Ci fa veramente piacere dedicare una scheda a quest?azienda, di antica tradizione, che dopo essere vissuta per anni nel limbo di una produzione anonima, ha finalmente trovato la forza di voltare pagina, con risultati di assoluto valore. Merito del proprietario Massimo Marchi, che ha creduto nel progetto di ristrutturazione, elaborato dal direttore Marco Ferretti e dall?enologo Alberto Antonini. Partiamo dal primo vino, il Chianti Sorrettole ?01, che ha colore rubino e riflessi porpora. Al naso si presenta con profumi gradevoli, di giusta intensità, che richiamano sensazioni dolci, di vaniglia e lamponi. Buono l?ingresso in bocca, di media consistenza, con tannini fitti e ben distribuiti. Al gusto è sapido, appetitoso, di discreta persistenza. Va meglio il Chianti Colli Fiorentini La Torretta ?01: alla vista si presenta di un colore rubino intenso e impenetrabile. Al naso si colgono profumi decisamente tostati, che poi fanno spazio a buone sensazioni di caffè e di frutto maturo, come la prugna. L?attacco in bocca è quasi grasso nella sua consistenza, sostenuto nella componente tannica ben equilibrata all?alcol. Il finale è in crescendo gustativo. Il vino migliore ci è sembrato La Querce ?00. Viola intenso molto concentrato nel colore, presenta profumi fruttati di ciliegia, prugna e mora, il tutto appena addolcito da note vanigliate. L?esame gustativo mostra un corpo suadente, denso ma ben supportato da un?acidità presente senza essere eccessiva. Il finale offre una lunga e gradevole persistenza gustativa. Davvero convincente l'uvaggio di sangiovese e colorino La Querce '07, dal naso aromatico fresco, con note mentolate e balsamiche, frutto ben definito, come ribes e mirtillo. In bocca non mostra eccessi, è morbido e setoso, con vena acida ben presente e finale gustativo duraturo e piacevole. Si comporta bene, alla sua prima uscita, M '07, Merlot in purezza, dal naso dominato dai frutti di bosco, con una nota minerale ben definita e cenni di spezia molto godibili. Struttura morbida senza essere piaciona, gusto netto e pulito. Bene il Chianti Colli Fiorentini La Torretta '08, dai toni di ciliegia e mora, corpo di buona consistenza, tannino rilevabile ma piacevole e finale asciutto. Semplice e bevibile il Chianti Sorrettole '09....
Il Caprorosso '00, sangiovese e cabernet sauvignon, è un vino di forte impatto, potente, incisivo, con tannini maturi. È il vino di punta, molto promettente, di Bagnolo. Gli altri prodotti seguono binari sicuri di buona correttezza, senza slanci particolari. Il Chianti Colli Fiorentini '08 ha naso fresco e vivace, con note di erbe aromatiche. Bocca calda e succosa, dolce ed elegante, con finale lungo. Il Capro Rosso '07, uvaggio di sangiovese, colorino e cabernet sauvignon, colpisce al naso per il sentore tostato, speziato. In bocca è gustoso, potente e morbido, con bella progressione finale. Il Vin Santo Riserva '01 è di un colore ambrato leggero, dagli aromi che ricordano frutti come nocciola, mandorle ed erbe aromatiche. Bella e prolungata la sensazione finale. Il Chianti Colli Fiorentini Riserva '07 al naso mette in risalto le spezie e i frutti di bosco. Bocca media e succosa, non troppo potente, dal finale tronco....
La giovane azienda di Monica Rota e Giorgio Comotti, che conta 10 ettari vitati per 30mila bottiglie annue prodotte, prosegue la sua ascesa nel panorama vitivinicolo di San Gimignano. Ben consigliati e spalleggiati dall'enologo Paolo Caciorgna e dall'agronomo Federico Curtaz, profondi conoscitori del territorio e delle sue peculiarità, i due proprietari per realizzare un vino importante di qualità superiore hanno puntato soprattutto sulle uve rosse. Grande impressione infatti ha destato quest'anno l'Antair '00 (e non Altair, come era stato inizialmente denominato e commercializzato, perché il nome era già stato registrato), un uvaggio di sangiovese (50%), merlot (25%) e cabernet sauvignon, fermentato e poi maturato in barriques nuove per 18 mesi, giunto ad un passo dall'entrata in finale. Il naso è complesso, ricco di sentori fruttati che ben si integrano con le note speziate e balsamiche del legno. L'ingresso in bocca è morbido e quasi dolce, mentre al palato è di buona concentrazione e fittezza, evidenziando belle note fruttate ed una notevole eleganza. Un vino che fa dell'eleganza e della finezza la sua carta migliore, contrariamente a molti altri Supertuscans, e che contiamo di veder crescere ancora. Buoni anche i due bianchi, l'Enif, un uvaggio dominato dal trebbiano e con un 25% di malvasia, fresco, di buon frutto e con un palato pieno e grasso in cui emergono note di burro e vaniglia, e l'Hydra, una Vernaccia fresca, pulita e di buon frutto....
Esordio lusinghiero in Guida per l'azienda di Alberto Carnasciali che dispone di 10 ettari vitati ed è curata da Lorenzo Landi. Il Morellino '02, dai tipici sentori di frutta matura, è morbido e gustoso. Il Cupinero '01, blend di sangiovese e merlot, al naso è intensamente speziato ed in bocca è strutturato, succoso e lungo. Il Morellino di Scansano Rovente '08 si conferma il vino bandiera aziendale, evidenziando raffinati profumi, ben corrisposti da una progressione gustativa tendenzialmente rotonda ma al contempo contrastata. Molto bene anche il Cupinero ’08, merlot con una piccola aggiunta di cabernet sauvignon, che possiede aromi varietali di bella pulizia e un gusto pieno e fragrante. Il Morelllino ’09 è, come sempre, uno dei migliori della sua tipologia,  e il nuovo vino aziendale, il Vermentino ’09, non poteva che essere centrato da subito....
Fa il suo esordio in Guida l'azienda della famiglia Scopetani, grazie soprattutto alla buona prova offerta dal Vigna Macereto Riserva '01, dai toni fruttati e balsamici al naso e dal corpo pieno ma di ottima bevibilità. Più marcata dal legno la Riserva 813, con sentori decisi di caffè e vaniglia, corpo sottile, buona sapidità finale....
Esordio molto buono per l'azienda agricola Bruni, 23 ettari vitati di proprietà e altri 18 in affitto, condotta dai fratelli Marco e Moreno Bruni. Ampia e ben articolata la gamma dei vini presentati dall'azienda di Fonteblanda che hanno destato buonissime impressioni all'assaggio, esprimendo uno stile moderno e rivelandosi assolutamente ben fatti. Il Morellino Marteto '04, da uve sangiovese con piccole aggiunte di merlot e prodotto in 180mila bottiglie, è contraddistinto da profumi di frutti neri e leggera speziatura, mentre in bocca è fresco e scorrevole, dotato di un finale piacevolmente dolce. Frutti rossi in confettura e toni balsamici emergono all'olfatto del Capalbio Sangiovese Moresco '04, sangiovese in prevalenza con piccole aggiunte di cabernet sauvignon, prodotto in circa 30mila bottiglie. Al palato il vino è morbido, profondo e disteso, dal finale intenso, appena con un po' di rovere in eccesso. Impatto olfattivo di chiara impronta balsamica con leggeri toni pepati su una base di frutti rossi per il Morellino Laire '03, prodotto in circa 7000 bottiglie e ottenuto da un uvaggio di sangiovese e syrah, che al gusto è succoso e saporito, quasi piccante e si distingue per la bella beva. Sul fronte dei bianchi, complessivamente semplici e lineari, ma non banali, sia il Capalbio Plinio '04, uvaggio di vermentino e viogner, prodotto in 60mila bottiglie, sia il Perlaia '04, dal medesimo uvaggio ma prodotto in 7000 bottiglie. La consulenza enologica è di Lorenzo Landi. Molto buono il Morellino di Scansano Laire Riserva '08, dai profumi ben a fuoco, contraddistinti da un’intensa speziatura che sfuma su sensazioni pepate. Potente la bocca, sorretta da una buona spina acida. Pieno e gustoso il Morellino Marteto ’09. Fresco e scattante il Plinio ’09, da uve vermentino e viognier, lavorato solo in acciaio. Un po’ seduto, invece, il Perlaia ’09, da uve vermentino e viognier leggermente appassite in pianta....
Esordio molto convincente per l'azienda di proprietà di Rahel Kimmich e Marcello Pirisi che conta su 11 ettari vitati, per una produzione complessiva di 50mila bottiglie e si avvale della consulenza enologica di Emiliano Falsini, giovane enologo del Gruppo Matura. I vini si sono dimostrati all'assaggio tutti di ottima fattura e contraddistinti anche da tratti stilistici comuni, che meritano di essere descritti per esteso. Il Morellino Marchele '04, ottenuto da uve sangiovese e syrah, offre al naso sentori di frutta giustamente matura, ben rifinita da leggeri ma nitidi tocchi mentolati. In bocca il vino è solido e pieno, senza essere eccessivo, il che determina una piacevolissima beva, che non viene disturbata neppure dal sostegno del legno, dosato con buon equilibrio. Molto buono il Morellino '04, ottenuto da sangiovese in prevalenza con un'aggiunta davvero modesta di syrah. I profumi sono anche in questo caso molto puliti, ma il frutto è leggermente più acerbo e le spezie meno pulite. Al palato il vino ha un ingresso morbido, perdendosi leggermente al centro bocca, per poi riprendersi in un finale dolce e succoso. Infine l'Aione '03, sangiovese in purezza, maturato per 12 mesi in barrique. Piuttosto complesso al naso, alterna ai frutti rossi intense speziature e sentori di erbe aromatiche. Al gusto il vino è garbato, possedendo un ottimo bilanciamento fra tannini, rovere e frutto. Gustoso e leggermente sapido ha una progressione vivace, anche in virtù di una buona acidità, e si congeda con un finale intenso, non profondissimo e appena brusco....
Buon esordio in Guida per l'azienda di Mario Pelosi. Primo della classe il Terra di Casteani '08, blend di sangiovese e merlot dai profumi intensi e freschi e dalla bocca morbida e succosa. Molto buono anche il Sessanta '07, uvaggio di sangiovese, merlot e alicante, più semplice ma estremamente godibile. Fragrante il Rusada '09, rosato ottenuto da sole uve sangiovese....
La famiglia Terenzi arriva in Maremma agli inizi degli anni Novanta anche se il progetto enologico acquisisce la sua attuale fisionomia gradualmente, con acquisizioni successive di terreni, fino alla costruzione della moderna cantina, avvenuta nel 2004, e all’entrata dei primi vini in commercio nel 2007. Oggi l’azienda, condotta da Florio Terenzi, dalla moglie Giuseppina e dal figlio Federico, sembra aver imboccato decisamente la strada della qualità, con vini dallo stile snello ed elegante e con una politica dei prezzi per giunta molto oculata. Davvero convincente il Morellino di Scansano Riserva ’07, dai profumi ben delineati e dalla bocca gustosa e fragrante. Solido e succoso il Bramaluce ’08, da un uvaggio di sangiovese, syrah e alicante, che al naso evidenzia una bella nota mentolata. Ben fatto e di ottima scorrevolezza il Morellino ’09, definito e profondo. Gradevole e tendenzialmente sapido il Balbino ’09, da uve vermentino....
Azienda di recente costituzione, dove si pratica anche attività agrituristica. Buona prova per il Chianti Classico '08, dai profumi fruttati intensi, dove il ribes e la fragola si abbinano ai sentori speziati, di pepe e ginepro. In bocca l'ingresso è gradevole, dimostra vitalità, tannini sottili, nerbo acido potente ma ben amalgamato, per un finale ampio e succoso....

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition