Non poteva mancare dalla nostra pubblicazione il Soave San Michele dell’azienda di Montecchia di Crosara. Divenuto ormai un classico a tutti gli effetti, è uno degli acquisti più intelligenti da effettuare in Veneto, grazie ad un corredo aromatico fatto di frutto giallo e note fiorite. E’ in bocca però che il vino da il meglio di sé, grazie ad una corpo di media concentrazione, sorretto da una fresca e grintosa nota sapida, mentre all’acidità spetta il compito di snellirne il profilo....
Non c’è dubbio che ad un certo fascino artigianale, che ha sempre distinto l’azienda più o meno dalla sua costituzione, si sia affiancato negli ultimi anni anche un certo piglio stilistico che ne accompagna i tratti, limando per giunta qualche piccola sbavatura del passato. Il Grechetto della casa, anche con la vendemmia 2009, ne è la testimonianza: vino di timbro classico, capace di esaltare i lati più autentici della varietà. Un piccolo gioiello di quest’antica area viticola....
Daniele Piccini da molti anni ha scelto di rapportarsi alla natura ed al mondo del vino con grande rispetto, rinunciando a tecniche invasive ed attuando una viticoltura che segua i dettami biologici. Il suo Lison, è un ottimo esempio di come un bianco possa essere semplice e di pronta beva, senza però esprimere un carattere banale. I profumi presentano frutto bianco ma anche una bella nota salmastra e iodata, mentre in bocca è sapido, grasso e grintoso....
Il maso è situato sul conoide che da San Michele all’Adige porta verso Faedo, in una posizione dove da sempre si coltiva la vite. Nella piccola gamma dei vini di questa altrettanto minuscola azienda ecco un Pinot Bianco '09 francamente insolito, di grande carattere e decisa persistenza, specialmente se gustato con un paio di stagioni alle spalle per consentirne la naturale evoluzione....
Il Vesuvio Lacryma Christi Bianco ’09 è tra i più completi e sfumati del lotto: timidi cenni floreali e fruttati trovano linfa in timbri elegantemente vegetali che scuotono il palato con energia e mobilità, lasciando l’impressione di un vino estremamente autentico e varietale....
Bolognani è una dinastia di cantinieri che da qualche vendemmia sono diventati anche vignaioli. Nella loro cantina supertecnologica riescono a gestire grandi quantità di vino destinati al mercato dello sfuso, ma continuano a curare con assoluta dedizione anche piccole partite d’uva, selezionate o coltivate nei vigneti di loro proprietà. Lo dimostra questo vino bianco, ben fatto, snello nello stile, con una certa mineralità e quel retrogusto amarognolo tipico dei miglior Nosiola, in particolare quelli della Valle di Cembra, dove selezionano le uve i Bolognani....
I vigneti aziendali della Falesco vanno dalle colline vicino al lago di Bolsena a quelle che circondano Orvieto. Non è un caso quindi che qui vengano prodotti alcuni dei più interessanti Est Est Est di Montefiascone. Se di solito parliamo dell'ottimo Poggio dei Gelsi, questa volta ci piace segnalare il “base” '09, dai toni floreali e di pesca, con un palato ben eseguito e di grande piacevolezza, e con un prezzo davvero strepitoso per la qualità proposta....
Sono 21 gli ettari vitati a disposizione di questa azienda di Loazzolo, situata nella Langa Astigiana, fra i 350 e i 450 metri di altitudine su un terrazzo naturale che gode di un microclima particolarmente favorevole. I suoli sabbiosi, tufacei e calcarei conferiscono ai vini di Carlo Galliano una notevole finezza. Splendido il Moscato d'Asti La Caliera '09, brillante nei suoi sentori agrumati e di salvia, fresco e armonico al palato con l'acidità a sostenerne la ricchezza di frutto....
Il 2009 ha regalato un Macrina sontuoso, forse il migliore di sempre: sottili rimandi affumicati (ma non fa legno, solo acciaio), mandorla, fiori d’acacia in un olfatto intenso e fine, caratteristico e riconoscibile; al palato è dritto e ficcante, senza asperità ma di gran nerbo. Il suo unico limite è quello di vivere all’ombra del Podium, il fratello maggiore che da anni conquista premi a profusione. Ma anch’esso ha una stoffa da campione e non solo per il prezzo....
Il Cuprese è tra le etichette più note del mondo del Verdicchio. Deve la sua fama non tanto all’esplosività dei profumi o alla sobria e agile prestanza della sua bocca quanto per una longevità quasi leggendaria. E chi abbia l’opportunità di andare in cantina, a Cupramontana, troverà bottiglie di annate vecchie (molte delle quali acquistabili) di stupefacente bontà, come la 1991 per fare un esempio. La versione '09 è giovanissima, ha profumi di pera e un gusto fragrante, pieno, succoso da godere nel tempo....

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition