Dal mare ai monti, da Vieste a Orsara, un percorso alla scoperta di una Puglia al di fuori dei soliti circuiti, in un percorso ricco di suggestioni gastronomiche.

L'interno della provincia di Foggia rappresenta una Puglia diversa da quella più nota del Tavoliere o delle estati salentine e garganiche. Le antiche razze animali, come la vacca podolica e la capra garganica, trovano qui il loro habitat più confortevole: osservatele alla Masseria Sgarrazza, agriturismo dell'entroterra di Vieste, che alleva gli animali allo stato brado, lavora la terra in rigoroso regime biologico e offre camere e buona cucina in una zona molto panoramica, in mezzo al verde, ma con vista mare. Qui si può anche acquistare un ottimo caciocavallo podolico, in varie stagionature: quale miglior souvenir? Ci si sposta verso il capoluogo: anche se non molto nota, Foggia è una cittadina da visitare, per godere del bellissimo centro storico, movimentato soprattutto nel fine settimana. In città un buon indirizzo per assaggiare la cucina tradizionale del subappennino dauno è da anni l'Ambasciata Orsarese, un'insegna dove la qualità è costante e la bontà delle materie prime pure. Buono il tradizionale pancotto, zuppa povera e saporitissima in cui il pane raffermo viene mescolato a verdure invernali, come cime di rapa, cicorie, finocchietti, bietole, olio pugliese e, a volte, carni per insaporire.

Terra di confine di antichi popoli italici, il foggiano ha un paesaggio molto variegato, caratterizzato dalle colline e dalle cime verdeggianti dei Monti Dauni, spesso tappezzate da alte pale eoliche (la zona è davvero molto ventosa). In alto sui monti, Orsara di Puglia rappresenta una delle cittadine meglio conservate, con forti radici gastronomiche. In materia una vera celebrità è Peppe Zullo, vulcanico chef che a Orsara ha creato un piccolo universo, con azienda agricola, ristorante e sala ricevimenti. Alla sua tavola si possono assaggiare preparazioni profondamente territoriali, con utilizzo di pomodori locali, erbe selvatiche, aromi, ortaggi stagionali, cereali rari. Se si capita nel momento giusto, non vanno perse le paste fresche fatte con il grano arso, frumento dalle origini antiche, che ha aromi affumicati e colore scuro. La struttura di Villa Jamele ospita anche un albergo e una scuola di cucina, dove si apprendono tecniche di cucina, di degustazione o di selezione dei prodotti di questa bella terra.


Ambasciata Orsarese | Foggia | via Tenente Iorio, 53 | tel. 320.2512550
Peppe Zullo | Orsara di Puglia (FG) | via Piano Paradiso, 11 | tel. 0881.964763 | www.peppezullo.it
Masseria Sgarrazza | Vieste (FG) | c.da San Salvatore | tel. 347 7545180 | www.masseriasgarrazza.it


a cura di Pina Sozio


Altre Foto