25 Giu 2016 / 17:06

Versi di vini. Emilio Praga e Olindo Guerrini

Le liriche che cantavano una vita anticonformista e disordinata dove il vino, l'ebbrezza dell'amore e dei sensi avevano un ruolo di primo piano. Siamo nell'800 e questa è la scapigliatura.

Versi di vini. Emilio Praga e Olindo Guerrini

Le liriche che cantavano una vita anticonformista e disordinata dove il vino, l'ebbrezza dell'amore e dei sensi avevano un ruolo di primo piano. Siamo nell'800 e questa è la scapigliatura.

a cura di

La nostra corsa attraverso i secoli e la poesia sosta ala fine dell'800. Qui incontriamo i poeti scapigliati con la loro vita dissoluta e un seguace di Carducci che celebra, anche lui, l'amore e il vino

 

Emilio Praga

Emilio Praga (1839 – 1875) fu l’esponente più famoso della scapigliatura per l’atteggiamento di protesta verso gli istituti e le convenzioni della società borghese. Pubblicò diverse raccolte di versi : Tavolozza; Penombree Trasparenze.Fu anche autore di lavori teatrali in collaborazione con Arrigo Boito (Le madri galanti). Morì a 36 anni a causa di una vita sregolata che lo minò nel fisico. Riportiamo una lirica da Tavolozza

 

Orgia

Versate, amici, il nettare divino!

Bruna è la notte e la face scintilla:

Spumeggi in cor coll’ispirato vino

La musa brilla!

Splende la face e s’avvicina il giorno:

nei colmi nappi un’anima s’asconde;

Versate amici e danzatemi intorno.

E brune e bionde!

Buia è la notte e miagolan sui tetti

Come bimbi sgozzati i gatti amanti;

Cantiam, cantiam gli sprigionati petti,

Le trecce erranti,

Le tese braccia delle danzatrici!

Splende la face, amiamoci e beviamo;

È dolce sussurrar fra nappi e amici;

Fanciulla, io t’amo!

Fra gli spruzzi del vin, come, a vederla,

La schiera degli amanti è più gentile!

Son come i fior che la rugiada imperla

Ai dì d’aprile.

Versate amici, il nettare divino!

Bruna è la notte e la face scintilla;

Spumeggi in cor coll’ispirato vino

La musa brilla!

Poggiam le tazze ed accozziam canzoni,

L’anima e il corpo insiem perdono il perno,

E a conto nostro danzino i demoni

Nel loro inferno!

Brindisi ad essi e agli angeli dei cieli,

Brindisi al sole e agli astri pellegrini,

Brindisi al mare al fulmine e agli steli

Dei fiorellini!

Splende la face e si avvicina il giorno;

Nei colmi nappi un’anima s’asconde!

Versate, amici, e danzatemi intorno

E brune e bionde.”

 

 

Olindo Guerrini

Seguace del Carducci, Guerrini (1845 – 1916) fu singolare figura d’artista che esercitò un’influenza non trascurabile come maestro di verismo poetico con le raccolte pubblicate sotto lo pseudonimo di Lorenzo Stecchetti: Postuma; Polemica; Nova Polemica.

 

Da Postuma (XVIII)

Io non voglio saper quel che ci sia

Sotto la chioma al bacio mio donata

E se nel bianco sen, ragazza mia,

Tu chiuda un cor di santa o di dannata.

Che cosa importa a me se una bugia

Tra una promessa e l’altra è scappata?

Che cosa importa far la notomia (anatomia in senso scherzoso)

A quell’ora d’amor che tu m’hai data?

Non cercherò se dentro al vin bevuto

Ci fosse qualche droga forestiera

Il tuo vino era buono e m’è piaciuto.

Io non voglio saper quanto sei casta

Ci amammo veramente un’ora intera:

Fummo felici quasi un giorno e basta.

 

a cura di Giuseppe Brandone

 

Per leggere Versi di vini. Giovanni Marradi e Giacomo Zanella clicca qui

Per leggere Versi di vini. Paolo Rolli e Carlo Innocenzo Frugoni clicca qui

Per leggere Versi di vini. Giuseppe Parini clicca qui

Per leggere Versi di vini. I poeti minori del 1600. Volume 3 clicca qui

Per leggere Versi di vini. I poeti minori del 1600. Volume 2 clicca qui

Per leggere Per leggere Versi di vini. I poeti minori del 1600. Vol. 1 clicca qui

Per leggere Versi di vini. Gabriello Chiabrera e la poesia della vendemmia clicca qui

Per leggere Versi di vini. Francois Rabelais e le grandi bevute in Gargantua e Pantagruel clicca qui

Per leggere Versi di vini. Burchiello e Bandello e il '400 clicca qui

Per leggere Versi di vini. Morando Da Padova e la lode ai vini clicca qui

Per leggere Versi di vini. Carmina Burana 2 clicca qui

Per leggere Versi di vini. Carmina Burana 1 clicca qui

Per leggere Versi di vini. Cecco Angiolieri e la passione per il vino clicca qui

Per leggere Versi di vini. Francois Villon e lo scherno in versi clicca qui

Per leggere Versi di vini. Ovidio: l'arte di amare e il vino della seduzione clicca qui

Per leggere Versi di vini. Virgilio: quando il vino è amicizia clicca qui

Per leggere Versi di vini. La poesia nell’Islam clicca qui

Per leggere Versi di vini. Il vino di Omero clicca qui

Per leggere Versi di vini. Le poesie dell’antologia Palatina e di Saffo clicca qui

Per leggere Versi di vini. Vino e poesia, Omar Khayyam: massimo cantore del vino clicca qui

Per leggere Versi di vini. Vino e poesia, i poeti greci e il symposion clicca qui

Per leggere Versi di vini. Vino e poesia, dalla Cina alla Persia clicca qui

Per leggere Versi di vini. Antica Roma: Gaio Valerio Catullo clicca qui

Per leggere Versi di vini. La poesia sufi clicca qui

 

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition