28 Lug 2011 / 13:07

Una bionda di Parma per La Mantia

Scelta tra tante, unica come poche. Filippo La Mantia, il noto chef dell’Hotel Majestic di Via Veneto a Roma, non ha dubbi in fatto di birre artigianali. “Birra di Parma – ha dichiarato- è perfetta in abbinamento con la mia Caponatina, con le Sarde a Beccafico con il finoc

http://med.gamberorosso.it/media/2011/07/283237_web.jpeg

Scelta tra tante, unica come poche. Filippo La Mantia, il noto chef dell’Hotel Majestic di Via Veneto a Roma, non ha dubbi in fatto di birre artigianali. “Birra di Parma – ha dichiarato- è perfetta in abbinamento con la mia Caponatina, con le Sarde a Beccafico con il finoc

chietto fresco o ancora con la mia Pasta alla Norma. L’unica in grado di sposarsi benissimo con la fragranza e la freschezza dei sapori siciliani riscoperti nella loro autenticità”.

 

La scelta non è casuale, La Mantia infatti non trascura mai i dettagli nelle sue ricette, cucinate con cura con ingredienti freschi e ricercati. La bionda di Parma, la prima al mondo fermentata con i lieviti del Lambrusco, non poteva passare inosservata: nata dalla collaborazione fra Cantine Ceci e Birrificio del Borgo (la brewery reatina di Leonardo Di Vincenzo), è una birra artigianale dalla forte personalità, in versione Oro e Bronzo.

 

La prima è una golden ale giallo dorato pieno e schiuma consistente, elegante, floreale e fresca, con netti sentori di luppolo. Ha un bel corpo, morbida con la leggera nota di luppolatura che la caratterizza, fresca da bere è piacevole e leggera, ideale in abbinamento con antipasti, primi piatti non elaborati,formaggi vaccini freschi, sposa anche arrosti di carni bianche o saporite zuppe di verdure, anche se bevuta come aperitivo dà il meglio di sé.


La seconda è una strong ale ambrato brillante con intensa schiuma, che sprigiona tutti i suoi profumi aggrumati e di camomilla. Ha un corpo pieno, riempie la bocca con la sua maltosità e i suoi sapori freschi. Ha dei gusti unici di caramello che si fondono con graziosi sentori luppolati con richiami di agrume candito. Consigliata in abbinamento ad antipasti elaborati e primi piatti saporiti si esalta insieme a carni rosse a media cottura che rilascino un minimo di sugo oppure con formaggi mediamente stagionati.

 Ma La Mantia non è il solo chef ad avere scelto la bionda di Parma. Anche Massimo Bottura ha avuto un colpo di fulmine proponendola, per  primo,  nel suo ristorante “La Francescana” di Modena. Il cuoco di fama internazionale è infatti rimasto subito affascinato dal gusto della nuova birra artigianale “Mi sono piaciute subito – ha affermato  Bottura - mi ha colpito la loro originale semplicità e la grandissima piacevolezza. La Oro la abbino ai tortellini tradizionali tirati a mano dalla mia sfoglina, la mitica Lidia... è piaciuta anche a lei! La Bronzo così rotonda e suadente, è perfetta con la compressione di pasta e fagiolil o con il bollito non bollito”.

 

Michela Di Carlo

28/07/2011

 

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition