30 Mag 2012 / 20:05

Vinòforum per tutti i gusti

La storica manifestazione romana legata al vino, giunge alla nona edizione e si conferma una delle più rilevanti a livello nazionale: sedici giorni consecutivi di degustazioni, lezioni sul vino e presentazioni di nuovi prodotti con ben cinquecento aziende e oltre duemila e cinquecento etichette. Sono numeri che da sol

http://med.gamberorosso.it/media/2012/05/313447_web.jpeg

La storica manifestazione romana legata al vino, giunge alla nona edizione e si conferma una delle più rilevanti a livello nazionale: sedici giorni consecutivi di degustazioni, lezioni sul vino e presentazioni di nuovi prodotti con ben cinquecento aziende e oltre duemila e cinquecento etichette. Sono numeri che da sol

i bastano a spiegare il successo e la portata della manifestazione.

 

In un’area centrale della Capitale, nei pressi della Farnesina e vicino al Lungotevere, saranno allestiti i padiglioni che ospiteranno Vinòforum dall’ 1 al 16 giugno prossimi. Il tema principale, ovviamente, è il vino in tutte le sue forme e declinazioni, ma non mancano gli appuntamenti con grandi chef o con lezioni e approfondimenti sugli abbinamenti tra cibo e vino di qualità.

 

Se vi trovate a Roma in quei giorni, sono molti gli eventi di rilievo da non perdere all’interno di Vinòforum e tra questi ci sono le degustazioni di grandi piatti, firmati e preparati da chef di livello internazionale, e abbinati a ottimi vini di cantine nostrane: la cantina Centopassi cercherà un’armonia con le ricercatezze di Filippo La Mantia dell’Hotel Majestic, gli champagne Ruinart con la creatività dello chef Anthony Genovese del ristorante Il Pagliaccio e i vini della Falesco andranno ad accompagnare le interessanti proposte del giovane Davide Del Duca dell’Osteria Fernanda.

 

A rendere tutto ancora più coinvolgente, saranno gli approfondimenti sul mondo del vino, come nel caso del focus sulla cantina Tenuta dell'Ornellaia, in Toscana, eccellente esempio di costanza e qualità, o come nel caso delle degustazioni guidate sui grandi vini di Bordeaux o della Borgogna. Da non perdere assolutamente anche le verticali del Chianti di Fonterutoli Siepi e dei Metodo Classico Giulio Ferrari Riserva del Fondatore. Si tratta di una bella occasione rivolta agli  appassionati di vino per potersi confrontare sulle novità, ma anche sullo stato di forma dei grandi classici; e anche chi non fosse particolarmente esperto in materia, troverà pane per i suoi denti visti i percorsi didattici, la disponibilità dei produttori e la notevole quantità di etichette presenti tale da soddisfare la curiosità di un neofita. Poteva mancare la musica in una kermesse dedicata al vino? No di certo. Ad allietare i presenti sarà la Emanuele Urso Swing Orchestra, con il loro personalissimo blend di jazz, swing e bebop.

 

Alessio Noè

31/05/2012

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition