15 Feb 2013 / 11:02

Market Wines: Emilia Romagna

Se pensando al Chianti il pensiero va automaticamente alla Toscana, parlando di Lambrusco l'associazione con l'Emilia è logica, involontaria. Dalle sinuose colline senesi, attraversando i borghi medievali e le catene montuose dell'Appennino che si aprono tra valli ampie e pianeggianti giungiamo in Emilia Romagna, terra di

http://med.gamberorosso.it/media/2008/06/196727_web.jpeg

Se pensando al Chianti il pensiero va automaticamente alla Toscana, parlando di Lambrusco l'associazione con l'Emilia è logica, involontaria. Dalle sinuose colline senesi, attraversando i borghi medievali e le catene montuose dell'Appennino che si aprono tra valli ampie e pianeggianti giungiamo in Emilia Romagna, terra di

grandi dominatori, come Longobardi e Ostrogoti, di importanti signorie come Malatesta ed Estensi, di grandi prodotti, come la piadina, i tortellini, il parmigiano, la mortadella, solo per citarne alcuni,  e del Lambrusco.

 

Il vitigno lo si trova in tante declinazioni dal Sangiovese di Romagna, al Lambrusco di Sorbara o di Grasparossa e in quello di Modena. Ma la regione non è soltanto Lambrusco, l'Emilia Romagna ha fatto della diversità dei suoi territori un punto di forza, migliorando le espressioni enologiche più classiche della zona e valorizzando realtà vitivinicole nuove come quelle dei Colli Bolognesi con l'allevamento della barbera o del pignolettto e dei Colli Piacentini con il successo della malvasia e del Sangiovese di Romagna.

 

Questo settimana vi proponiamo due rossi e un bianco di qualità a prezzi piccoli piccoli: Lambrusco Grasparossa di Castelvetro Amabile tre Medaglie 2011 di Cavicchioli U. & Figli, Colli della Romagna Centrale Sangiovese il Bosco 2011 di Tenuta Pertinello e il Colli Bolognesi Pignoletto Frizzante 2011 di La Mancina.

 

 

 

 

 

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro Amabile tre Medaglie 2011 - Cavicchioli U. & Figli
Dal 2010 la storica azienda emiliana è stata assorbita dal Gruppo Italiano Vini che ha conferito a Sandro Cavicchioli la conduzione tecnica della cantina, riconoscendogli la capacità e l'esperienza acquistata negli anni. Siamo a Bomporto, nella classica zona del Sorbara, un vino che la famiglia Cavicchioli è riuscito a produrre sempre raggiungendo livelli alti di qualità e vinificando con tecniche ricercate: vinificazione in purezza, rifermentazione in bottiglia e produzione di spumanti metodo classico. Il Grasparossa Tre Medaglie 2011 è un classico nell'impostazione, teso e vibrante in bocca, complesso al naso con note di frutti rossi, quali mirtilli e sensazioni floreali come la violetta. Questo Amabile ci sorprende per la dolcezza e per il tannino profondo ma fresco. In abbinamento con primi di pasta al forno, arrosti, affettati e formaggi.

€ 6

 

 

 

 




Colli della Romagna Centrale Sangiovese Il Bosco 2011 - Tenuta Pertinello
12 ettari di vigne su terreni marnosi arenacei a circa 350 metri: nella valle del Bidente la situazione microclimatica è eccellente se la vendemmia annuale consegna a Tenuta Pertinello uve sempre perfette. La cantina fu fondata nel 1998 e da quel lontano anno Alfeo Mancini conduce la tenuta con una mano equilibrata alla ricerca di vini che siano più precisi,  nitidi ed espressivi nel sapore. Con le vigne più giovani si producono poi dei sangiovese sottili, pieni di energia, dal carattere minerale e sapido come in questo Colli della Romagna Il Bosco 2011. L'unico vino prodotto dall'azienda, dato le piccole dimensioni della tenuta, che subisce una maturazione di 18 mesi in botti di rovere e barriques e successivamente viene messo in commercio. Al naso costanti sono i profumi di viola, ciliegia e frutti rossi con note di spezie tra le quali si riconosce la vaniglia. Al palato è fresco ed elegante e di grande persistenza. Immancabile è l'accostamento a carni alla griglia, arrosti o cacciaggione. € 7.60

 

 

 

 

 

 

 

Colli Bolognesi Pignoletto Frizzante 2011 - La Mancina
Franco e Francesca Zanetti, padre e figlia, sono due appassionati produttori che da tempo lavorano insieme per il prestigio e la notorietà dell'azienda nel mondo vitivinicolo. Un progetto, questo, che la famiglia Zanetti è riuscita a realizzare diventando una delle realtà di riferimento della zona, soprattutto per la varietà a bacca bianca pignoletto, che fornisce quasi la metà della produzione totale. A questo vitigno si affiancano vitigni a bacca rossa quali la barbera, il merlot e il cabernet sauvignon. Nel territorio di Montebudello, nel comprensorio dei vini da denominazione DOC, Colli Bolognesi, nasce il Pignoletto Frizzante, un vino maturo, ricco ed intrigante nei profumi. Si percepiscono note di frutta gialla, come il melone e sentori vegetali e mandorlati.  In bocca una piacevole nota amara rende il vino pieno e fragrante, dalla giusta sapidità. Un vino da tutto pasto: ottimo con aperitivi, con piatti a base di pesce e primi delicati. Ottimo anche nel prezzo € 7.60


a cura di Stefania Annese e Alessio Noè
15/02/2013

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition