Il paesaggio prevale sull'architettura, la prospettiva delle api diventa quella dei visitatori. Così la Germania porta all'Expo il suo paesaggio rurale e scardina il pregiudizio che vuole il popolo tedesco freddo e distaccato. A Milano arriva un paese attento all'uomo, all'ambiente e allo scambio delle idee.

Il concept: Fields of ideas

“Campi di idee” è la metafora rappresentata architettonicamente dalla Germania per sottolineare l’importanza dell'uso intelligente delle fonti principali presenti in natura (acqua, suolo, clima, biodiversità) in un'alimentazione del futuro sostenibile. Mediante le soluzioni e gli spunti di riflessione proposti nell’esposizione, il Paese cerca di interpretare un modo di vivere l’ambiente orientato al futuro. Lo studio Schmidhuber di Monaco di Baviera ha firmato il progetto del Padiglione, mentre Milla & Partner sono i responsabili per il contenuto generale.

Il padiglione: paesaggio tedesco

Un edificio che con le sue forme organiche e i materiali riutilizzabili raffigura il tipico paesaggio rurale tedesco. Tra i vari elementi caratterizzanti ci sono piante stilizzate, che sbucano dal pavimento e raggiungono la superficie esterna aprendosi in un ampio baldacchino, e un grande tetto di foglie sospese, che copre l'intera architettura. La piazza, il terrazzo, il teatro, il ristorante, i campi e i prati, ispirati ai giardini pensili principeschi, sono le aree di divertimento e relax. Non vi è alcun dubbio, qui il paesaggio prevale sull’architettura per promuovere, sì, lo scambio di idee ma anche per sfatare il pregiudizio del tedesco freddo e tutto d'un pezzo. Il padiglione offre poi una panoramica sulle soluzioni moderne e tecnologiche che consentono di vivere in armonia con l'ambiente: una dimostrazione concreta della svolta in campo energetico fatta dalla Germania.

Percorso espositivo

I visitatori possono visitare il padiglione attraverso due percorsi distinti. Il primo, aperto a tutti indipendentemente dall'esposizione interna, consente di passeggiare in relax all'esterno, come si fosse in un parco pubblico. Il secondo, conduce invece all’interno del padiglione: è un viaggio attraverso le basi dell'alimentazione, suddiviso in sei diverse aree tematiche. Il sentiero culmina nel grande show conclusivo: “Be(e) active”, dove i visitatori sperimenteranno un volo sulla Germania da una prospettiva del tutto insolita, ovvero attraverso gli occhi di due api. Qui gli ospiti potranno anche trasformarsi nei musicisti di un’orchestra.


expo2015-germany.de/it

a cura di Annalisa Zordan

Per leggere Gran Bretagna a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Francia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Austria a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere USA a Expo 2015. I contenuti del padiglione cicca qui
Per leggere Cina a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Italia a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui
Per leggere Brasile a Expo 2015. I contenuti del padiglione clicca qui


Altre Foto