continuiamo a indagare nella poesia di tutti i tempi e di tutti i paesi per trovare le più belle liriche dedicate al tema del vino. Oggi la nostra rubrica ci porta tra i versi dei sufi. Mistici in cui l'ebbrezza è la strada per la contemplazione del Dio.

Versi di vini. La poesia sufi

Continuiamo a indagare nella poesia di tutti i tempi e di tutti i paesi per trovare le più belle liriche dedicate al tema del vino. Oggi la nostra rubrica ci porta tra i versi dei sufi. Mistici in cui l'ebbrezza è la strada per la contemplazione del Dio.

a cura di

Nel mondo islamico ebbe e ha ancora oggi un suo ben definito spazio il sufismo, corrente mistica sorta verso il nono secolo. Il vino, con l’amore, è uno dei temi ricorrenti della poesia sufi dove l’ebbrezza è lo stato di colui che non è più presente a sé stesso in quanto completamente assorto nella visione, da Dio attratto alla sua presenza.

Arriviamo a Rumi, con un testo che è molto chiarificatore sulla lirica sufi

 

Se in questa raccolta di poesie vedrai

taverne, osti e ubriachi,

idoli, croci e rosari,

cristiani, zoroastriani, pagani, brocche e conventi,

vino e bei fanciulli, candele e ginecei,

melodie di liuto e canti d’ubriachi,

liquori e osterie e gli sfaccendati delle bettole,

compagni, coppieri, tavole da gioco e fervide preghiere,

il dolce suono dell’organo e del flauto il lamento,

le assemblee e coppe di vino una dopo l’altra

otri e calici e le giare del venditor di vino

e fare a gara nel trangugiar liquori,

correre dalla moschea alla taverna

e in quel luogo rilassarsi un po’;

per un bicchier dar in pegno sé stessi

al vino il corpo e l’anima affidare,

rose, roseti, cipressi, giardini e tulipani

e il racconto della rugiada dell’aurora;

peluria, nei, snelle figure e sopracciglia,

guance, visi, gote e lunghe trecce,

labbra, denti e occhi ebbri e seducenti,

teste e piedi, cintole, polsi e mani,

bada a non imbarazzarti per tutto ciò ,

ma fatti coraggio e scovane il significato:

non t’impigliare nell’aspetto delle espressioni

se sei tra coloro che san capire quel che indicano!

Purifica il tuo sguardo se vuoi vedere la purezza,

va via dalla buccia se vuoi vedere il nocciolo:

se non distogli lo sguardo dagli aspetti esteriori

come potrai diventare un conoscitore di misteri?

Poiché ciascuna di queste parole ha un’anima

e sotto ognuna di esse vi è un mondo…

tu cerca l’anima loro e passa via dal corpo,

lascia perdere il nome e ricerca il nominato :

non tralasciare alcun dettaglio,

finché diverrai compagno alla Verità.

Jalaluddin Rumi

 

a cura di Giuseppe Brandone

 

Per leggere Versi di vini. La poesia nell’Islam clicca qui

Per leggere Versi di vini. Il vino di Omero clicca qui

Per leggere Versi di vini. Le poesie dell’antologia Palatina e di Saffo clicca qui

Per leggere Versi di vini. Vino e poesia, Omar Khayyam: massimo cantore del vino clicca qui

Per leggere Versi di vini. Vino e poesia, i poeti greci e il symposion clicca qui

Per leggere Versi di vini. Vino e poesia, dalla Cina alla Persia clicca qui

Per leggere Versi di vini. Antica Roma: Gaio Valerio Catullo clicca qui

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition