13 Dic 2012 / 13:12

Market Wines: Molise


Come ogni settimana eccoci all'
appuntamento con Market Wines, la nostra rubrica sui buoni vini italiani di facile reperibilià presso i supermercati. Per questa sesta puntata siamo in Molise, una regione piccola e proprio per questo interessante, da scoprire e analizzare, troppo spesso accorpata con le adiacenti Basilicata, Abruzzo, Campania. In realtà c’è molto da assaggiare in questo territorio che vede la maggior parte delle aziende lungo le colline che si addolciscono fino alla costa adriatica. La produzione è molto legata alle tradizioni e alla storia della viticoltura molisana, a partire dalla scelta dei vitigni: per i rossi soprattutto montepulciano, che qui acquisisce una tipicità del tutto particolare, e l’aglianico, decisamente più leggero e fresco della varietà campana ad esempio; per i vitigni a bacca bianca ci sono soprattutto falanghina e trebbiano. E c’è poi il vitigno molisano autoctono per antonomasia, la tintilia, un uva che dà vita a bianchi minerali e profumati, i più caratteristici senza dubbio.

http://med.gamberorosso.it/media/2008/04/185374_web.jpeg


Come ogni settimana eccoci all'
appuntamento con Market Wines, la nostra rubrica sui buoni vini italiani di facile reperibilià presso i supermercati. Per questa sesta puntata siamo in Molise, una regione piccola e proprio per questo interessante, da scoprire e analizzare, troppo spesso accorpata con le adiacenti Basilicata, Abruzzo, Campania. In realtà c’è molto da assaggiare in questo territorio che vede la maggior parte delle aziende lungo le colline che si addolciscono fino alla costa adriatica. La produzione è molto legata alle tradizioni e alla storia della viticoltura molisana, a partire dalla scelta dei vitigni: per i rossi soprattutto montepulciano, che qui acquisisce una tipicità del tutto particolare, e l’aglianico, decisamente più leggero e fresco della varietà campana ad esempio; per i vitigni a bacca bianca ci sono soprattutto falanghina e trebbiano. E c’è poi il vitigno molisano autoctono per antonomasia, la tintilia, un uva che dà vita a bianchi minerali e profumati, i più caratteristici senza dubbio.


90 ettari vitati nella tenuta di Campomarino. Qui l’azienda Di Majo Norante si estende dai monti molisani fino alla costa adriatica, con vigne allevate con attenzione e in regime biologico certificato. Produzioni che oltre alla qualità rispondono alle esigenze del mercato italiano e molisano, garantendo una crescita economica della regione.


alt
Il Molì Rosso ‘11 è frutto di un attento lavoro della cantina e nasce come blend di montepulciano, in predominanza, e aglianico. L’uva proviene dal territorio di Ramitello, prevalentamente argilloso, e questa caratteristica ambientale dona al vino una nota fresca e pura e una grande bevibilità. Al naso presenta profumi tipici e croccanti di frutto, mentre al palato è pieno ed estrattivo con piacevole retrogusto aromatico. Un rosso succoso che si accompagna bene a primi piatti e carni rosse. Prezzo € 5.40









La cantina D’Uva racconta con le sue produzioni una storia di famiglia unita con l’intento di valorizzare la propria terra e i propri vini. Dal 1940 l’azienda si è ingrandita, inglobando il territorio di Larino e coniugando le tradizioni contadine e le moderne conoscenze tecnologiche.


alt


Molise Tintilia ‘09 è un classico della cantina, frutto di un’attenta selezione di un vitigno autoctono, la Tintilia appunto. Colore rosso cupo, regala profumi intensi di mora e prugna e una nota finale di violetta, in bocca invece convince per la delicata freschezza del gusto, retta da un dolce retrogusto balsamico e da una giusta acidità. Ottimo con carni grigliate e salumi. Costo € 10.00


Sulle verdi colline di Campomarino, che si protendono verso il mare la famiglia Di Giulio con cura e passione riesce a stupire con i suoi vini piacevoli, semplici, ma anche dal grande carattere e tipicità. La bella tenuta di Borgo di Colloredo coltiva da anni vitigni tradizionali, vinificati in cantina per ottenere vini piacevolmente rustici e al tempo stesso beverini.


alt



Sorprende per la sua morbidezza la Falanghina ‘10, dagli aromi rotondi e precisi di frutta bianca e dai bei profumi di erba. Un bianco sorretto da una fresca acidità che presenta una chiusura iodata e marina e che si sposa bene con piatti a base di pesce, crostacei, molluschi o zuppe. Prezzo € 8


Stefania Annese e Alessio Noè

13/12/2012




Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition